Ecco servito l’errore storico degli antirenziani ...

Crolla clamorosamente un altro dei pilastri della campagna suicida della sedicente “sinistra” contro il governo più di sinistra avuto in Italia negli ultimi venticinque anni.  I dati diffusi dall’Inps sul Jobs Act non lasciano margini a dubbi interpretativi. Non c’è stata l’ondata di licenziamenti che i *** davano per certa, anzi sono diminuiti dal 6,5%, sul totale degli occupati del 2014, al 5,3% del 2017, continuando costantemente a scendere fino ad oggi sia in cifra assoluta, sia in percentuale. Non si è verificato neanche il secondo must degli apocalittici “più de sinistra”, che prevedevano licenziamenti di massa al termine del periodo degli sgravi fiscali incentivati dal Jobs Act. Anzi, soprattutto durante i 1000 giorni del governo Renzi l’occupazione, a tempo pieno e indeterminato, aumentò di oltre 500mila unità. Merito del Jobs Act anche l’istituzione della NESPI, un sussidio che copre il 97% dei lavoratori che perdono il lavoro e che arriva a dare loro fino a 1200 euro mensili per due anni. Si tratta del miglior trattamento di disoccupazione funzionante attualmente in Europa, esteso per la prima volta anche agli apprendisti. Ora questa non sinistra, conservatrice, vorrebbe abolire il Jobs Act, dimostrando un furore ideologico dissennato, che non pratica quando si tratta di combattere contro l’abolizione della prescrizione, che lascia gli innocenti e le vittime dei delitti in balia di processi senza fine, oppure della riforma dei decreti Salvini, che sono ancora tutti li , dopo quasi cinque mesi di governo. Con le stesse modalità cialtrone del M5S puntano su provvedimenti demagogici e peggiorativi, contando sulla dabbenaggine dei loro elettori e accettando lo scambio di provvedimenti di bandiera, costosi ed improduttivi di lavoro e dignità come il RdC e Quota 100, per mettere le loro bandierine appassite sul surrogato di lotta di classe al quale neanche loro credono. Uno sfregio fatto al mondo del lavoro. E la destra ringrazia. Scusatemi la citazione irriverente, ma guardando le loro facce mi viene in mente quella di  Verdone quando la nonna (la sora Lella) nel film Bianco, rosso e verdone, gli dice “sei grande, grosso e fregnone, che scambi la *** pe un par de mutande”. Cosi sono loro, totalmente incapaci al punto di scambiare chi stava aiutando l’Italia a farcela, col nemico di destra. E insistono. Pure !!   Saluti 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

Ogni giorno, al risveglio, alzando gli occhi al cielo, mi chiedo: " ma che avrà mai fatto di male Leopoldino per farsi archibugiare dalla accozzaglia antirenziana?"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E’ quello che vorrei capire anche io . Poi mi sovviene e mi dico:” il mondo e’ pieno di idio ti . L’Italia non poteva restarne esclusa”.                                                    
PS Lei sig ahaha.ha , mi commenta spesso. Soprattutto quando c’è Renzi in ballo . Noto , però , che ad oggi , non mi ha mai confutato una cifra .  Ora , per esempio , mi aspetto un altro commentino abbastanza insulso ma niente più .

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, mark222220 ha scritto:

E’ quello che vorrei capire anche io . Poi mi sovviene e mi dico:” il mondo e’ pieno di idio ti . L’Italia non poteva restarne esclusa”.                                                    
PS Lei sig ahaha.ha , mi commenta spesso. Soprattutto quando c’è Renzi in ballo . Noto , però , che ad oggi , non mi ha mai confutato una cifra .  Ora , per esempio , mi aspetto un altro commentino abbastanza insulso ma niente più .

Il mondo è pieno di idioti, come ha ragione, sig. Mark !! 

I problemi sono due:

1) gli idioti votano;

2) chi perde i voti degli idioti, si dimostra più idio-ta  di loro.

Modificato da cortomaltese-im

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, mark222220 ha scritto:

E’ quello che vorrei capire anche io . Poi mi sovviene e mi dico:” il mondo e’ pieno di idio ti . L’Italia non poteva restarne esclusa”.                                                    
PS Lei sig ahaha.ha , mi commenta spesso. Soprattutto quando c’è Renzi in ballo . Noto , però , che ad oggi , non mi ha mai confutato una cifra .  Ora , per esempio , mi aspetto un altro commentino abbastanza insulso ma niente più .

Sig Mark 

Anche chi ha vinto un Nobel può dire cavolate, quando le dice non si devono contestare perché in precedenza ha vinto un Nobel?

Come commentino insulso le piace o devo scriverne un altro?

Per le confutazioni ai suoi sermoni, forse dovrebbe rileggere i vecchi post.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E’ quello che vorrei capire anche io . Poi mi sovviene e mi dico:” il mondo e’ pieno di idio ti . L’Italia non poteva restarne esclusa”.           *********

Domani mattina, sig Mark, al risveglio, alzerò gli occhi al cielo e mi chiederò: " può uno che si crede un grande statista, essere tanto i-diota da farsi archibugiare da una accozzaglia di idioti?"

 

 

Modificato da ahaha.ha

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963