Coppia di anziani disperati, arrivano i poliziotti e...

Jole e Michele 89 anni lei, 94 anni lui, sono due anziani che vivono insieme da ben 70 anni, sono soli e non ricevono mai visite, non si muovono di casa nel quartiere Appio a Roma e la solitudine li attanaglia, fino a quando una sera cominciano disperatamente a piangere, i vicini li sentono e preoccupati chiamano il 113. Quando gli agenti di Polizia raggiungono l’appartamento rimangono stupiti: non trovano nessun reato, nessuna lite, nessun intruso in casa, solo due anziani soli e disperati. Allora prendono una decisione in attesa che arrivi l’ambulanza, per verificare il  loro stato di salute, Andrea, Alessandro, Ernesto e Mirko (questi i nomi degli agenti di polizia) si improvvisano cuochi, con gli ingredienti che trovano in casa preparano un piatto di pasta, al burro e parmigiano e fanno compagnia alla coppia.
Come può essere terribile e insopportabile la solitudine di tante persone, specialmente anziani in una grande città! Nei condomini basterebbe poco per alleviarla, due parole la sera, suonare al campanello per sentire come stanno, portare qualcosa da mangiare a chi non ha più la forza di cucinare, ma abbiamo perso tutti questa umanità, un plauso a questi poliziotti

https://velvetgossip.it/2020/01/09/poliziotti-cucinano-per-anziani-la-storia-commuove-il-web/

Poliziotti cucinano per anziani: la storia commuove il web

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

4 messaggi in questa discussione

Inviata (modificato)

Ciao AnniBlu da d/b – numerosi sono gli episodi di solitudine per le persone anziane. Anziane ed abbandonate dalla società e dai servizi fintamente sociali e fintamente comunali. Per certe finte istituzioni fa notizia avere costruito la nuova discoteca per lo sballo facile. Il fare compagnia, compagnia e rispetto, a chi per decine di anni ha rispettato le leggi ed il prossimo, … viene considerato tempo perso.

Grazie per avere riportato la notizia, un saluto a te da d/b.- 

Modificato da dune-buggi
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

alle volte la solitudine e la emarginazione determinata da certe FINTE istituzioni sono paurose.

si pensa al divertimento, allo sballo subito, alla discoteca chiassosa, al mega telefono da usare mentre si guida o mentre (ancora peggio) si attraversa la strada con il rosso. Sia a piedi che in bicicletta.

Un sorriso, una mano di aiuto reale e concreto, una parola dolce, ... un siamo qua per ascoltare, verso l'anziano o verso il più debole ... ricordiamoci di loro.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi dispiace ma ..ci sono anziani circondati da figli e nipoti perchè sanno come attrarre gente..

con i soldi o il cibo! Se si è avari o diffidenti,non ti viene a trovare nessuno!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

... nn hanno avuto figli i signori di cui all'articolo? 

se sì, facciano in modo ke il tribunale li obblighi versar loro una somma affinké i genitori possano pagarsi una colf ke faccia la spesa, cucini, pulisca e scambi due parole con loro... in quanto all'affetto, il tribunale nn può farci niente e in certi casi, é meglio così.  in parrokkia nn ci son + le cosiddette "pie donne" ke un tempo andavano a trovare ki era solo tanto x scambiare due parole, bere una tazza di thè in compagnia?  capisco ke i tempi son cambiati ed ora bisogna accogliere in kiesa i barcaroli ma siccome, fortunatam, nn lo fanno tutti, un poco di tempo x due anziani si può trovare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora