La mia proposta contro gli ubriachi killer

Ieri l'altro un ubriaco altoatesino si metteva alla guida, di notte, della sua potente auto sportiva e abbatteva come birilli una ventina di giovani turisti. Sei ragazzi tedeschi hanno perso la vita. Non è bello, non è giusto morire a 20 anni per colpa di un ubriaco. Questa notte, poco prima dell'alba, due donne, di 34 e 40 anni, sono state falciate a Senigallia da un altro ubriaco. Sono 74 negli ultimi tre mesi i morti in incidenti analoghi. Si deve parlare di una vera e propria emergenza alcol sulle strade italiane. 

La legge sull'omicidio stradale del 2016, una delle poche cose decenti fatte dal governo Renzi (peraltro facendo seguito con molto ritardo a una legge di iniziativa popolare del 2010), con tutta evidenza non basta. Servono misure drastiche e preventive

Vorrei discutere civilmente con voi su questa mia proposta e sulle vostre.

È chiaro che il tasso alcolico del conducente influenza drammaticamente la probabilità degli incidenti stradali. Ma è statisticamente provato che questa probabilità cresce anche nelle ore notturne ovvero con l'oscurità. In particolare, per motivi fisiologici, la visione centrale si degrada più di quella periferica, ed è questo il motivo per cui di notte (e in tutti i casi di visibilità ridotta: nebbia, forte pioggia) può capitare, talora perfino a un conducente lucido ma solo deconcentrato, di investire in pieno un pedone che attraversa la strada. Fari a led, fari antinebbia, frenata elettronica di emergenza (dispositivi tuttora assenti in molte auto in circolazione) aiutano ma non risolvono del tutto il problema. Inoltre, in piena notte le strade sono per lo più poco trafficate e gli imprudenti tendono ad affondare il piede destro. È chiaro che il caso più pericoloso è quello dell'ubriaco che guida di notte. E allora la mia proposta è questa: 

Proibire tassativamente la vendita di TUTTE le bevande alcoliche (inclusa la birra) in TUTTI gli esercizi pubblici (bar, discoteche, alberghi, ristoranti, centri commerciali, etc.) su TUTTO il territorio nazionale e a TUTTI i cli.enti (anche i maggiorenni), DAL TRAMONTO ALL'ALBA. Per es. in questo periodo invernale il divieto scatterà alle 17:00 per concludersi alle 7:00 del giorno dopo. Mentre in estate con l'ora legale potrà andare per es. dalle 20:00 alle 6:00. Pene severissime colpiranno gli esercenti trasgressori: es. 1000 euro di multa alla prima infrazione, 2 settimane di chiusura alla seconda, ritiro definitivo della licenza alla terza. Agenti della polizia stradale, dei vigili urbani e delle altre forze dell'ordine, agiranno, in abiti borghesi, come agenti provocatori chiedendo alcolici nei vari esercizi commerciali in orari proibiti. 

A mali estremi, estremi rimedi.

 

 

 

Modificato da fosforo311
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

42 messaggi in questa discussione

Potremmo applicare il noto motto comunista "bere meno, bere tutti".

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

non centra con il reato di omicidio stradale,nullita' di fatto fatta dai tuo kompari di sx..ma è attinenza con i fatti di questi giorni:

Non solo Andrea Margelletti, presidente del Centro di Studi Internazionali. A mettere in evidenza le “deboli politiche” della Farnesina è anche Lucia Annunziata.
La giornalista Rai, direttrice dell’Huffington Post, ha pubblicato un fondo dal titolo “Cercasi ministro degli Esteri a tempo pieno” per sottolineare la debolezza dell’Italia sul caso dell’uccisione del generale iraniano Qasem Soleimani, e in particolare di Luigi Di Maio.

Nelle ore successive all’omicidio del numero due del regime degli Ayatollah, il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha telefonato ai ministri degli Esteri di vari Paesi alleati, per spiegare le ragioni del blitz. Escludendo però l’Italia. “Come mai non siamo entrati nella lista di Pompeo?”, si chiede la conduttrice di In Mezz’ora.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
43 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Ieri l'altro un ubriaco altoatesino si metteva alla guida, di notte, della sua potente auto sportiva e abbatteva come birilli una ventina di giovani turisti. Sei ragazzi tedeschi hanno perso la vita. Non è bello, non è giusto morire a 20 anni per colpa di un ubriaco. Questa notte, poco prima dell'alba, due donne, di 34 e 40 anni, sono state falciate a Senigallia da un altro ubriaco. Sono 74 negli ultimi tre mesi i morti in incidenti analoghi. Si deve parlare di una vera e propria emergenza alcol sulle strade italiane. 

La legge sull'omicidio stradale del 2016, una delle poche cose decenti fatte dal governo Renzi (peraltro facendo seguito con molto ritardo a una legge di iniziativa popolare del 2010), con tutta evidenza non basta. Servono misure drastiche e preventive

Vorrei discutere civilmente con voi su questa mia proposta e sulle vostre.

È chiaro che il tasso alcolico del conducente influenza drammaticamente la probabilità degli incidenti stradali. Ma è statisticamente provato che questa probabilità cresce anche nelle ore notturne ovvero con l'oscurità. In particolare, per motivi fisiologici, la visione centrale si degrada più di quella periferica, ed è questo il motivo per cui di notte (e in tutti i casi di visibilità ridotta: nebbia, forte pioggia) può capitare, talora perfino a un conducente lucido ma solo deconcentrato, di investire in pieno un pedone che attraversa la strada. Fari a led, fari antinebbia, frenata elettronica di emergenza (dispositivi tuttora assenti in molte auto in circolazione) aiutano ma non risolvono del tutto il problema. Inoltre, in piena notte le strade sono per lo più poco trafficate e gli imprudenti tendono ad affondare il piede destro. È chiaro che il caso più pericoloso è quello dell'ubriaco che guida di notte. E allora la mia proposta è questa: 

Proibire tassativamente la vendita di TUTTE le bevande alcoliche (inclusa la birra) in TUTTI gli esercizi pubblici (bar, discoteche, alberghi, ristoranti, centri commerciali, etc.) su TUTTO il territorio nazionale e a TUTTI i cli.enti (anche i maggiorenni), DAL TRAMONTO ALL'ALBA. Per es. in questo periodo invernale il divieto scatterà alle 17:00 per concludersi alle 7:00 del giorno dopo. Mentre in estate con l'ora legale potrà andare per es. dalle 20:00 alle 6:00. Pene severissime colpiranno gli esercenti trasgressori: es. 1000 euro di multa alla prima infrazione, 2 settimane di chiusura alla seconda, ritiro definitivo della licenza alla terza. Agenti della polizia stradale, dei vigili urbani e delle altre forze dell'ordine, agiranno, in abiti borghesi, come agenti provocatori chiedendo alcolici nei vari esercizi commerciali in orari proibiti. 

A mali estremi, estremi rimedi.

 

 

 

Ahahahahaha , interessante !! Non ti sfiora nemmeno per la capa che un tizio potrebbe portarsi dietro , nel cruscotto , un qualsiasi tipo di bevanda e consumarla quando vuole ?? Ci sarebbero , poi , ottime notizie economiche per qualche centinaia di migliaia di ristoranti , pizzerie , pub etc erc che chiederebbero i battenti abbastanza rapidamente . Le forze dell’ordine , poi, sarebbero impegnate , finalmente , in un opera altamente professionale ed inerente ai loro compiti : Quello di traves.tir.si da agenti segreti del Mossad e chiedere esplicitamente da bere ai titolari degli esercizi commerciali . Tutti i giorni festivi , a maggior ragione , compresi . Per le sanzioni non avevo dubbi : sono gli stessi che il Cazzaro di Napoli proponeva ai titolari di bar che non emettono scontrini dopo aver servito il caffè .  Che grande idio ta ci troviamo di fronte !!  Potresti portare la tua proposta da Sasa’ Esposito tuo pizzaiolo di fiducia e vedere come la giudica . Ahahahaha 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mentre le mie due fedeli e affiatate ombrette, Sauro e Mark, ironizzano, ridono come ebeti e insultano, un'altra ragazza (21 anni) non ce l'ha fatta. Salgono così a 7 i morti della strage provocata da un ubriaco in Alto Adige. Vergognatevi! Almeno quel disgraziato era sotto l'effetto dell'alcol. Voi due non so. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, director12 ha scritto:

non centra con il reato di omicidio stradale,nullita' di fatto fatta dai tuo kompari di sx..ma è attinenza con i fatti di questi giorni:

Non solo Andrea Margelletti, presidente del Centro di Studi Internazionali. A mettere in evidenza le “deboli politiche” della Farnesina è anche Lucia Annunziata.
La giornalista Rai, direttrice dell’Huffington Post, ha pubblicato un fondo dal titolo “Cercasi ministro degli Esteri a tempo pieno” per sottolineare la debolezza dell’Italia sul caso dell’uccisione del generale iraniano Qasem Soleimani, e in particolare di Luigi Di Maio.

Nelle ore successive all’omicidio del numero due del regime degli Ayatollah, il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha telefonato ai ministri degli Esteri di vari Paesi alleati, per spiegare le ragioni del blitz. Escludendo però l’Italia. “Come mai non siamo entrati nella lista di Pompeo?”, si chiede la conduttrice di In Mezz’ora.

Forse perché a Pompeo non facciamo .........pompeini ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Forse perché a Pompeo non facciamo .........pompeini ?

ti deve crescere ancora  il pisellino per fartelo fare..per ora accontentati de qualche rutto in faccia....tutta salute!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, director12 ha scritto:

ti deve crescere ancora  il pisellino per fartelo fare..per ora accontentati de qualche rutto in faccia....tutta salute!!

I pompeini a Pompeo glieli fate lei e Salvini, servi del guerrafondaio Donald Trump.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, director12 ha scritto:

non centra con il reato di omicidio stradale,nullita' di fatto fatta dai tuo kompari di sx..ma è attinenza con i fatti di questi giorni:

Non solo Andrea Margelletti, presidente del Centro di Studi Internazionali. A mettere in evidenza le “deboli politiche” della Farnesina è anche Lucia Annunziata.
La giornalista Rai, direttrice dell’Huffington Post, ha pubblicato un fondo dal titolo “Cercasi ministro degli Esteri a tempo pieno” per sottolineare la debolezza dell’Italia sul caso dell’uccisione del generale iraniano Qasem Soleimani, e in particolare di Luigi Di Maio.

Nelle ore successive all’omicidio del numero due del regime degli Ayatollah, il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha telefonato ai ministri degli Esteri di vari Paesi alleati, per spiegare le ragioni del blitz. Escludendo però l’Italia. “Come mai non siamo entrati nella lista di Pompeo?”, si chiede la conduttrice di In Mezz’ora.

Se non c'entra con il reato di omicidio stradale che caxzo scrive sta roba sig Frizz?

Forse che il kapitone era all'altezza di fare il ministro degli interni?

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Se non c'entra con il reato di omicidio stradale che caxzo scrive sta roba sig Frizz?

Forse che il kapitone era all'altezza di fare il ministro degli interni?

 

eccone un altro svejo....e come no....la siesta sotto il sombrero è ancora in corso.....vabbè saranno state le feste....ti sei confessato almeno dal prete? in toscana,prov.pisa,ce ne uno bravo....ti assolve senz'altro!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, director12 ha scritto:

eccone un altro svejo....e come no....la siesta sotto il sombrero è ancora in corso.....vabbè saranno state le feste....ti sei confessato almeno dal prete? in toscana,prov.pisa,ce ne uno bravo....ti assolve senz'altro!!

Effetti postumi del Frizzantino ? Stasera è proprio fuori forma, invece di una kakata alla volta, le spara a raffica !!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Effetti postumi del Frizzantino ? Stasera è proprio fuori forma, invece di una kakata alla volta, le spara a raffica !!!

ha parlato il portavoce di ah.ahahaha

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Ieri l'altro un ubriaco altoatesino si metteva alla guida, di notte, della sua potente auto sportiva e abbatteva come birilli una ventina di giovani turisti. Sei ragazzi tedeschi hanno perso la vita. Non è bello, non è giusto morire a 20 anni per colpa di un ubriaco. Questa notte, poco prima dell'alba, due donne, di 34 e 40 anni, sono state falciate a Senigallia da un altro ubriaco. Sono 74 negli ultimi tre mesi i morti in incidenti analoghi. Si deve parlare di una vera e propria emergenza alcol sulle strade italiane. 

La legge sull'omicidio stradale del 2016, una delle poche cose decenti fatte dal governo Renzi (peraltro facendo seguito con molto ritardo a una legge di iniziativa popolare del 2010), con tutta evidenza non basta. Servono misure drastiche e preventive

Vorrei discutere civilmente con voi su questa mia proposta e sulle vostre.

È chiaro che il tasso alcolico del conducente influenza drammaticamente la probabilità degli incidenti stradali. Ma è statisticamente provato che questa probabilità cresce anche nelle ore notturne ovvero con l'oscurità. In particolare, per motivi fisiologici, la visione centrale si degrada più di quella periferica, ed è questo il motivo per cui di notte (e in tutti i casi di visibilità ridotta: nebbia, forte pioggia) può capitare, talora perfino a un conducente lucido ma solo deconcentrato, di investire in pieno un pedone che attraversa la strada. Fari a led, fari antinebbia, frenata elettronica di emergenza (dispositivi tuttora assenti in molte auto in circolazione) aiutano ma non risolvono del tutto il problema. Inoltre, in piena notte le strade sono per lo più poco trafficate e gli imprudenti tendono ad affondare il piede destro. È chiaro che il caso più pericoloso è quello dell'ubriaco che guida di notte. E allora la mia proposta è questa: 

Proibire tassativamente la vendita di TUTTE le bevande alcoliche (inclusa la birra) in TUTTI gli esercizi pubblici (bar, discoteche, alberghi, ristoranti, centri commerciali, etc.) su TUTTO il territorio nazionale e a TUTTI i cli.enti (anche i maggiorenni), DAL TRAMONTO ALL'ALBA. Per es. in questo periodo invernale il divieto scatterà alle 17:00 per concludersi alle 7:00 del giorno dopo. Mentre in estate con l'ora legale potrà andare per es. dalle 20:00 alle 6:00. Pene severissime colpiranno gli esercenti trasgressori: es. 1000 euro di multa alla prima infrazione, 2 settimane di chiusura alla seconda, ritiro definitivo della licenza alla terza. Agenti della polizia stradale, dei vigili urbani e delle altre forze dell'ordine, agiranno, in abiti borghesi, come agenti provocatori chiedendo alcolici nei vari esercizi commerciali in orari proibiti. 

A mali estremi, estremi rimedi.

 

 

 

Tornare  al  proibizionismo  non  porta  da  nessuna  parte  , al  capone   docet...  ma  invece la  tecnologia  moderna  non  potrebbe  trovare  un  modo  e/o  un  sistema  da adattare   al  volante   con  sensori o  simili  che  rilevino il tasso  alcoolico  indi inibire  l'accensione   dell'  auto  ?

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, pm610 ha scritto:

Tornare  al  proibizionismo  non  porta  da  nessuna  parte  , al  capone   docet...  ma  invece la  tecnologia  moderna  non  potrebbe  trovare  un  modo  e/o  un  sistema  da adattare   al  volante   con  sensori o  simili  che  rilevino il tasso  alcoolico  indi inibire  l'accensione   dell'  auto  ?

Basta volere. È una questione di scelte politiche.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Basta volere. È una questione di scelte politiche.

se  ci  sono  riusciti   per  i  seggiolini  dei  bimbi  , perché  no  ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
43 minuti fa, director12 ha scritto:

eccone un altro svejo....e come no....la siesta sotto il sombrero è ancora in corso.....vabbè saranno state le feste....ti sei confessato almeno dal prete? in toscana,prov.pisa,ce ne uno bravo....ti assolve senz'altro!!

Lei dal prete si confessa solfeggiando con il Q.lo o ruttando kagate sig Frizz?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo311 ha scritto:

Mentre le mie due fedeli e affiatate ombrette, Sauro e Mark, ironizzano, ridono come ebeti e insultano, un'altra ragazza (21 anni) non ce l'ha fatta. Salgono così a 7 i morti della strage provocata da un ubriaco in Alto Adige. Vergognatevi! Almeno quel disgraziato era sotto l'effetto dell'alcol. Voi due non so. 

Ahahahahah , Ombre o ombrette a parte , hai dato una risposta ad un problema serio che definire demenziale e da minus habens , e’ altamente positivo. Io lo definirei idiotoide...!! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
22 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Ahahahahah , Ombre o ombrette a parte , hai dato una risposta ad un problema serio che definire demenziale e da minus habens , e’ altamente positivo. Io lo definirei idiotoide...!! 

Lei come risolverebbe la questione sig mark?

Lei ha parlato di chiusura di ristoranti, pizzerie, pub, ma non ha tenuto conto dei produttori di uva, di vino, di birra, di liquori.

Praticamente se proibiamo di bere facciamo crollare l'economia.

Naaaaa.....bisogna incentivare gli abbeveraggi a tutte le ore.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, pm610 ha scritto:

Tornare  al  proibizionismo  non  porta  da  nessuna  parte  , al  capone   docet...  ma  invece la  tecnologia  moderna  non  potrebbe  trovare  un  modo  e/o  un  sistema  da adattare   al  volante   con  sensori o  simili  che  rilevino il tasso  alcoolico  indi inibire  l'accensione   dell'  auto  ?

Proibire la vendita degli alcolici di sera e di notte per salvare vite umane io non lo definirei proibizionismo. Certo è una misura molto radicale e dunque discutibile. In realtà la mia proposta era più che altro una provocazione per stimolare la discussione. Le soluzioni migliori probabilmente le fornisce l'elettronica. Oggi un etilometro elettronico di buona precisione e affidabilità costa intorno ai 100 euro. Collegarlo all'impianto di accensione in modo disattivabile solo da un esperto costerebbe poche ulteriori decine di euro. Il problema è cosa vai a misurare. A bordo ci potrebbe essere un alcolista che non guida ma che satura l'abitacolo di vapori di alcol. Se invece testiamo l'espirazione di un singolo per abilitare la messa in moto, chi ci dice che quel singolo sia proprio il conducente, e non, per esempio, il suo cane? Certo si potrebbe complicare il sistema aggiungendo sensori di riconoscimento facciale, ma salirebbero i costi e diminuirebbe l'affidabilità. A questo punto tanto varrebbe aspettare il 2050 e la diffusione di massa delle auto a guida autonoma. In sostanza dei robot semoventi che a regime potrebbero abbattere la probabilità di incidenti mortali di almeno un fattore 10. Con ciò l'automobile diventerebbe più sicura dell'autobus, della nave e del treno, e si avvicinerebbe alla sicurezza dell'aereo, che è il mezzo di trasporto oggi di gran lunga più sicuro, ovvero con la mortalità di gran lunga più bassa a parità di distanza percorsa (quasi superfluo precisare qual è quello di gran lunga più pericoloso in base alle statistiche: il ciclomotore e in particolare la motocicletta). In attesa delle auto a guida autonoma, sarà molto utile il limitatore elettronico di velocità. Un dispositivo che dovrebbe diventare obbligatorio nell'UE sulle auto nuove a partire dal 2022, insieme ad altri anch'essi utilissimi, come il mantenitore di corsia e la frenata automatica d'emergenza (con rilevamento di pedoni e ciclisti). Purtroppo quest'ultimo difficilmente evita l'impatto a velocità maggiori di 50-60 km/h. Quindi il dispositivo anticollisione va integrato con il limitatore di velocità. Che sarà intelligente, cioè in grado di riconoscere il limite di velocità vigente sul tratto percorso (tramite localizzazione GPS o scansione diretta dei segnali stradali) e di adeguare la velocità del veicolo in caso di superamento del limite. 

Saluti

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Proibire la vendita degli alcolici di sera e di notte per salvare vite umane io non lo definirei proibizionismo. Certo è una misura molto radicale e dunque discutibile. In realtà la mia proposta era più che altro una provocazione per stimolare la discussione. Le soluzioni migliori probabilmente le fornisce l'elettronica. Oggi un etilometro elettronico di buona precisione e affidabilità costa intorno ai 100 euro. Collegarlo all'impianto di accensione in modo disattivabile solo da un esperto costerebbe poche ulteriori decine di euro. Il problema è cosa vai a misurare. A bordo ci potrebbe essere un alcolista che non guida ma che satura l'abitacolo di vapori di alcol. Se invece testiamo l'espirazione di un singolo per abilitare la messa in moto, chi ci dice che quel singolo sia proprio il conducente, e non, per esempio, il suo cane? Certo si potrebbe complicare il sistema aggiungendo sensori di riconoscimento facciale, ma salirebbero i costi e diminuirebbe l'affidabilità. A questo punto tanto varrebbe aspettare il 2050 e la diffusione di massa delle auto a guida autonoma. In sostanza dei robot semoventi che a regime potrebbero abbattere la probabilità di incidenti mortali di almeno un fattore 10. Con ciò l'automobile diventerebbe più sicura dell'autobus, della nave e del treno, e si avvicinerebbe alla sicurezza dell'aereo, che è il mezzo di trasporto oggi di gran lunga più sicuro, ovvero con la mortalità di gran lunga più bassa a parità di distanza percorsa (quasi superfluo precisare qual è quello di gran lunga più pericoloso in base alle statistiche: il ciclomotore e in particolare la motocicletta). In attesa delle auto a guida autonoma, sarà molto utile il limitatore elettronico di velocità. Un dispositivo che dovrebbe diventare obbligatorio nell'UE sulle auto nuove a partire dal 2022, insieme ad altri anch'essi utilissimi, come il mantenitore di corsia e la frenata automatica d'emergenza (con rilevamento di pedoni e ciclisti). Purtroppo quest'ultimo difficilmente evita l'impatto a velocità maggiori di 50-60 km/h. Quindi il dispositivo anticollisione va integrato con il limitatore di velocità. Che sarà intelligente, cioè in grado di riconoscere il limite di velocità vigente sul tratto percorso (tramite localizzazione GPS o scansione diretta dei segnali stradali) e di adeguare la velocità del veicolo in caso di superamento del limite. 

Saluti

Purtroppo non  c'è  nessun  mezzo e  nessuna tecnologia  o legge valida  se   qualcuno   non  vuole   rispettare    , se  un  ladro   vuol  rubare  nessuno lo  fermerà , se  un   delinquente   vorrà delinquere  nessuna  forza  dell' ordine  lo potrà   evitare , se  un  politico  non manterrà  le  sue  promesse  e  purtroppo  ad  oggi   lo  fanno tutti e  dico tutti non  c'è  elettore   che  lo  possa obbligare  a  mantenerle .   Quindi  il  tuo  bel   discorso   a  che  pro   ?  Anche  quando  ci  saranno  auto a  guida   automatica  e  senza  pilota  qualcuno  troverà  il  modo  di  bypassare  anche  quella  condizione ... purtroppo  è  nella  natura    umana e in  specie   negli  Italiani  cercare    di non  rispettare  le  regole  ma  pretendere  che   le  stesse  vengano  rispettate   dagli  altri.

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La legge oggi c'è, basterebbe metterla in pratica....ma ci sono anche avvocati....ci sono figli di persone "perbene" che hanno discrete somme per pagarli....un sistema giudiziario che dice che se fai la vittima passi dalla parte della ragione(berlu e salvi lo sanno....per cui, tutto continuerà cosi...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
15 ore fa, fosforo311 ha scritto:

 

 

Vorrei discutere civilmente con voi su questa mia proposta

Proibire tassativamente la vendita di TUTTE le bevande alcoliche (inclusa la birra) in TUTTI gli esercizi pubblici (bar, discoteche, alberghi, ristoranti, centri commerciali, etc.) su TUTTO il territorio nazionale e a TUTTI i cli.enti (anche i maggiorenni), DAL TRAMONTO ALL'ALBA. Per es. in questo periodo invernale il divieto scatterà alle 17:00 per concludersi alle 7:00 del giorno dopo. Mentre in estate con l'ora legale potrà andare per es. dalle 20:00 alle 6:00. Pene severissime colpiranno gli esercenti trasgressori: es. 1000 euro di multa alla prima infrazione, 2 settimane di chiusura alla seconda, ritiro definitivo della licenza alla terza. Agenti della polizia stradale, dei vigili urbani e delle altre forze dell'ordine, agiranno, in abiti borghesi, come agenti provocatori chiedendo alcolici nei vari esercizi commerciali in orari proibiti. 

A mali estremi, estremi rimedi.

 

 

 

Detto e precisato che nonostante la commozione ed il dispiacere che suscitano gli incidenti stradali mortali di questi giorni , l’Italia , nel contesto europeo , rispetto al numero del parco circolante , si trova al secondo posto dopo la Finlandia in relazione al numero di incidenti causati e provocati da guidatori in stato di ebrezza , vorrei ribadire che la cosiddetta “ proposta “ del Cazzaro di Napoli affinché ciò si possa definire ( come invece e però la definisce il Cazzaro ) un estremo rimedio ad un estremo male , e’ una ciofeca di proporzioni gigantesche  che in nessun Paese del mondo , civilizzato o meno , verrebbe presa in minima considerazione se non per essere prodotta come “pezza d’appoggio “ per giustificare l’immediato TSO nei confronti del proponente . Mi spingo perfino a dire che detta proposta avrebbe pochissime probabilità di essere accolta in modo positivo perfino nel salone di barba e capelli di Carmine Petruzziello . In nessun paese al mondo esiste qualcosa che solo “assomigli” alla proposta del Cazzaro napoletano che , ancora ,  non ci ha spiegato come intende organizzare e distribuire sul territorio le forze dell’ordine ( compreso l’esercito ??) per impedire la vendita degli alcolici dal tramonto all’alba ( dalle 17 del pomeriggio fino 7 del giorno dopo nel periodo invernale e dalle 20 fino alle 6 del giorno dopo nel periodo estivo ). Non ci ha ancora spiegato lo status giuridico dei cosiddetti “agenti provocatori “ ovvero a quale ente o giurisdizione militare rispondono per il compito a loro assegnato . Non ci ha ancora spiegato quando e come verrebbero risarciti, dal punto di vista economico , tutti quei proprietari di Ristoranti,  Pizzerie , Bar , paninoteche etc etc che vedrebbero ridotti fortemente i loro incassi dovendo servire solo acqua o bibite , gassate e non , insieme ai cibi .  Scorrendo tra i commenti ne ho letto uno che chiede , naturalmente a me e senza porsi assolutamente il problema delle condizioni psicofisiche del proponente, come intenderei risolvere il problema . Lo accontento subito : in attesa che venga omologata quella sorta di Key Alcool Interlock  che dovrebbe consentire , tramite il respiro degli occupanti del mezzo , se tra loro ve ne sia anche uno con tasso alcolemico superiore al consentito e quindi tale da non permettere la relativa messa in moto del mezzo , mi comporterei come tutti gli altri Paesi Civili . Grandi e ripetute Campagne di Sensibilizzazione su stampa , tv e radio , inasprimento delle sanzioni economiche e prolungamento del periodo di perdita del possesso della patente . 

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non male come soluzione per chi uccide con l'auto. Inasprimento delle sanzioni e prolungamento della sospensione della patente.

Non male, davvero.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non mi sembra di aver detto solo quello . Lei conferma di “vedere” poco . Si spiegano così i suoi fallimenti Archibugiatori.   E lei , invece cosa farebbe ?? E’ d’accordo con la proposta del Cazzaro di Napoli oppure sente un minimo di pudore e preferisce bypassare ??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Esiste una legge che proibisce agli esercenti di servire alcool a chi è già in evidente stato alcolemico, ma lei già ha contestato questa legge dicendo che l'alcool possiamo portarcelo appresso, quindi c'è poco da proporre.

Io proporrei quindi il coprifuoco dalle sei di sera alle sei di mattina durante l'estate, e dalle diciasette alle sette e trenta durante l'inverno.

Chi viene preso per strada senza permesso speciale o giustificazione, sia fucilato sul posto. Ekkekaxzo!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963