Giggino O’ Revocatore . Dei Benetton !!

Ma di che blatera ??  Dice che intende «revocare le concessioni ai Benetton»! Ma quando mai la famiglia Benetton o le sue aziende son state concessionarie della gestione di strade o autostrade? Mai : né oggi, né ieri. Dice che “e’ crollato il ponte e non si sa di chi è la colpa”. La colpa si sa benissimo di chi è: delle strutture fatiscenti. Ma quelle non sono punibili. Sono punibili, invece, i responsabili dei mancati controlli e della scarsa manutenzione. E i responsabili sono in pari misura l'ente appaltante, tenuto a verificare che i lavori fossero fatti secondo il capitolato e a regola d'arte, ed il concessionario, che NON è in alcun modo la “famiglia Benetton”, ma “Autostrade per l'Italia SpA”. Dice che “si perdono i profitti dei Benetton ed è giusto, perché non hanno fatto quanto dovuto per mantenere quel ponte”. I Benetton, proprietari di un 30% di Atlantia, a sua volta proprietaria dell'88% di Autostrade per l'Italia, nella loro veste di detentori di quote azionarie di minoranza di una holding c he ha investito in Autostrade per l'Italia, e non certo di gestori e tantomeno di concessionari, non sono in alcun modo responsabili dell'operato di una SpA della quali non possiedono direttamente un solo titolo azionario. Tante sesquipedali menzogne non hanno che uno scopo: rendere inappetibile in futuro la concessione delle autostrade, così da lasciar andare deserti i bandi d'appalto e mantenere la gestione nelle mani dell'ANAS. Dunque una nazionalizzazione di fatto.  Che una simile politica sia coerente con l'ideologia protofascista dei cinque stelle è un dato di fatto. Che possa andar bene per governare un Paese che vorrebbe (almeno a parole) diventare europeo, e magari liberaldemocratico e trasparente, non è in alcun modo immaginabile. Che poi non esista una sola forza politica capace di denunciare ad alta voce simili colossali menzogne, toglie ogni residua speranza circa il futuro di questo Paese. Ah , dimenticavo : nessuna forza politica escluso Italia Viva . Eh già , ma li comanda Renzi che e’ antipatico e pure più pericoloso di Salvini , Berlusconi e pure di Mussolini ( Fosforo , Cazzaro di Napoli , il 28/11/3019).   Ah , un’altra cosa : il governo può fare tutti i decreti che vuole e può pure , d’imperio , revocare la concessione. Basta sborsare sull’unghia 23 miliardi di euro . Se non lo farà sarà la Corte Costituzionale ad affossare il tutto decretando anticostituzionale l’eventuale decreto . Saluti 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

10 messaggi in questa discussione

6 minuti fa, mark222220 ha scritto:
Ma di che blatera ??  Dice che intende «revocare le concessioni ai Benetton»! Ma quando mai la famiglia Benetton o le sue aziende son state concessionarie della gestione di strade o autostrade? Mai : né oggi, né ieri. Dice che “e’ crollato il ponte e non si sa di chi è la colpa”. La colpa si sa benissimo di chi è: delle strutture fatiscenti. Ma quelle non sono punibili. Sono punibili, invece, i responsabili dei mancati controlli e della scarsa manutenzione. E i responsabili sono in pari misura l'ente appaltante, tenuto a verificare che i lavori fossero fatti secondo il capitolato e a regola d'arte, ed il concessionario, che NON è in alcun modo la “famiglia Benetton”, ma “Autostrade per l'Italia SpA”. Dice che “si perdono i profitti dei Benetton ed è giusto, perché non hanno fatto quanto dovuto per mantenere quel ponte”. I Benetton, proprietari di un 30% di Atlantia, a sua volta proprietaria dell'88% di Autostrade per l'Italia, nella loro veste di detentori di quote azionarie di minoranza di una holding c he ha investito in Autostrade per l'Italia, e non certo di gestori e tantomeno di concessionari, non sono in alcun modo responsabili dell'operato di una SpA della quali non possiedono direttamente un solo titolo azionario. Tante sesquipedali menzogne non hanno che uno scopo: rendere inappetibile in futuro la concessione delle autostrade, così da lasciar andare deserti i bandi d'appalto e mantenere la gestione nelle mani dell'ANAS. Dunque una nazionalizzazione di fatto.  Che una simile politica sia coerente con l'ideologia protofascista dei cinque stelle è un dato di fatto. Che possa andar bene per governare un Paese che vorrebbe (almeno a parole) diventare europeo, e magari liberaldemocratico e trasparente, non è in alcun modo immaginabile. Che poi non esista una sola forza politica capace di denunciare ad alta voce simili colossali menzogne, toglie ogni residua speranza circa il futuro di questo Paese. Ah , dimenticavo : nessuna forza politica escluso Italia Viva . Eh già , ma li comanda Renzi che e’ antipatico e pure più pericoloso di Salvini , Berlusconi e pure di Mussolini ( Fosforo , Cazzaro di Napoli , il 28/11/3019).   Ah , un’altra cosa : il governo può fare tutti i decreti che vuole e può pure , d’imperio , revocare la concessione. Basta sborsare sull’unghia 23 miliardi di euro . Se non lo farà sarà la Corte Costituzionale ad affossare il tutto decretando anticostituzionale l’eventuale decreto . Saluti 

Se i Benetton non controllano ASPI, perché mai Luciano era sotto shock per kazzi chebnon erano i suoi ?

 

https://www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j&url=https://www.lapresse.it/spettacoli/televisione/maurizio_crozza_e_luciano_benetton_sotto_shock_dopo_le_recenti_intercettazioni-1839244/video/2019-09-20/&ved=2ahUKEwjOj7f26OTmAhWvM-wKHWbEDdwQwqsBMAB6BAgIEAQ&usg=AOvVaw2rOjXof7IWpljaXZFONiOb&cshid=1577964888522

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ah beh , se il tutto finisce in ironia e spettacolo va bene tutto . Però , poi , quando saremo costretti a tirare fuori dai bilanci familiari 23 miliardi di euro , ho la sensazione che il sorriso , piano piano , si spegnerà sui nostri volti . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, cortomaltese-*** ha scritto:

PS: lo sa che ci siamo venduti la FIAT allo Stato Francese, oppure le è sfuggito ? Macron, un Presidente protofascista ? Lo sa che Elkann ha venduto FCA detenendone una quota di minoranza ? La nozione di "controllo azionario indiretto" con quote di minoranza e quella di "titolare effettivo" non fanno parte del suo bagaglio culturale ?

Altro discorso il ginepraio delle penali. Ma 43 morti valgono 23 miliardi ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, mark222220 ha scritto:

Ah beh , se il tutto finisce in ironia e spettacolo va bene tutto . Però , poi , quando saremo costretti a tirare fuori dai bilanci familiari 23 miliardi di euro , ho la sensazione che il sorriso , piano piano , si spegnerà sui nostri volti . 

Sui nostri volti il sorriso si è spento la vigilia di Ferragosto dell'anno scorso. Sul suo no ? Aspetta le penali per spegnerlo ? 43 morti non le bastano ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

PS: lo sa che ci siamo venduti la FIAT allo Stato Francese, oppure le è sfuggito ? Macron, un Presidente protofascista ? Lo sa che Elkann ha venduto FCA detenendone una quota di minoranza ? La nozione di "controllo azionario indiretto" con quote di minoranza e quella di "titolare effettivo" non fanno parte del suo bagaglio culturale ?

Altro discorso il ginepraio delle penali. Ma 43 morti valgono 23 miliardi ?

A me più che una vendita di FCA ai Francesi sembra più una fusione . Potrei pure sbagliarmi perché mi sembrerebbe troppo presto fare congetture . In un senso od in un altro . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, mark222220 ha scritto:

A me più che una vendita di FCA ai Francesi sembra più una fusione . Potrei pure sbagliarmi perché mi sembrerebbe troppo presto fare congetture . In un senso od in un altro . 

Nel CDA i francesi sono uno in più, ed hanno la presidenza..... Le dice niente?

Di "patti parasociali" ha mai sentito parlare ?

Farebbe con me una SRL al 50% ma poi comando io ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Sui nostri volti il sorriso si è spento la vigilia di Ferragosto dell'anno scorso. Sul suo no ? Aspetta le penali per spegnerlo ? 43 morti non le bastano ?

Non facciamo demagogia . A me il sorriso si e’ spento nello stesso istante che si e’ spento a lei . Ne’ un secondo prima ne’ un secondo dopo . Ed i 43 morti non c’entrano niente con quel che si dibatte . Perché sennò non c’è cifra che può bastare . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Non facciamo demagogia . A me il sorriso si e’ spento nello stesso istante che si e’ spento a lei . Ne’ un secondo prima ne’ un secondo dopo . Ed i 43 morti non c’entrano niente con quel che si dibatte . Perché sennò non c’è cifra che può bastare . 

Infatti. Vale la pena di pagare qualsiasi cifra per evitare che possa ripetersi. Lei non avverte, qui e là, tra viadotti e gallerie, scricchiolii sinistri ?

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
24 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Infatti. Vale la pena di pagare qualsiasi cifra per evitare che possa ripetersi. Lei non avverte, qui e là, tra viadotti e gallerie, scricchiolii sinistri ?

 

Mi sembra di aver spiegato di chi sono le responsabilità degli scricchiolii.  Lei ha la certezza che una volta che sia Anas che comanda il baccellaio , questi scricchiolii cessino d’incanto ?? Io no . Anzi , potrebbero pure aumentare . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anas non è sinonimo di efficienza, ma nemmeno Atlantia  a quanto pare, salvo applicare gli aumenti nelle varie tratte autostradali a fine anno

In questo senso sono eccezionali.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963