meningite dilaga

Restano gravi le condizioni di Andrea Schiavone, 36enne operaio di Villongo, nella Bergamasca, che è stato ricoverato d’urgenza in terapia intensiva agli Spedali Civili di Brescia per meningite. L’uomo rimane in prognosi riservata. Ieri a Villongo è iniziata la profilassi per i residenti. Stessa prassi è stata disposta per i 70 dipendenti della Oldrati di Adro dove lavora l’uomo. Andrea Schiavone è il terzo residente di Villongo che si ammala di meningite: la prima è stata Veronica Cadei, morta a 19 anni, e poi una 16enne che è stata salvata dopo il ricovero a Bergamo.qualche "autorita'" si chiede il perchè????

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

13 messaggi in questa discussione

2 ore fa, director12 ha scritto:

Restano gravi le condizioni di Andrea Schiavone, 36enne operaio di Villongo, nella Bergamasca, che è stato ricoverato d’urgenza in terapia intensiva agli Spedali Civili di Brescia per meningite. L’uomo rimane in prognosi riservata. Ieri a Villongo è iniziata la profilassi per i residenti. Stessa prassi è stata disposta per i 70 dipendenti della Oldrati di Adro dove lavora l’uomo. Andrea Schiavone è il terzo residente di Villongo che si ammala di meningite: la prima è stata Veronica Cadei, morta a 19 anni, e poi una 16enne che è stata salvata dopo il ricovero a Bergamo.qualche "autorita'" si chiede il perchè????

 

Soldati dell'esercito Ungherese ???

Un'epidemia di meningite preoccupa da qualche settimana le autorita' sanitarie ungheresi. Come riferisce la radiotelevisione austriaca, dall'inizio di dicembre 32 persone sono state ricoverate in ospedale con i sintomi della grave malattia. Quattro finora le vittime accertate. Nella maggior parte dei casi le persone colpite appartengono a unita' dell'esercito ungherese, ma la malattia sembra si stia diffondendo anche tra la popolazione civile. Particolarmente a rischio la zona di Kalocsa nell'Ungheria centrale.

(Adnk/Adnkronos Salute)
 
Modificato da cortomaltese-im

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, cortomaltese-*** ha scritto:

 

Soldati dell'esercito Ungherese ???

Un'epidemia di meningite preoccupa da qualche settimana le autorita' sanitarie ungheresi. Come riferisce la radiotelevisione austriaca, dall'inizio di dicembre 32 persone sono state ricoverate in ospedale con i sintomi della grave malattia. Quattro finora le vittime accertate. Nella maggior parte dei casi le persone colpite appartengono a unita' dell'esercito ungherese, ma la malattia sembra si stia diffondendo anche tra la popolazione civile. Particolarmente a rischio la zona di Kalocsa nell'Ungheria centrale.

(Adnk/Adnkronos Salute)
 

“Da domani sarà attivo un ambulatorio straordinario a Villongo (Bergamo), nella sede del Comune, per offrire la possibilità di vaccinarsi contro il Meningococco C ai residenti fino a 50 anni”. Lo annuncia l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, a seguito dei tre casi di infezione riscontrati nelle ultime tre settimane che hanno colpito tre residenti a Villongo. “Il 24 dicembre – aggiunge l’assessore Gallera – nella struttura di Sarnico 350 persone hanno accettato di vaccinarsi. Proseguiremo con questa campagna straordinaria, invitando i cittadini ad accogliere questa proposta vaccinale

meningitemap-672x372.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, cortomaltese-*** ha scritto:

qualche "autorita'" si chiede il perchè????

lei che è una autorità in materia, sig frizz, che risposta ci dà?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

lei che è una autorità in materia, sig frizz, che risposta ci dà?

non serve essere un'autorita'...basta saper leggere il grafico sopra.....è il classico "disegnino"..ma bisogna guardarlo pe r caprilo.lo so ...impresa difficile....ma provaci ancora sam....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, director12 ha scritto:

non serve essere un'autorita'...basta saper leggere il grafico sopra.....è il classico "disegnino"..ma bisogna guardarlo pe r caprilo.lo so ...impresa difficile....ma provaci ancora sam....

sa che io sono un ignorante sig Frizz.......e allora mi spieghi il disegnino, se è in grado di farlo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

sa che io sono un ignorante sig Frizz.......e allora mi spieghi il disegnino, se è in grado di farlo.

quella è una porzione dell'africa...quelli con i tunicono sono i loro abitanti..che s'imbarcano verso l'italia.tutto senza nessun controllo sanitario serio.la spiegazione è esaustiva??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, director12 ha scritto:

quella è una porzione dell'africa...quelli con i tunicono sono i loro abitanti..che s'imbarcano verso l'italia.tutto senza nessun controllo sanitario serio.la spiegazione è esaustiva??

ma quei signori con i pantaloni arancioni che stanno a fare? E gli africani con la tuta bianca e la mascherina, indossano gli abiti tradizionali del loro paese?

Ma che caxzo di disegnino ha fatto sig. Frizz?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

ma quei signori con i pantaloni arancioni che stanno a fare? E gli africani con la tuta bianca e la mascherina, indossano gli abiti tradizionali del loro paese?

Ma che caxzo di disegnino ha fatto sig. Frizz?

bè,se secondo te non esiste nessun pericolo sanitario,perchè non vai come volontario nelle zone interessate??in mauritania,senegal,uganda e nuova papua guinea ti aspettano a braccia aperte!! non ti serve nessuna protezione,tanto li non ci sono focolai!! e magari fai anche delle nuove...amicizie...con qualche santone locale.ti dara' la sua personale...benedizione!!  oh,alla fine NON venire nel triveneto...che qui si sta bene cosi'....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, director12 ha scritto:

bè,se secondo te non esiste nessun pericolo sanitario,perchè non vai come volontario nelle zone interessate??in mauritania,senegal,uganda e nuova papua guinea ti aspettano a braccia aperte!! non ti serve nessuna protezione,tanto li non ci sono focolai!! e magari fai anche delle nuove...amicizie...con qualche santone locale.ti dara' la sua personale...benedizione!!  oh,alla fine NON venire nel triveneto...che qui si sta bene cosi'....

un minuto dopo che c'è andato lei per aiutarli a casa loro, sig frizz.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

un minuto dopo che c'è andato lei per aiutarli a casa loro, sig frizz.

site voi quelli dell'accoglienza...non noi.e siete sempre voi che sostenete che in quei paese non esiste problema sanitario..quindi,fai la valige e parti!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, director12 ha scritto:

site voi quelli dell'accoglienza...non noi.e siete sempre voi che sostenete che in quei paese non esiste problema sanitario..quindi,fai la valige e parti!!

noi siamo quelli dell'accoglienza, voi quelli dell'aiutiamoli a casa loro. Quindi siete voi che dovete andare in Africa ad aiutarli, Lei per primo assieme al kapitone.

Aiutarli significa anche curare le loro malattie facendo in modo che quando arrivano da noi siano perfettamente sani.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

noi siamo quelli dell'accoglienza, voi quelli dell'aiutiamoli a casa loro. Quindi siete voi che dovete andare in Africa ad aiutarli, Lei per primo assieme al kapitone.

Aiutarli significa anche curare le loro malattie facendo in modo che quando arrivano da noi siano perfettamente sani.

quindi ammetti che hanno malattie..anche contagiose.malattie che sembravano estinte in europa....e d invece,con i barconi sono ancora ben presenti da noi....ma che fai..perchè continui a grattarti?? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Noi invece siamo sanissimi.

Negli ospedali infatti si vedono solo " ne gri" e tutto questo perché quelli del "aiutiamoli a casa loro" non li hanno curati a casa loro come andate dicendo.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963