altre banche in bilico..e a roma pensano alle sarde e ai mori

“Se rischia di saltare una banca come
la Popolare di Bari e ci sono i licen-
ziamenti all’Ilva, rischia di saltare
un’intera Regione e con lei l’Italia”.
Lo dice il leader della Lega, Salvini,
al ‘No tax day’ a Milano. “Se vogliamo
salvare il Paese mettiamoci attorno a
un tavolo con un comitato di salvezza
nazionale”, ha aggiunto.

Ma scusate,un ge-nio al governo di sx  che voleva cambiare l'italia,il parlamento,i sindaci,e gli italiani,non aveva detto che la fusione tra banche le rafforzava??? e ancora:la banca d'italia,che ci sta a fare? sono saltate teste con i fallimenti precedenti???

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

1 ora fa, director12 ha scritto:

sono saltate teste con i fallimenti precedenti???

Non è saltata nessuna testa, pensano di risolvere tutto creando una banca del sud (nostalgia della cassa per il mezzogiorno?) ma banche del sud esistevano già, c'era il Banco di Sicilia, il Banco di Napoli, Il banco di Sardegna,  che fine hanno fatto queste banche? vogliono creare un doppione di quello che esisteva già? diciamo la verità, questo è un momento difficile per tutte le banche, in Germania hanno grossi problemi con le loro banche, i tassi a zero stanno facendo fallire le banche in tutta Europa, in passato le banche che avevano nella loro pancia titoli di stato  Italiani o Tedeschi ricavavano da questo investimento degli interessi, ma adesso con i tassi a zero non prendono niente egli utili  che coprono i costi da dove li prendono? un tempo quando le banche pagavano il 7% a chi portava i soldi e facevano pagare il 14% a chi li prendeva con il largo  margine che avevano potevano facilmente coprire i contenziosi, quelle pratiche di affidamento cioè che finivano male, gente che falliva e non era in grado di restituire i soldi che aveva preso in prestito , ma adesso con i margini ridotti a zero, ogni grosso cliente che fallisce rischia di trascinarsi dietro la banca,  le ingerenze della politica nella gestione fanno il resto; poi ci sono i nuovi arrivati, assicurazioni che fanno da banche, banche che cercano di riciclarsi come assicuratori, banche telematiche, banche sui telefonini, filiali che non servono più a niente, gente che ha bisogno delle filiali e se le trova chiuse,  una grande confusione in un momento di grande trasformazione con vincitori e vinti , anche se in questo momento  ci sono più vinti che vincitori.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963