eccone un altro che non strumentalizza....

GENOVA, 14 DIC – “Sull’altare della chiesa ho messo un crocifisso realizzato con il legno dei barconi utilizzati dai migranti per attraversare il Mediterraneo. Il legno è grezzo e vero e porta i segni della sofferenza, della morte ma anche della speranza”.

Don Valentino Porcile, parroco della chiesa della Santissima Annunziata di Sturla, ha scelto questo simbolo, realizzato dalla Comunità Papa Giovanni XXIII, come simbolo del Natale. I migranti sono “poveri disperati che non hanno angeli che cantino per loro, facili da commiserare ma ancora più facili da dimenticare”.Magari il prete poteva anche dire messa a Pamela e Desire'...che dimenticanza...voluta??

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963