Gretini e cretini

Diamo la parola a Freeman Dyson, altro cazzaro che si occupa di fisica teorica

https://www.independent.co.uk/environment/climate-change/letters-to-a-heretic-an-email-conversation-with-climate-change-sceptic-professor-freeman-dyson-2224912.html

Per i barbershop habitué che non sapessero con chi abbiamo a che fare

https://it.wikipedia.org/wiki/Freeman_Dyson

"Unfortunately the global warming hysteria, as I see it, is driven by politics more than by science".

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Modificato da ilsauro24ore

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

82 messaggi in questa discussione

L'Independent scrive una "lettera a un eretico", ovvero scambia alcune e-mail con l'allora 94enne Freeman Dyson, un fisico e matematico scettico sull'AGW, e manda in solluchero l'ingenuo Sauro24. Ma immagino che si fosse eccitato già per il nome, invero orecchiabile, dello scienziato, una via di mezzo tra quello di un pugile e quello di un attore, dunque suggestivo per il profano e il comune lettore. In effetti ho scoperto che Dyson è uno che arrotonda bene la pensione con le sue suggestive e fantasiose teorie, da cui ricava libri venduti in tutto il mondo, articoli e documentari per la TV, ma che soprattutto ispirano autori di libri e film di fantascienza quasi quanto Joaquim Murrieta, semisconosciuto bandito messicano, ispirò gli scrittori e i registi che ne ricavarono l'eroico personaggio di Zorro (la Volpe). Purtroppo il buon Sauro24, come è noto, non è una volpe, anzi è molto ingenuo, e allega enfaticamente la pagina di Wiki dedicata al fantasioso scienziato con un solenne "guardate un po' con chi abbiamo a che fare". Io sono un ignorante abbonato da quasi 40 anni all'edizione italiana di Scientific American e questo Dyson non lo conoscevo proprio, o meglio ne ricordo vagamente, se la memoria non mi inganna, qualche citazione nella vecchia e famosa pagina di giochi matematici curata da Martin Gardner. Sono andato a controllare e ho scoperto che l'ultimo dei pochi articoli di Dyson su S.A. risale al 1971 e riguardava la sostenibilità ambientale. In effetti dalla biografia su Wiki si evince che Dyson, a differenza di Rubbia, si occupò di clima, ma nei lontani anni '70 cioè quasi ai primordi degli studi sul GW (nel 1979 si tenne la prima conferenza mondiale sul clima). Infatti uno degli argomenti che "l'eretico" usa nello scambio epistolare con l'Independent è tra quelli più arcaici, oltre che ridicoli, del fronte degli scettici: "Muore più gente per il freddo invernale che per il caldo estivo". Dal che si potrebbe dedurre che dobbiamo tornare al carbone ed emettere gas serra a volontà, così allungheremo la vita media delle persone. Gli eretici, come è noto, si dividono in due categorie: quelli che cambiano il corso della storia, o della scienza come Galileo e Einstein (che non rischiò di finire sul rogo ma che all'inizio subì aspre critiche per la sua rivoluzionaria teoria della relatività); e quelli che tutt'al più sconvolgono la cronaca quotidiana. Come gli sfortunati ricercatori del Gran Sasso che pensarono di avere confutato Einstein con i loro neutrini "più veloci della luce" e pubblicarono il clamoroso risultato senza controllare i grossolani difetti dell'apparato di misurazione. Ora io non dirò che Freeman Dyson è un eretico di questa seconda categoria. Né gli farò torto definendolo come la versione anglosassone di Antonino Zichichi. Qualche piccolo contributo alla fisica, ma direi soprattutto alla matematica, Dyson in effetti lo ha dato. Ma altrettanto obbiettivamente non può essere posto all'altezza di un Nobel per la fisica come Carlo Rubbia. E se a quest'ultimo, a 80 anni, scappa una panzana monumentale in materia di mutamenti climatici (per es. quando disse che tra il 2000 e il 2014 la temperatura sulla Terra non era aumentata ma diminuita) possono scapparne di più all'ultra90enne Dyson. È anche noto che è molto difficile far cambiare idea a un anziano. Vedasi il 90enne Zichichi, scettico assai più radicale dei colleghi Dyson e Rubbia sull'AGW, ma che da decenni porta avanti con pervicace passione la sua suggestiva teoria del Supermondo, specie in tv e sui giornali perché nella comunità scientifica, con rispetto parlando, ormai lo cagano poco. Tra le "teorie" più suggestive di Dyson ho trovato queste:

L'albero di Dyson: che non è un grafo matematico e nemmeno un albero di Natale, ma una strana pianta, manco a dirlo geneticamente modificata, capace di crescere su una stella cometa rendendo respirabile e abitabile la sua atmosfera. Magari la metteremo sulla cometa del presepio, ma intanto fa la gioia e le fortune degli scrittori e dei registi di fantascienza:

https://en.m.wikipedia.org/wiki/Dyson_tree

La Sfera di Dyson, gigantesca struttura in grado di avvolgere tutto lo spazio intorno a una stella per catturarne tutta l'energia. Secondo il buon Freeman sarebbe il mezzo usato dalle più progredite civiltà aliene per soddisfare il loro fabbisogno energetico. Quindi chi va a caccia dei marziani deve cercare con i telescopi proprio strutture del genere. Manco a dirlo non ne è stata trovata nemmeno una.

https://en.m.wikipedia.org/wiki/Dyson_sphere

L'Intelligenza Eterna di Dyson: una società di Immortali capaci di sopravvivere, grazie alla loro intelligenza, non solo al global warming (che gli fa un baffo) ma perfino alla "morte termica" dell'Universo.

https://en.m.wikipedia.org/wiki/Dyson's_eternal_intelligence

Il pollo astronauta: un automa spaziale pesante esattamente 1 kg,  capace di autoriprodursi e di andare a esplorare per noi, lui e i suoi discendenti, i meandri più nascosti del cosmo. Secondo Dyson, dovremmo inondare l'universo di "uova" di polli astronauta.

https://en.m.wikipedia.org/wiki/Astrochicken

E mi fermo qui. Spero che perfino il pollo del forum Sauro24 abbia capito "con chi abbiamo a che fare". Ma non posso omettere questo imperdibile filmato del prof. Zichicche, come lo chiama Odifreddi. Questo scettico radicale sul global warming antropogenico si mostra tutt'altro che scettico, ma direi visibilmente eccitato per la scoperta dei neutrini "più veloci della luce", e nello studio televisivo dell'autorevole Gianfranco Magalli tradisce tutta la sua impazienza in attesa delle conferme, perché quella scoperta manderebbe in soffitta il vecchio Alberto e farebbe salire alla ribalta scientifica la sua teoria del Supermondo. Dove naturalmente le 26 dimensioni della più ardita delle teorie delle Stringhe sono una bazzecola. Il Supermondo di Zichicche ha 43 dimensioni. Venghino siori, venghino!

https://youtu.be/5Hh45-M1Uuk

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Insomma abbiamo trovato un altro cazzaro che fa coppia con Rubbia.

Un cazzaro che, non essendo cliente del barbershop Carmine Petruzziello, l'umile ingegnere fosforo31 non conosceva.

Un cazzaro membro della British Royal Society e dell'American National Academy of Sciences.

Un cazzaro con il quale il giornalista inglese Steve Connor inizia uno scambio epistolare ricordando che "some have called you the heir to Einstein" .

Il cazzaro ha trascorso diversi decenni a Princeton e ha sviluppato modelli matematici molto al di là della comprensione  dell'umile ingegnere fosforo31 e di tutti coloro che non hanno conseguito un dottorato di fisica teorica.

Il cazzaro, che probabilmente di scienza ne capisce molto ma molto di più dell'umile ingegnere fosforo31, afferma testualmente che "unfortunately the global warming hysteria, as I see it, is driven by politics more than by science".

L'umile ingegnere fosforo31 posi gli "agili appunti" e senza deve perdere altro tempo si rivolga a

https://www.aslnapoli1centro.it/disagio-psichico

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Modificato da ilsauro24ore

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ilsauro24ore ha scritto:

Insomma abbiamo trovato un altro cazzaro che fa coppia con Rubbia.

Un cazzaro che, non essendo cliente del barbershop Carmine Petruzziello, l'umile ingegnere fosforo31 non conosceva.

Un cazzaro membro della British Royal Society e dell'American National Academy of Sciences.

Un cazzaro con il quale il giornalista inglese Steve Connor inizia uno scambio epistolare ricordando che "some have called you the heir to Einstein" .

Il cazzaro ha trascorso diversi decenni a Princeton e ha sviluppato modelli matematici molto al di là della comprensione  dell'umile ingegnere fosforo31 e di tutti coloro che non hanno conseguito un dottorato di fisica teorica.

Il cazzaro, che probabilmente di scienza ne capisce molto ma molto di più dell'umile ingegnere fosforo31, afferma testualmente che "unfortunately the global warming hysteria, as I see it, is driven by politics more than by science".

L'umile ingegnere fosforo31 posi gli "agili appunti" e senza deve perdere altro tempo si rivolga a

https://www.aslnapoli1centro.it/disagio-psichico

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Ma sua mamma le dà da mangiare con la fionda ? Lei vola altissimo !!! Io sono il re degli ignoranti, ma vorrei farle una domanda:

Se ha ragione Greta, potremo tranquillamente tornare indietro, dall'eolico al carbone. E le garantisco che saremo sempre in tempo a farlo.

Se avete ragione Zicchiricchicchi', lei e il suo amico pisano Mark, lei può assicurarmi che il punto di non ritorno non lo avremo già passato quando dovessimo cambiare parere ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Se avete ragione Zicchiricchicchi', lei e il suo amico pisano Mark, lei può assicurarmi che il punto di non ritorno non lo avremo già passato quando dovessimo cambiare parere ?

Sicuro di avere capito i termini della questione?

Buona futua opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, ilsauro24ore ha scritto:

Sicuro di avere capito i termini della questione?

Buona futua opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Risponda cortesemente nel merito della domanda.......se si degna di scendere al mio modesto livello.

Gliela ripeto:

Se il riscaldamento non è antropico, ma noi scegliamo erroneamente fonti rinnovabili, potremo tornare indietro in qualsiasi momento accorgendoci dell'errore.

Se invece è antropico, e noi scegliamo erroneamente fonti fossili, lei può garantire che in qualsiasi momento potremo tornare indietro ? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Ma sua mamma le dà da mangiare con la fionda ? Lei vola altissimo !!! Io sono il re degli ignoranti, ma vorrei farle una domanda:

Se ha ragione Greta, potremo tranquillamente tornare indietro, dall'eolico al carbone. E le garantisco che saremo sempre in tempo a farlo.

Se avete ragione Zicchiricchicchi', lei e il suo amico pisano Mark, lei può assicurarmi che il punto di non ritorno non lo avremo già passato quando dovessimo cambiare parere ?

Forse , sig Cortomaltese , non siamo capiti . Io dico , proprio perché nessuno su questo forum , può avere le competenze scientifiche adeguate , che io mi fido di più , almeno fino a prova contraria , di scienziati di primo livello rispetto a Greta che sarà anche una ragazza in gamba , ma , a 16 anni , e non avendo scritto manco un libro riconosciuto dalla comunità scientifica mondiale , non dovrebbe avere le stesse valenze scientifiche di chi , invece , di pubblicazioni riconosciute , ne ha scritte qualche centinaio. Poi , certo , e’ chiaro che ognuno può pensarla come le pare e piace . Si figuri , sul forum , c’è un imbeci lle patentato che da dell’ignorante ad un Premio Nobel . Non solo , dopo aver letto la rivista bimensile Valigia blu , nota rivista in mano a dei despersdos dell’ambiente , ritiene pure opportuno gratificare il suindicato premio Nobel di estensore di panzane . E lo fa al punto di proporre , sempre al premio Nobel , di prendere delle lezioni private dallo stesso Cazzaro di Napoli . Ora vedo che ironizza pure su luminari riconosciuti quali Dyson e Zichichi . Oh , ragazzi fate voi , eh !! Per me questo e’ un enorme e grandissimo imbecil le. Così , a prescindere !! E non si capisce proprio come sia possibile che detto scienziato ( che svaria ed eccelle pure in altri capitolati scientifici ed umanistici ) se ne stia su questo forum invece di partecipare a quei seminari sparsi per il globo terrestre . Lei , sig Cortomaltese , se lo spiega ?? Siii ?? Bene , io no !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se il riscaldamento non è antropico allora NON potremo tornare indietro se scegliamo erroneamente fonti rinnovabili per il semplice motivo che il riscaldamento NON dipende da attività umane.

Se invece è antropico, e su questo punto gli scienziati non sono concordi, non potremo tornare indietro se scegliamo la soluzione erronea al problema. Alla questione "computer models have shown that the increase in global temperatures can only be explained by the increase in atmospheric CO2 concentrations"  e alla questione "climate scientists say there is no other reasonable explanation for the warming they insist is happening" il cazzaro che ha passato diversi decenni a Princeton risponde NO.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, ilsauro24ore ha scritto:

Se il riscaldamento non è antropico allora NON potremo tornare indietro se scegliamo erroneamente fonti rinnovabili per il semplice motivo che il riscaldamento NON dipende da attività umane.

Se invece è antropico, e su questo punto gli scienziati non sono concordi, non potremo tornare indietro se scegliamo la soluzione erronea al problema. Alla questione "computer models have shown that the increase in global temperatures can only be explained by the increase in atmospheric CO2 concentrations"  e alla questione "climate scientists say there is no other reasonable explanation for the warming they insist is happening" il cazzaro che ha passato diversi decenni a Princeton risponde NO.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Quindi se il riscaldamento NON È ANTROPICO la scelta sul tipo di energia è indifferente.

MA SE INVECE FOSSE ANTROPICO ?

Cosa succede se facciamo la scelta sbagliata ? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

MA SE INVECE FOSSE ANTROPICO ?

Cosa succede se facciamo la scelta sbagliata ? 

Chieda ai climate scientists.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
30 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Forse , sig Cortomaltese , non siamo capiti . Io dico , proprio perché nessuno su questo forum , può avere le competenze scientifiche adeguate , che io mi fido di più , almeno fino a prova contraria , di scienziati di primo livello rispetto a Greta che sarà anche una ragazza in gamba , ma , a 16 anni , e non avendo scritto manco un libro riconosciuto dalla comunità scientifica mondiale , non dovrebbe avere le stesse valenze scientifiche di chi , invece , di pubblicazioni riconosciute , ne ha scritte qualche centinaio. Poi , certo , e’ chiaro che ognuno può pensarla come le pare e piace . Si figuri , sul forum , c’è un imbeci lle patentato che da dell’ignorante ad un Premio Nobel . Non solo , dopo aver letto la rivista bimensile Valigia blu , nota rivista in mano a dei despersdos dell’ambiente , ritiene pure opportuno gratificare il suindicato premio Nobel di estensore di panzane . E lo fa al punto di proporre , sempre al premio Nobel , di prendere delle lezioni private dallo stesso Cazzaro di Napoli . Ora vedo che ironizza pure su luminari riconosciuti quali Dyson e Zichichi . Oh , ragazzi fate voi , eh !! Per me questo e’ un enorme e grandissimo imbecil le. Così , a prescindere !! E non si capisce proprio come sia possibile che detto scienziato ( che svaria ed eccelle pure in altri capitolati scientifici ed umanistici ) se ne stia su questo forum invece di partecipare a quei seminari sparsi per il globo terrestre . Lei , sig Cortomaltese , se lo spiega ?? Siii ?? Bene , io no !! 

Bene. Premesso che in fatto di clima qui siamo tutti incompetenti (salvo i sapientoni partenopei e i rettili istruiti), confessiamo la nostra ignoranza.

Io di GW ne capisco come di OGM.

Anche sugli OGM gli studiosi sono divisi. Qualcuno dice che sono innocui, per altri sono mutageni.

Però io quando faccio la spesa alla Coop, se trovo la scritta OGM FREE sulle uova, compro quelle.

Vorrei poter applicare alla questione del clima lo stesso "principio di precauzione".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, ilsauro24ore ha scritto:

Chieda ai climate scientists.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

I climate scientists sono divisi. Non esiste un parere uniforme. Come sugli OGM ci sono scienziati che dicono che sono innocui ed altri che sostengono che possono indurre mutazioni genetiche.

Però quando faccio la spesa alla Coop (ovviamente), se trovo scritto sulle uova "OGM FREE", per farmi lo zabajone mi compro quelle.

Quelle OGM se le frigga pure lei insieme al suo amico pisano Mark.

Sul clima direi che è opportuno adottare lo stesso principio di precauzione.

Nel dubbio fare la scelta REVERSIBILE lo trovo soltanto saggio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Egregio Cortomaltese, io non sono un "sapientone", non credo di esserlo e non mi sforzo di apparirlo. Sono solo uno che fin da ragazzo soffre di insonnia (come ti confermerà l'orario di questo post) e che convive con questo grave problema senza fare uso di sonniferi ma solo di lunghe e buone letture notturne. Può darsi che io abbia una naturale propensione all'insegnamento, come mi dicono in molti. Io penso di avere una propensione maggiore alla buona cucina. Ho già spiegato in questa discussione i motivi per cui ho scelto di cimentarmi in una sfida per me ardita: affrontare la complessa questione dei cambiamenti climatici in modo articolato e un pochino tecnico. Finora sono riuscito a scrivere solo i primi due post, ma devo studiare e capire prima di scrivere. A proposito, non so se li hai letti. Sono un po' lunghi (la prolissità è uno dei minori del vagone di difetti che mi trascino) ma gradirei conoscere il tuo parere, eventuali domande, critiche, suggerimenti.

Il principio di precauzione che hai giustamente tirato in ballo merita un post apposito per quanto concerne il global warming.

Ma il caso degli OGM è molto diverso. Puoi mangiare senza problemi tutti gli OGM che vuoi, purché  privi di pesticidi e altre sostanze inquinanti.  Ma molti OGM sono creati proprio con lo scopo di essere meno appetibili dai parassiti e dunque richiedono meno pesticidi. Fu Darwin il primo a capire che TUTTI gli organismi sono OGM. Modificati dalla natura con la selezione naturale o artificialmente dall'uomo. Di conseguenza sono OGM anche TUTTI gli alimenti di natura organica. A cominciare dal pane. Infatti il frumento da cui lo ricaviamo (e da cui lo si ricavava anche ai tempi di Darwin) è un OGM artificiale ottenuto incrociando il farro (che a sua volta è un incrocio) con una egilope (o erba delle capre).   

Prima di concludere voglio segnalare che, secondo il consueto sondaggio Ispi-Ipsos di fine anno, la notizia che ha maggiormente preoccupato gli italiani nel 2019 sono stati gli incendi nella foresta amazzonica. Mentre la migliore notizia del 2019 per gli italiani è stata la mobilitazione internazionale sull'ambiente guidata dalla sedicenne Greta Thunberg. 

La sensibilità degli italiani ai problemi ambientali evidentemente è in crescita: anche questa è una buona notizia. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, fosforo311 ha scritto:

 Mentre la migliore notizia del 2019 per gli italiani è stata la mobilitazione internazionale sull'ambiente guidata dalla sedicenne Greta Thunberg.

La migliore notizia del 2019 non è data dai progressi della scienza nella comprensione dei cambiamenti climatici.

La migliore notizia del 2019 è la mobilitazione guidata da Greta, cioè lascenza.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ilsauro24ore ha scritto:

La migliore notizia del 2019 non è data dai progressi della scienza nella comprensione dei cambiamenti climatici.

La migliore notizia del 2019 è la mobilitazione guidata da Greta...

Ovvio, Pollo24. Come indica il sondaggio ISPI-IPSOS, anche gli italiani hanno capito, nel 2019, che non c'è progresso della scienza che possa smuovere i politici e i governi dalla loro inerzia senza una forte mobilitazione internazionale sul problema epocale dei mutamenti climatici di origine antropica. Mobilitazione che ancora non basta, visto anche il fallimento della COP25 di Madrid. Peraltro prevedibile data l'assenza vergognosa dei principali paesi emettitori di gas serra. Ma Greta non è solo molto più intelligente e motivata, è anche più TOSTA di quel fossile che siede (ancora per poco, un anno al massimo) alla Casa Bianca e che vorrebbe riportare l'economia al carbone. La battaglia di Greta e dell'umanità è solo agli inizi. Ma tu continua pure a rimbambirti sui romanzi di fantascienza ispirati al Pollo Astronauta di Freeman Dyson.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

La battaglia di Greta e dell'umanità è solo agli inizi. Ma tu continua pure a rimbambirti sui romanzi di fantascienza ispirati al Pollo Astronauta di Freeman Dyson

Freeman Dyson non ha mai parlato del pollo astronauta.

Sei tu che ne parli, per il semplice motivo che NON POSSIEDI le competenze necessarie per capire i modelli di Freeman Dyson, il cazzaro che ha passato diversi decenni a Princeton.

Il tuo problema è semplicissimo: confondi la scienza. ovvero chi ha trascorso diversi decenni a Princeton, con lascenza nella persona della nordica gretina, che a Princeton non è nemmeno stata di passaggio (probabilmente perché Princeton non è raggiungibile con la costosissima ma spartana barchetta di Pierre Casiraghi).

E non dimenticare mai che

SEI UN CAZZARO

CON UNA GRAVE

PATOLOGIA PSICHIATRICA

costretto a mistificare continuamente la realtà per accordare la stessa con i tuoi pregiudizi.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Modificato da ilsauro24ore

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, fosforo311 ha scritto:

La Sfera di Dyson, gigantesca struttura in grado di avvolgere tutto lo spazio intorno a una stella per catturarne tutta l'energia. Secondo il buon Freeman sarebbe il mezzo usato dalle più progredite civiltà aliene per soddisfare il loro fabbisogno energetico. Quindi chi va a caccia dei marziani deve cercare con i telescopi proprio strutture del genere. Manco a dirlo non ne è stata trovata nemmeno una.

Sembra che Freeman Dyson venga preso seriamente.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Screenshot_2019-12-21 Una nuova via per cercare civiltà aliene - Le Scienze.png

Screenshot_2019-12-21 Una nuova via per cercare civiltà aliene - Le Scienze.png

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 ore fa, fosforo311 ha scritto:

L'Independent scrive una "lettera a un eretico", ovvero scambia alcune e-mail con l'allora 94enne Freeman Dyson, un fisico e matematico scettico sull'AGW, e manda in solluchero l'ingenuo Sauro24. Ma immagino che si fosse eccitato già per il nome, invero orecchiabile, dello scienziato, una via di mezzo tra quello di un pugile e quello di un attore, dunque suggestivo per il profano e il comune lettore. In effetti ho scoperto che Dyson è uno che arrotonda bene la pensione con le sue suggestive e fantasiose teorie, da cui ricava libri venduti in tutto il mondo, articoli e documentari per la TV, ma che soprattutto ispirano autori di libri e film di fantascienza quasi quanto Joaquim Murrieta, semisconosciuto bandito messicano, ispirò gli scrittori e i registi che ne ricavarono l'eroico personaggio di Zorro (la Volpe). Purtroppo il buon Sauro24, come è noto, non è una volpe, anzi è molto ingenuo, e allega enfaticamente la pagina di Wiki dedicata al fantasioso scienziato con un solenne "guardate un po' con chi abbiamo a che fare". Io sono un ignorante abbonato da quasi 40 anni all'edizione italiana di Scientific American e questo Dyson non lo conoscevo proprio, o meglio ne ricordo vagamente, se la memoria non mi inganna, qualche citazione nella vecchia e famosa pagina di giochi matematici curata da Martin Gardner. Sono andato a controllare e ho scoperto che l'ultimo dei pochi articoli di Dyson su S.A. risale al 1971 e riguardava la sostenibilità ambientale. In effetti dalla biografia su Wiki si evince che Dyson, a differenza di Rubbia, si occupò di clima, ma nei lontani anni '70 cioè quasi ai primordi degli studi sul GW (nel 1979 si tenne la prima conferenza mondiale sul clima). Infatti uno degli argomenti che "l'eretico" usa nello scambio epistolare con l'Independent è tra quelli più arcaici, oltre che ridicoli, del fronte degli scettici: "Muore più gente per il freddo invernale che per il caldo estivo". Dal che si potrebbe dedurre che dobbiamo tornare al carbone ed emettere gas serra a volontà, così allungheremo la vita media delle persone. Gli eretici, come è noto, si dividono in due categorie: quelli che cambiano il corso della storia, o della scienza come Galileo e Einstein (che non rischiò di finire sul rogo ma che all'inizio subì aspre critiche per la sua rivoluzionaria teoria della relatività); e quelli che tutt'al più sconvolgono la cronaca quotidiana. Come gli sfortunati ricercatori del Gran Sasso che pensarono di avere confutato Einstein con i loro neutrini "più veloci della luce" e pubblicarono il clamoroso risultato senza controllare i grossolani difetti dell'apparato di misurazione. Ora io non dirò che Freeman Dyson è un eretico di questa seconda categoria. Né gli farò torto definendolo come la versione anglosassone di Antonino Zichichi. Qualche piccolo contributo alla fisica, ma direi soprattutto alla matematica, Dyson in effetti lo ha dato. Ma altrettanto obbiettivamente non può essere posto all'altezza di un Nobel per la fisica come Carlo Rubbia. E se a quest'ultimo, a 80 anni, scappa una panzana monumentale in materia di mutamenti climatici (per es. quando disse che tra il 2000 e il 2014 la temperatura sulla Terra non era aumentata ma diminuita) possono scapparne di più all'ultra90enne Dyson. È anche noto che è molto difficile far cambiare idea a un anziano. Vedasi il 90enne Zichichi, scettico assai più radicale dei colleghi Dyson e Rubbia sull'AGW, ma che da decenni porta avanti con pervicace passione la sua suggestiva teoria del Supermondo, specie in tv e sui giornali perché nella comunità scientifica, con rispetto parlando, ormai lo cagano poco. Tra le "teorie" più suggestive di Dyson ho trovato queste:

L'albero di Dyson: che non è un grafo matematico e nemmeno un albero di Natale, ma una strana pianta, manco a dirlo geneticamente modificata, capace di crescere su una stella cometa rendendo respirabile e abitabile la sua atmosfera. Magari la metteremo sulla cometa del presepio, ma intanto fa la gioia e le fortune degli scrittori e dei registi di fantascienza:

https://en.m.wikipedia.org/wiki/Dyson_tree

La Sfera di Dyson, gigantesca struttura in grado di avvolgere tutto lo spazio intorno a una stella per catturarne tutta l'energia. Secondo il buon Freeman sarebbe il mezzo usato dalle più progredite civiltà aliene per soddisfare il loro fabbisogno energetico. Quindi chi va a caccia dei marziani deve cercare con i telescopi proprio strutture del genere. Manco a dirlo non ne è stata trovata nemmeno una.

https://en.m.wikipedia.org/wiki/Dyson_sphere

L'Intelligenza Eterna di Dyson: una società di Immortali capaci di sopravvivere, grazie alla loro intelligenza, non solo al global warming (che gli fa un baffo) ma perfino alla "morte termica" dell'Universo.

https://en.m.wikipedia.org/wiki/Dyson's_eternal_intelligence

Il pollo astronauta: un automa spaziale pesante esattamente 1 kg,  capace di autoriprodursi e di andare a esplorare per noi, lui e i suoi discendenti, i meandri più nascosti del cosmo. Secondo Dyson, dovremmo inondare l'universo di "uova" di polli astronauta.

https://en.m.wikipedia.org/wiki/Astrochicken

E mi fermo qui. Spero che perfino il pollo del forum Sauro24 abbia capito "con chi abbiamo a che fare". Ma non posso omettere questo imperdibile filmato del prof. Zichicche, come lo chiama Odifreddi. Questo scettico radicale sul global warming antropogenico si mostra tutt'altro che scettico, ma direi visibilmente eccitato per la scoperta dei neutrini "più veloci della luce", e nello studio televisivo dell'autorevole Gianfranco Magalli tradisce tutta la sua impazienza in attesa delle conferme, perché quella scoperta manderebbe in soffitta il vecchio Alberto e farebbe salire alla ribalta scientifica la sua teoria del Supermondo. Dove naturalmente le 26 dimensioni della più ardita delle teorie delle Stringhe sono una bazzecola. Il Supermondo di Zichicche ha 43 dimensioni. Venghino siori, venghino!

https://youtu.be/5Hh45-M1Uuk

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ah ecco ecco . Secondo il Premio “ La Scoppoletta”  di Qualiano (NA) , tale Cazzaro Napoletano Fosforo 311, Freeman Dyson , sarebbe un “Pellegrino” qualsiasi e meritevole di seguire lezioni private impartire da Scoppoletta stesso .  Me cojoni ...!!!

Wikipedia
Ricerca
 

Freeman Dyson

fisico e matematico statunitense
 
190px-Freeman_Dyson_%282005%29.jpg
Freeman Dyson nel 2005
Premio Wolf Premio Wolf per la fisica1981

Freeman John Dyson (Crowthorne15 dicembre1923) è un fisico e matematico britanniconaturalizzato statunitense; conosciuto principalmente per i suoi studi in elettrodinamica quantisticafisica dello stato solido ed ingegneria nucleare, ha teorizzato vari concetti che tutt'ora portano il suo nome. I più importanti tra questi sono la trasformazione di Dyson, l'albero di Dyson, la serie di Dyson e la sfera di Dyson (o "sfera Dyson").

 

 
BiografiaModifica

Nato il 15 dicembre 1923 a Crowthorne in Berkshire, Dyson è figlio del compositore inglese George Dyson. Non ci sono relazioni di sangue tra lui e l'astronomo Frank Watson Dyson, ma il fatto che condividesse il cognome con Freeman incentivò ancor più quest'ultimo nel proseguire i suoi studi ed aumentare il suo interesse per la scienza. In giovane età, Dyson mostra un notevole interesse per lo studio del sistema solare e della sua logica, ed all'età di cinque anni calcola il numero di atomi presenti nel Sole. Dal 1936 al 1941 frequenta il Winchester College, dove suo padre aveva lavorato come direttore d'orchestra e maestro di Musica. All'età di diciassette anni studia con il matematico Godfrey Harlod Hardy al Trinity College (dove due anni prima aveva vinto una borsa di studio) e due anni dopo, all'età di diciannove anni, viene chiamato a lavorare per la Operational Research Section (ORS) del Comando Bombardieri della Royal Air Force inglese durante la Seconda guerra mondiale. Al termine di quest'ultima, Dyson viene riammesso al Trinity College, dove ottiene il "Bachelor of Arts degree" in matematica e dove poi si tratterrà per qualche anno per continuare i suoi studi come collaboratore del college.

Nel 1947 Dyson si trasferisce negli Stati Uniti per conseguire il dottorato in fisica assieme al fisico nucleare Tedesco Hans Bethe alla Cornell University(1947-1948). Nel giro di una settimana dal suo arrivo, Dyson fa la conoscenza del fisico teorico Richard Feynman, che riconosce immediatamente la genialità di Dyson, e decide di seguirlo nei suoi studi. Negli anni successivi studia al Institute for Advanced Study per poi tornare nel 1949 in Inghilterra, dove diventa ricercatore all'Università di Birminghamsenza, però, essere mai riuscito a conseguire il dottorato.

Nel suo periodo di permanenza in Inghilterra, Dyson dimostra l'equivalenza di due formule in elettrodinamica quantistica facendo frequente utilizzo dei diagrammi di Feynman (cosa della quale Feynman stesso rimase molto colpito in quanto Dyson fu la prima persona ad "apprezzare" l'utilizzo dei diagrammi da lui studiati): la prima è, appunto, rappresentata dai diagrammi, mentre la seconda è rappresentata dal metodo operativo sviluppato dai fisici teorici Julian Schwinger e Shin'ichirō Tomonaga. Secondo Dyson, i diagrammi di Feynman non sono solamente strumenti e formule di calcolo, bensì essi riescono a rappresentare, grazie a formule sviluppate dallo stesso Dyson, dei potenti strumenti tramite i quali è possibile risolvere i problemi di "rinormalizzazione", ovvero le problematiche derivate dal calcolo di cifre infinite che emergono nello studio di quantità fisiche.

Gli studi di Dyson sui diagrammi, inoltre, sono presentati in modo che anche gli altri fisici potessero facilmente comprenderli, rendendo più facile la loro "accettazione" da parte dei fisici.

In particolar modo, gli studi di Dyson sul lavoro di Feynman interessano il fisico teorico Robert Oppenheimer, che in seguito ricompensa Dyson offrendogli la possibilità di continuare gratuitamente i suoi studi all' Institute for Advanced Study (citando le parole di Oppenheimer, questo decise di ricompensare Dyson per "avergli provato di aver sbagliato").

Nel 1949 continua i suoi studi e concepisce il concetto della serie di Dyson.

Due anni più tardi, nel 1951, si unisce alla facoltà di Cornell in veste di professore, pur mancando di un dottorato, e nel 1953 gli viene offerto un incarico permanente presso il Institute for Advanced Study a Princeton, nel New Jersey, nel quale ha lavorato per più di sessant'anni. Tuttora, all'età di novantaquattro si trova lì, in qualità di professore ormai ritirato.

Nel 1957 riceve la cittadinanza statunitense in quanto cittadino naturalizzato e rinuncia quindi alla sua nazionalità inglese. Solo in seguito si è scoperto che una delle maggiori cause che lo ha spinto a fare ciò è il fatto che ai suoi figli, nati negli Stati Uniti, non è mai stata riconosciuta la nazionalità inglese.

Negli anni successivi, più precisamente dal 1957 al 1961, ha preso parte al Progetto Orione, nel quale si è proposta la possibilità di un viaggio nello spazio utilizzando la propulsione dell'energia nucleare; è stato in seguito realizzato un prototipo con degli esplosivi convenzionali, risultando in un effettivo successo e dimostrando, di conseguenza, la fattibilità del progetto. Nel 1963, però, il Trattato sulla messa al bando parziale degli esperimenti nucleari (in inglese "Partial Test Ban Treaty", abbreviato in PTBT) ha permesso come solo ed unico metodo di sperimentazione nucleare la sperimentazione sotterranea, causando di conseguenza l'abbandono del progetto.

Nel 1958 ha lavorato come leader del team di design nel progetto TRIGA, un reattore nucleare abbastanza ristretto e relativamente sicuro utilizzato in ospedali ed università di tutto il mondo per la produzione di isotopi a scopo medico. 

In documento del 1966 Dyson, assieme ad Andrew Lenard, prova che il principio di esclusione di Pauligioca un ruolo fondamentale nella stabilità della materia: i due hanno infatti provato che non è la repulsione elettromagnetica degli elettroni di due superfici di due blocchi di legno (posti uno sopra l'altro) a far sì che questi non collassino in un singolo ammasso di materia, bensì è il principio di esclusione, applicato a protoni ed elettroni, che genera la macroscopica "forza normale". Sempre nell'ambito della fisica della materia condensata, Dyson ha studiato anche la transizione del modello di Ising in una dimensione e le onde a spirale.

Dyson ha lavorato in una serie di campi oltre alla matematica, come topologia, analisi, la teoria dei numeri e le matrici casuali. Proprio riguardo a quest'ultimo campo, nel 1973 il teorico dei numeri Hugh Montgomery stava visitando il Institute for Advanced Study dopo aver scritto la sua congettura riguardante la distribuzione degli zeri nella funzione zeta di Riemann. Dopo aver mostrato la sua formula al matematico Atle Selberg, gli viene suggerito di mostrare la sua teoria a Dyson. Questo riconosce la formula come la funzione di distribuzione radiale dell'insieme unitario gaussiano e ciò mostra un probabile rapporto tra la distribuzione dei numeri primi ed i livelli energetici dei nuclei degli elementi pesanti (come l'uranio). 

Nell'anno 1979 Dyson ha collaborato con l'Institute for Energy Analysis per lo studio del clima. Il suo gruppo, sotto le direttive del fisico nucleare Alvin Weinberg, ha aperto la strada ad una moltitudine di studi climatici grazie anche al supporto fornito da un gruppo di biologi. 

Nel corso degli anni '70 ha lavorato sugli studi climatici assieme al gruppo di scienziati d'élite statunitensi chiamato JASON.

Nonostante sia stato premiato numerose volte, Dyson non ha mai ricevuto il Premio Nobel. Secondo il fisico teorico e Premio Nobel Steven Weinberg tale decisione fu errata da parte del Comitato Nobel, ma Dyson stesso ha ricordato, nel 2009, che "[pensa] sia quasi vero, senza eccezioni, che se si vuole mai vincere un Premio Nobel si dovrebbe prendere un lungo periodo di attenzione e concentrarsi su un problema profondo ed importante per dieci anni. Ciò non era nel mio stile."

Dyson ha contribuito regolarmente al The New York Review of Books e, nel 2012, ha pubblicato assieme all'astrofisico William Henry Press un nuovo risultato riguardante il Dilemma del prigioniero sulla rivista scientifica statunitense PNAS.

Nel 2000 gli è stato assegnato il Premio Templeton.

Si professa cristiano anche se non si cura molto della dottrina.[1]

 

 
RiconoscimentiModifica

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come ho già detto Greta è una icona.

Senza di lei gli scienziati del forum, col caxzo avrebbero preso posizione, schierandosi appunto con la scienza, che, proprio perché portata avanti da scienziati, li vede (gli scienziati) spesso contraddirsi l'uno con l'altro. Tutti comunque sono d'accordo che bisogna ridurre la CO2.

A proposito, che ci dicono gli scienziati del forum del buco dell'ozono del quale nessuno parla più.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mr. risata, non esistono scienziati in questo forum.

Esistono forumisti che vanno acriticamente dietro a lascenza ed esistono forumisti che hanno ben presente che la scienza, al contrario della Siemens, non ha bisogno di icone.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
26 minuti fa, ilsauro24ore ha scritto:

 

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti 

MALA  OPPOSIZIONE per  molto se  non  per  sempre ,  DI  PREGIUDICATI , CONDANNATI , PRESCRITTI , INQUISITI , INDAGATI RINVIATI A  GIUDIZIO E /O AMNISTIATI    GRAZIATI  DI DESTRA

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ahaha.ha ha scritto:

Come ho già detto Greta è una icona.

Senza di lei gli scienziati del forum, col caxzo avrebbero preso posizione, schierandosi appunto con la scienza, che, proprio perché portata avanti da scienziati, li vede (gli scienziati) spesso contraddirsi l'uno con l'altro. Tutti comunque sono d'accordo che bisogna ridurre la CO2.

A proposito, che ci dicono gli scienziati del forum del buco dell'ozono del quale nessuno parla più.

Guardi sig Sancho che qui , sul forum , l’unico che si atteggia a scienziato e’ il suo titolare . Lo fa a tal punto che “punzecchia” Premi Nobel ed altri scienziati riconosciuti nel mondo . Addirittura si candida per impartire loro lezioni private . Le chiedo: ma il suo ruolo le impedisce anche di poterle consigliare una maggiore prudenza dialettica ?? Oppure l’esposizione al ridicolo con successivo intervento di condivisione, compiacimento e solidarietà  da parte sua  fa parte delle mansioni stipulate ?? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Guardi sig Sancho che qui , sul forum , l’unico che si atteggia a scienziato e’ il suo titolare . Lo fa a tal punto che “punzecchia” Premi Nobel ed altri scienziati riconosciuti nel mondo . Addirittura si candida per impartire loro lezioni private . Le chiedo: ma il suo ruolo le impedisce anche di poterle consigliare una maggiore prudenza dialettica ?? Oppure l’esposizione al ridicolo con successivo intervento di condivisione, compiacimento e solidarietà  da parte sua  fa parte delle mansioni stipulate ?? 

Compiacimento e solidarietà è quella che ha stipulato lei con il suo signore e padrone sig Mark?

Io in qualità di Sancho, mi sono anche permesso di criticare i pensieri del sig Fosforo, cosa che invece lei non ha mai fatto nei confronti del suo signore e padrone Leopoldino il grande.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ilsauro24ore ha scritto:

Mr. risata, non esistono scienziati in questo forum.

Esistono forumisti che vanno acriticamente dietro a lascenza ed esistono forumisti che hanno ben presente che la scienza, al contrario della Siemens, non ha bisogno di icone.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti 

Signor il sauro la Siemens ha ricorso e ricorre agli scienziati come ricorre alle icone, per dare risalto alle ricerche.

Cosa le dà fastidio di questa strategia della Siemens? Che una ragazzina sia riuscita a smuovere le coscienze di chi scienziato non è?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Come ho già detto Greta è una icona.

Senza di lei gli scienziati del forum, col caxzo avrebbero preso posizione, schierandosi appunto con la scienza, che, proprio perché portata avanti da scienziati, li vede (gli scienziati) spesso contraddirsi l'uno con l'altro. Tutti comunque sono d'accordo che bisogna ridurre la CO2.

A proposito, che ci dicono gli scienziati del forum del buco dell'ozono del quale nessuno parla più.

Egregio, come vedi il nostro Pollosauro24 è una prova vivente della teoria, ormai pressoché consolidata, che considera gli uccelli, quindi anche i polli, discendenti dei dinosauri. Naturalmente tu ti riferivi al grande e autorevole FORUM SCIENTIFICO internazionale costituitosi nel 1988 in seguito all'unione di due organismi delle Nazioni Unite: il Gruppo Intergovernativo per i Mutamenti Climatici (IPCC). Ma il polletto del forum parla di questo forum (Virgilio) per puntualizzare che qui non ci sono scienziati. Davvero comico.

Sottoscrivo le tue osservazioni. Greta è ormai un'icona. Person of the year per la rivista TIME  (la più giovane di sempre), è ormai leader indiscussa del movimento globale per la salvezza del pianeta dal global warming antropogenico.

Come pure è assolutamente vero che gli scienziati seri, in particolare la quasi totalità dei climatologi seri, diciamo almeno il 99,9% per capirci, concordano sul fatto che sono state le emissioni antropiche di gas serra a squilibrare il clima negli ultimi decenni, e quindi è necessario ridurle per salvare il salvabile. Nella mia modesta trattazione tecnica specificherò il criterio oggettivo che definisce un climatologo serio.  Considerati gli effetti di tutte le varie sostanze, nel 2018 abbiamo emesso nell'atmosfera oltre 55 miliardi di tonnellate equivalenti di CO2. Una cifra pazzesca, pari a quasi 200 volte le emissioni di CO2 di tutti i vulcani del pianeta. Solo un ignorante può pensare che tutta quella CO2 non influenzi il clima. Le due più violente eruzioni pliniane degli ultimi 100 anni furono quelle del Monte S. Elena nell'estremo nord ovest degli USA (1980) e del Pinatubo nelle Filippine (1991). Ambedue ebbero effetti climatici transitori su scala globale. L'energia esplosiva del primo fu pari a 1300 bombe atomiche di Hiroshima, circa 2700 quella del secondo. Se un Pinatubo e un S. Elena esplodessero insieme tutti i giorni (cioè come 4000 bombe atomiche al giorno) per un anno intero, non eguaglierebbero le emissioni antropiche di CO2 equivalente. 

Saluti

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963