I geni ...!!

Ci sono politici, ma soprattutto, commentatori, direttori di giornale, opinionisti, intellettuali da talk show, che ad agosto salutarono la "geniale mossa strategica": un governo che "bloccava il truce", fermava la "Marcia su Roma", evitava il voto, elevava un nuovo Andreotti (Giuseppi) moderato, cambiava la natura dei 5 Stelle dandole un nuovo capo ( Giuseppi, appunto), con la benedizione dei capi storici ( Grillo e Casaleggio), con il Comico traformato a guru  della nuova unita' delle "tre sinistre". Ma, soprattutto, teorizzarono che il "governo antitruce" e del "voto mai finche' esiste Salvini",  sarebbe stato di legislatura. Che tutto fosse una boiata pazzesca molti lo sospettarono ( eccetto uno , ma non ne faccio il nome sennò il Cazzaro di Napoli e l’arcgibugiatore capo, che sono permalosi, ci stanno male). Ma il coro e il pensiero unico della "geniale mossa strategica" antifascista sommerse tutto e tutti. Nessuno, neppure gli scettici, oso' pensare, pero', che la "geniale mossa strategica", fatta a settembre, sarebbe gia' svaporata a dicembre. E soprattutto, nessuno oso' immaginare il solito saltimbanchismo italiano: che gli stessi laudatari della "geniale mossa strategica", proprio loro, scrivessero, dopo solo due mesi di durata della mossa, che il "governo e' esautorato", svanito, inesistente. E che arrivassero, i cultori della "geniale mossa strategica", che si auguravano che  il "governo antitruce" durasse una legislatura, a irridere oggi alla richiesta della "verifica" di governo: un rito, scrivono gli ex laudatori della mossa di agosto, da prima repubblica. E che alternativa propongono i laudatori? Non osano ancora dichiararlo, anche se e' scontato: il voto. La "geniale mossa strategica" sarebbe servita a spostarne la data di due mesi ( solo il tempo di aver prodotto l'ennesima scissione del Pd ). Il Pd di Zingaretti e' davvero in una condizione non invidiabile: e' l'unico che la "geniale mossa strategica di agosto", evitare il voto, l'ha subita. Perfino con una scissione. Ha cercato, in corsa, di darle senso e stabilita' ( patto con i 5 Stelle). Tentativo impossibile (come era chiaro da sempre eccetto però dai soliti cazzari napoletani ed Archibugiatori ). Ora il Pd, da grande partito nazionale e responsabile,  fa l'unica cosa che puo' fare: chiedere una verifica di governo. Per fare quello che non si e' fatto ad agosto ( darsi un programma), certificare la volontá unitaria degli alleati o chiudere il Conte 2. E andare al voto. Sara'  pure un "rito da prima Repubblica" quello della "verifica " di gennaio, ma solo perche' nella prima repubblica, forse, c'erano politici piu' seri, responsabili e adulti. Non inventori e laudatori di "geniali mosse strategiche" che durano lo spazio di un mattino. Saluti 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

In pratica sarà verificato se il simpatico giovanotto napoletano e i suoi amici saranno tanto stupidi da seguire il PD nello scellerato delirio uropeista.

Leggendo i resoconti parlamentari direi di no e quindi Giuseppi è al capolinea.

 Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vero! Nella prima repubblica c'erano politici più seri.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963