L'ultima balla del pulcinella di Rignano

L'ultima balla del tappetaro risale a ieri sera. Ospite della Gruber, un solo altro giornalista in studio, naturalmente di un giornale amico. Eppure il nostro se l'è cavata maluccio. La sicurezza e la spavalderia di un tempo sono un ricordo, la faccia è visibilmente scurita, la sberla del 4 dicembre ha lasciato il segno, resta solo un po' di arroganza, peraltro scritta nel Dna del personaggetto. Incalzato sul tema dell'inciucio e dell'accordo con B. sulla legge elettorale alla tedesca (il terzo dopo quelli su Italicum e riformaccia costituzionale), l'ex premier ha detto:

"Io non sarò mai uno di quelli che cercano di fare le regole contro gli altri. E' chiaro?"

Ahahahahaha!!! E' del tutto chiaro, lampante, solare, che il pinocchio di Rignano è esattamente uno di quelli che cercano in tutti i modi di fare le regole contro gli altri. Ha spaccato un partito e un paese su un vasta quanto pasticciata manipolazione della Costituzione. Arrivando perfino a condizionare la libera scelta del popolo sovrano legando il destino del governo (e la sua carriera politica, promessa poi rimangiata) all'esito del referendum costituzionale. Inaudito! Ma ieri sera si parlava di "regole" con riferimento alla legge elettorale. Ebbene, il ducetto di Rignano si è spinto a imporre al parlamento (e ai dissidenti del suo stesso partito) una legge elettorale a colpi di fiducia. Fatto in sé gravissimo, ma non inaudito. Aveva fatto la stessa cosa, nel 1923, il duce di Predappio. Un altro signore, non proprio democratico, con l'inclinazione a imporre le regole agli altri. Ma la copia ha fatto perfino peggio dell'originale. All'epoca, infatti, non c'era nessuna costituzione e nessun principio di rappresentanza democratica da rispettare. Mussolini con la legge Acerbo non violò lo Statuto Albertino, Renzi con l'Italicum ha violato la Costituzione nata dalla Resistenza.

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

8 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

L'ultima balla del tappetaro risale a ieri sera. Ospite della Gruber, un solo altro giornalista in studio, naturalmente di un giornale amico. Eppure il nostro se l'è cavata maluccio. La sicurezza e la spavalderia di un tempo sono un ricordo, la faccia è visibilmente scurita, la sberla del 4 dicembre ha lasciato il segno, resta solo un po' di arroganza, peraltro scritta nel Dna del personaggetto. Incalzato sul tema dell'inciucio e dell'accordo con B. sulla legge elettorale alla tedesca (il terzo dopo quelli su Italicum e riformaccia costituzionale), l'ex premier ha detto:

"Io non sarò mai uno di quelli che cercano di fare le regole contro gli altri. E' chiaro?"

Ahahahahaha!!! E' del tutto chiaro, lampante, solare, che il pinocchio di Rignano è esattamente uno di quelli che cercano in tutti i modi di fare le regole contro gli altri. Ha spaccato un partito e un paese su un vasta quanto pasticciata manipolazione della Costituzione. Arrivando perfino a condizionare la libera scelta del popolo sovrano legando il destino del governo (e la sua carriera politica, promessa poi rimangiata) all'esito del referendum costituzionale. Inaudito! Ma ieri sera si parlava di "regole" con riferimento alla legge elettorale. Ebbene, il ducetto di Rignano si è spinto a imporre al parlamento (e ai dissidenti del suo stesso partito) una legge elettorale a colpi di fiducia. Fatto in sé gravissimo, ma non inaudito. Aveva fatto la stessa cosa, nel 1923, il duce di Predappio. Un altro signore, non proprio democratico, con l'inclinazione a imporre le regole agli altri. Ma la copia ha fatto perfino peggio dell'originale. All'epoca, infatti, non c'era nessuna costituzione e nessun principio di rappresentanza democratica da rispettare. Mussolini con la legge Acerbo non violò lo Statuto Albertino, Renzi con l'Italicum ha violato la Costituzione nata dalla Resistenza.

Il Cazzaro Partenopeo si sta riprendendo dalla delusione patita domenica . Si sta riprendendo al punto che , moderno medico , riesce pure a notare pallori e facce scurite . Ahahahahaha . Soliti refrain e solite bufale , tra un po' inizia di nuovo il divertimento ....!! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora