4 dicembre 2016 - 4 dicembre 2019: il ricordo di una giornata luminosa per la democrazia

19 minuti fa, ilsauro24ore ha scritto:

Benissimo. Pertanto devi solo spiegarci come abbia fatto Giuseppi o Tria a negoziare una bozza di accordo, datata 14 giugno 2019, sulla base della volontà della Camera espressa in data 19 giugno 2019.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Quell'atto della Camera prelude espressamente al vertice Euro del 21 giugno e vi si legge tra l'altro che è il primo dopo le Europee e che vi si discuterà, tra l'altro, del MES.  In ogni caso all'epoca nessuno della Lega trovò nulla da ridire, né sulla tempistica né sui contenuti dell'accordo. Strano no? Ti ricordo infine che in questa discussione si parla del referendum costituzionale del 2016.

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

36 messaggi in questa discussione

4 ore fa, ariafresca123 ha scritto:

Sig.ahaha se lei vota PD ben per lei, sicuramente avrebbe potuto votare di peggio. Questo però non modifica il mio pensiero, ovvero che lei, secondo me,il 4/12 di 3 anni fa, ha fatto una ca!!ata, di cui ancora non si è reso conto. Questo accanimento generalizzato e immotivato contro Renzi ha portato salvini e di maio al governo. Uno fortunatamente è in caduta libera, l'altro, il più pericoloso, ancora no.

 

signor aria fresca

io di cahate ne faccio tutti i giorni regolarmente, e sono contentissimo di aver archibugiato il Q.lo di Leopodino che si credeva grande.

Se poi vuol dar la colpa a me, se il Kapitone è andato al governo, credo che nemmeno lei si renda conto, che la colpa dovrebbe invece darla a Leopoldino che dal 40% di preferenze,  é riuscito con il suo, ripeto suo, referendum, a farsi archibugiare anche da una "accozzaglia"  che in precedenza  gli aveva dato fiducia.

Nel caso insista a dare la colpa "all'accozzaglia" alla quale appartengo anch'io, allora mi spieghi i motivi per cui Leopoldino ha perso tutti i consensi che aveva racimolato con gli 80 euro.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, mark222220 ha scritto:

Guardi sig ahaha.ha , io non faccio lo scudiero di nessuno e per quel che mi riguarda lei può mettersi pure a kuletto in su se preferisce quella posizione rispetto all’attenti . Io , semmai , condivido posizioni e ne do spiegazioni. A differenza di lei che condivide lasciandosi andare solo a qualche ironia d’accatto . Che poi anch’esso sia del PD  non vuole dire niente . Se sapesse quanti co@lioni che votano PD e quante persone intelligenti che non lo votano ho incontrato nella mia vita ...!! 

aaaaaaaaarrrggggg......lei non fa lo scudiero?

Signor mark, uno che porge le terga, tutti i giorni, al posto di Leopoldino il Conferenziere, come lo chiama? 

Suvvia, si rimetta diritto, e lo lasci perdere, vedrà che in due giorni ritorna sereno.:D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Pm racconta:........  Metesse  lo  stesso  accanimento  che   ci mette   con Renzi anche  per  il  becero  celoduro  avrei un  pò  di  stima   purtroppo  non  lo  riscontro  nemmeno da   parte   del  cosidetto  Piddino  sig Ahahaah.   Continuate  capitan  fracassa  ringrazia ...

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

Credo sia giunta l'ora che inforchi un bel paio di occhiali, se ancora non s'è accorto che il Kapitone verde mi sta sullepalle al pari di Leopoldino.

Comunque lo ridico e lo riconfermo, la campagna che fa lei contro il kapitone verde, basta ed avanza, senza bisogno che qualcuno l'aiuti  nel gravoso compito.

Però c'è un però: ricorda il tutti contro Silvio? E lui vinceva.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
49 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Comunque sig fosforo se dovessi scegliere chi dei due Mattei dovessi buttar giù dalla torre, non avrei dubbi: tutti due.

Il leopoldino per quanto mi stia sullepalle, non ha dato corda  ai fascisti e nazisti di ritorno.

Almeno mi sembra.

Beh, Renzi fece approvare a colpi di fiducia (da una maggioranza frutto di un bonus di maggioranza incostituzionale) una legge elettorale incostituzionale e fascistoide (maggioranza assoluta dei seggi al singolo partito che prende un voto in più al ballottaggio, dove potrebbero astenersi gli elettori dei partiti non più in gara, e anche se quel partito è stato secondo al primo turno con appena il 15%) . Qualcosa del genere la fece Mussolini nel 1923. Anch'io butterei ambedue i Matteo giù dalla torre e dovendo salvarne uno per forza farei testa o croce. Però credo che uno straniero democratico che avesse letto con attenzione la storia italiana degli ultimi 10 anni probabilmente butterebbe giù il toscano. Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bhè .....sembra che se uno straniero legge cosa è successo negli ultimi due anni butterebbe giù prima il kapitone e poi anche il pavone conferenziere.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L'atto della Camera quindi NON RIGUARDA la bozza di accordo del 14 giugno 2019.

Ovviamente non potrebbe essere diversamente, essendo l'atto della Camera datato 19 giugno 2019.

Discende apoditticamente che

Giuseppi e Tria hanno negoziato completamente al di fuori di qualsiasi mandato da parte del Parlamento.

Mi spiego meglio: mentre ti alzavi in piedi commosso e citavi con immensa gratitudine la professoressa Amalia Signorelli e il professor Stefano Rodotà,

Giuseppi e Tria facevano carta straccia della Costituzione.

I due, troppo impegnati a ossequiare quanto deciso da Francia a Germania

http://www.astrid-online.it/static/upload/mese/meseberg-declaration_en-fr_19_06_18.pdf

il 19 giugno 2018, non hanno ritenuto necessario informare adeguatamente il Parlamento. Non a caso nella seduta del 19 giugno 2019 la deputata Lia Quartapelle Procopio si rivolgeva a Giuseppi nei seguenti termini:

"anche sulla questione del fondo salva-Stati, del MES, lei, qui, non ci ha detto niente, ci ha descritto dei bizantinismi, e va benissimo, ma non ci ha detto qual è la posizione che terremo. Forse lei non si è accorto che quella che sarà in discussione è l'idea che, a maggioranza, altri Stati europei possano decidere di ristrutturare il debito italiano; allora, ci deve dire quale sarà quello che lei dirà, perché il capogruppo della Lega ha detto che la Lega è contraria, il suo Ministro dell'Economia all'Eurogruppo, invece, ha votato a favore di questo meccanismo che penalizzerebbe pesantemente il nostro Paese".  

Il deputato Filippo Scerra (M5S) invece dichiarava:

"infine, c'è un tema che riteniamo decisivo. Nel vertice euro che si terrà a margine del Consiglio europeo si tratterà dell'approfondimento dell'Unione economica e monetaria. Sul tavolo ci sono dossier molto caldi e, in particolare, la riforma del meccanismo europeo di stabilità, la garanzia europea sui depositi bancari e la riforma del bilancio dell'Eurozona. A nome del gruppo MoVimento 5 Stelle, chiediamo al Governo la massima determinazione nell'opporsi a una riforma del MES che dovesse risultare penalizzante per il nostro Paese. Siamo preoccupati del disegno che sembra ad oggi prevalere, cioè il MES otterrebbe sempre maggiori poteri di supervisione sulla finanza pubblica degli Stati eventualmente assistiti e potrebbe condizionare gli aiuti alla sottoscrizione di un memorandum che aprirebbe le porte a una sorta di commissariamento di fatto dei Paesi bisognosi di aiuto finanziario.

Per il MoVimento 5 Stelle non è questa la direzione che l'Unione europea deve prendere e, quindi, va ribadito con forza ai tavoli europei che non può esistere nessuna riforma del MES di questo segno e non si può aprire un dialogo in merito nella maniera più assoluta se nel frattempo non viene portato avanti il progetto di garanzia europea dei depositi bancari.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Nessuno dei due, per quanto ne sappiamo, è pericoloso quanto il Matteo toscano. 

 

Oddio, ma lei sta bene????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ariafresca123 ha scritto:

Oddio, ma lei sta bene????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

Io ho portato una serie di argomenti (che ti invito a rileggere e a meditare) a sostegno della mia tesi (e potrei aggiungerne altri). Tu quali argomenti mi porti a sostegno della tua? Finora nessuno. Ti sei limitato a tenere pigiato il dito sulla tastiera per produrre una sequenza insulsa di punti interrogativi. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, fosforo311 ha scritto:

....Qualcosa del genere la fece Mussolini nel 1923. Anch'io butterei ambedue i Matteo giù dalla torre e dovendo salvarne uno per forza farei testa o croce. Però credo che uno straniero democratico che avesse letto con attenzione la storia italiana degli ultimi 10 anni probabilmente butterebbe giù il toscano. Saluti

Se il Servizio Sanitario Nazionale prevedesse una seria opera di prevenzione circa la salute e l’igene mentale di ogni cittadino , il Cazzaro di Napoli Fosforo 311,  sarebbe sottoposto ad un quotidiano e costante monitoraggio del proprio stato mentale in una qualsiasi struttura pubblica  operante nella sua città . Purtroppo non e’ così ed i risultati si vedono ...!! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, ilsauro24ore ha scritto:

L'atto della Camera quindi NON RIGUARDA la bozza di accordo del 14 giugno 2019.

Ovviamente non potrebbe essere diversamente, essendo l'atto della Camera datato 19 giugno 2019.

Discende apoditticamente che

Giuseppi e Tria hanno negoziato completamente al di fuori di qualsiasi mandato da parte del Parlamento.

Mi spiego meglio: mentre ti alzavi in piedi commosso e citavi con immensa gratitudine la professoressa Amalia Signorelli e il professor Stefano Rodotà,

Giuseppi e Tria facevano carta straccia della Costituzione.

I due, troppo impegnati a ossequiare quanto deciso da Francia a Germania

http://www.astrid-online.it/static/upload/mese/meseberg-declaration_en-fr_19_06_18.pdf

il 19 giugno 2018, non hanno ritenuto necessario informare adeguatamente il Parlamento. Non a caso nella seduta del 19 giugno 2019 la deputata Lia Quartapelle Procopio si rivolgeva a Giuseppi nei seguenti termini:

"anche sulla questione del fondo salva-Stati, del MES, lei, qui, non ci ha detto niente, ci ha descritto dei bizantinismi, e va benissimo, ma non ci ha detto qual è la posizione che terremo. Forse lei non si è accorto che quella che sarà in discussione è l'idea che, a maggioranza, altri Stati europei possano decidere di ristrutturare il debito italiano; allora, ci deve dire quale sarà quello che lei dirà, perché il capogruppo della Lega ha detto che la Lega è contraria, il suo Ministro dell'Economia all'Eurogruppo, invece, ha votato a favore di questo meccanismo che penalizzerebbe pesantemente il nostro Paese".  

Il deputato Filippo Scerra (M5S) invece dichiarava:

"infine, c'è un tema che riteniamo decisivo. Nel vertice euro che si terrà a margine del Consiglio europeo si tratterà dell'approfondimento dell'Unione economica e monetaria. Sul tavolo ci sono dossier molto caldi e, in particolare, la riforma del meccanismo europeo di stabilità, la garanzia europea sui depositi bancari e la riforma del bilancio dell'Eurozona. A nome del gruppo MoVimento 5 Stelle, chiediamo al Governo la massima determinazione nell'opporsi a una riforma del MES che dovesse risultare penalizzante per il nostro Paese. Siamo preoccupati del disegno che sembra ad oggi prevalere, cioè il MES otterrebbe sempre maggiori poteri di supervisione sulla finanza pubblica degli Stati eventualmente assistiti e potrebbe condizionare gli aiuti alla sottoscrizione di un memorandum che aprirebbe le porte a una sorta di commissariamento di fatto dei Paesi bisognosi di aiuto finanziario.

Per il MoVimento 5 Stelle non è questa la direzione che l'Unione europea deve prendere e, quindi, va ribadito con forza ai tavoli europei che non può esistere nessuna riforma del MES di questo segno e non si può aprire un dialogo in merito nella maniera più assoluta se nel frattempo non viene portato avanti il progetto di garanzia europea dei depositi bancari.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Ripeto, questo argomento è del tutto estraneo al tema di questa discussione, quindi risponderò per l'ultima volta. 

Riassumendo e semplificando, possiamo dire che l'attuale maggioranza concorda con il premier (con qualche distinguo da parte di M5s e Leu) nel sostenere che:

- la riforma del MES abbozzata in giugno è, nel complesso, vantaggiosa per l'Italia rispetto al meccanismo vigente;

- ma è tuttora migliorabile ed emendabile (tanto è vero che la firma sembrare slittare al 2020), in ogni caso la ratifica o meno della riforma spetta al Parlamento;

- il Parlamento è stato debitamente informato dal governo.

Mentre l'attuale opposizione (con qualche distinguo di FI) sostiene che:

- la riforma sarebbe una iattura epocale per l'Italia e per i risparmiatori italiani;

- il testo è definitivo e inemendabile (la Lega anzi accusa il premier di averlo già firmato, di nascosto e di notte, ma, come è noto, il caso clinico è Salvini non Conte);

- tutto è stato fatto all'insaputa del Parlamento.

La posizione dell'opposizione puzza fino a chilometri di distanza di strumentalizzazione politica, propaganda, esagerazione, e almeno sull'ultimo punto è stata demolita dal premier, documenti parlamentari e date alla mano (vedasi il primo allegato), ma voglio assumere per ipotesi una posizione neutrale. Allora delle due l'una.

- O il Parlamento fu informato a dovere e i partiti dell'attuale opposizione, pur a conoscenza della grave minaccia per il Paese, non scatenarono a suo tempo nessun ambaradan, i loro leader tacquero invece di strepitare come fanno adesso, nessuno delirò accusando il premier di "alto tradimento" (reato che nel nostro ordinamento è previsto solo per il capo dello Stato e per i militari), i giornali e giornaletti di supporto non uscirono per giorni e giorni con titoloni da tregenda sul MES, al massimo qualche esponente di terza o quarta fila, ma non dell'attuale opposizione bensì dell'attuale maggioranza (tale Lia Quartapelle Procopio e tale Filippo Scerra da te citati) sollevò delle perplessità. 

- Oppure ci fu un grave difetto di informazione da parte del governo su una cosa molto importante e delicata, ma PER MESI nessuno in Parlamento se ne lamentò, o se ne lamentò con voce così flebile che l'opinione pubblica non sentì e non seppe nulla. 

In conclusione, Salvini e Meloni oggi cascano dal pero ma non sono giustificabili sotto nessun punto di vista. Il primo poi, come è noto, è un caso patologico che dall'agosto scorso si è vistosamente aggravato (vedasi secondo allegato). 

https://www.nextquotidiano.it/le-26-volte-che-lega-e-m5s-hanno-parlato-del-mes-ma-che-ora-di-maio-e-salvini-non-ricordano/

https://www.nextquotidiano.it/il-metodo-medjugorje-di-salvini-per-capire-che-conte-mente-sul-mes/

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Riassumendo e semplificando, possiamo dire che l'attuale maggioranza concorda con il premier (con qualche distinguo da parte di M5s e Leu) nel sostenere che:

- la riforma del MES abbozzata in giugno è, nel complesso, vantaggiosa per l'Italia rispetto al meccanismo vigente;

Nel tuo barbershop di fiducia la questione è sicuramente in questi termini.

Alla Camera invece le cose funzionano diversamente. Nel corso della seduta di lunedì 02 dicembre 2019 il deputato Francesco Silvestri (M5S) ha parlato in questi termini:

"... la storia parlamentare del MoVimento 5 Stelle non ha mai nascosto le perplessità rispetto al MES. Il motivo è semplice: noi abbiamo sempre sostenuto politiche espansive e da sempre siamo convinti che chiedere agli Stati politiche di austerità in cambio di sostegno finanziario non porti ad alcun risultato, al contrario. Questa riforma ha subito un po' un dibattito che ha deviato dal suo vero centro: non stiamo discutendo se deve esserci o non esserci il MES, ma stiamo discutendo di quello che deve essere il suo cambiamento, la sua riforma; in merito a questo, questa riforma va valutata nel merito e negoziata con tutte le forze che abbiamo per ottenere i miglioramenti che riteniamo necessari. Solo al termine del negoziato, il cui esito dovrà necessariamente avere un risvolto positivo nel benessere del nostro Paese e degli italiani, dobbiamo tirare un bilancio, partendo da un presupposto però fondamentale, ovvero che il Parlamento nella sua centralità non solo dovrà avere l'ultima parola sulla modifica del nuovo Trattato, ma dovrà anche esprimersi fra dieci giorni

(Applausi dei deputati del gruppo MoVimento 5 Stelle)

quando, in vista dell'Euro summit, dovrà approvare le risoluzioni di indirizzo a lei, signor Presidente...

... anche perché, Presidente, le modifiche del Trattato, come è noto, vanno a incidere proprio sul debito pubblico, prevedendo in casi eccezionali anche il coinvolgimento del settore privato e istituendo in parallelo nuove clausole di azione collettiva che rendono più concreta l'ipotesi di ristrutturazione del debito pubblico stesso. Ecco perché, per questi motivi che ho elencato, consideriamo prioritario che sia il Parlamento, come ho già detto, a pronunciarsi sui criteri di modifica e di revisione del Trattato...

... ecco, su questo aspetto, anche su questo aspetto, in questo caso, non tutte le proposte che sono sul tavolo ci convincono appieno, a partire da quella che vorrebbe considerare come rischiosi i titoli di Stato posseduti dalle banche, con una serie di ripercussioni sulla stabilità del sistema finanziario italiano e non solo...

Una banale prescrizione: esci dal barbershop di fiducia e prenditi la briga di leggere i resoconti parlamentari.

Forse eviterai di consolidare ulteriormente la tua fama di panzanaro seriale.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora