assasssino non puo' essere espulso:in pakistan vige la pena di morte

Un pakistano di 29 anni, U.A.D., detenuto in custodia cautelare per una richiesta di estradizione motivata dall’accusa di aver tentato di uccidere in patria la moglie, di aver ucciso una sua amica e di aver ferito gravemente un’altra amica di lei, è stato rimesso in libertà perché i giudici milanesi hanno ritenuto l’uomo a rischio di pena di morte, se rimpatriato.grazie alle leggi delle sx,ovviamente

Ma se in pakistan vige la pena di morte,a noi che puo' fregar de meno?? trattasi di un vile assassino,e nel suo paese deve essere giudicato

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

2 ore fa, director12 ha scritto:

Un pakistano di 29 anni, U.A.D., detenuto in custodia cautelare per una richiesta di estradizione motivata dall’accusa di aver tentato di uccidere in patria la moglie, di aver ucciso una sua amica e di aver ferito gravemente un’altra amica di lei, è stato rimesso in libertà perché i giudici milanesi hanno ritenuto l’uomo a rischio di pena di morte, se rimpatriato.grazie alle leggi delle sx,ovviamente

Ma se in pakistan vige la pena di morte,a noi che puo' fregar de meno?? trattasi di un vile assassino,e nel suo paese deve essere giudicato

Ci parli di Cassano Magnago, Sig. Frizzantino !!

Varese, ex assessora della Lega in manette per aver derubato soldi ai malati di cui era tutrice.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963