addio alla squadra di calcio dei rifugiati

 

Hanno giocato fino a giugno scorso, concludendo il campionato Uisp e partecipando a qualche torneo. Poi, l’esperienza del Cefal United, la squadra di calcio composta dai richiedenti asilo del Lughese, si è conclusa. Colpa, come spiega il responsabile della sede di Villa San Martino del Cefal Fabio Federici, del decreto Salvini che è andato di fatto a tagliare i fondi per l’accoglienza dei migranti.

«Con le risorse a disposizione (soldi dei contribuenti ndr), per due anni siamo riusciti a pagare anche il progetto di integrazione del calcio, sostenendo i costi dell’iscrizione, delle maglie, dei campi, dell’allenatore e del’accompagnatore. Quando il budget dell’accoglienza si è praticamente dimezzato, tutto questo non è più stato possibile».

Ce ne faremo una ragione!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

eccollillilla'....immortalati!! vengon o in italia  a"lavorare"...cosi':

PROFUGHI-CALCIO-670x372.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963