Reddito di cittadinanza . Notizie dalla Campania

In Italia ci sono 982.000 persone che hanno diritto al reddito di cittadinanza. Con 100.416 domande accolte su 142.764 presentate, la provincia di Napoli è quella con più persone coinvolte. A Pomigliano d' Arco, il paese natale di Giggino O’Fischer che mise la firma su questa riforma, su 37 mila abitanti, 12 mila hanno ottenuto il reddito di cittadinanza. Nessuno ha mai ricevuto una proposta di lavoro. Ora mi chiedo : ma al netto dei minorenni e degli anziani , a Pomigliano , chi lavora ?? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

74 messaggi in questa discussione

Il reddito di cittadinanza ha un errore originale, si dice cioè che se un cittadino titolare del reddito di cittadinanza rifiuta TRE proposte di lavoro perde il reddito di cittadinanza... ma se in Italia fosse possibile offrire  TRE  possibilità di lavoro a ogni disoccupato vorrebbe dire che in Italia c'è la piena occupazione, ma se esistesse la piena occupazione non ci sarebbe necessità del reddito di cittadinanza.... il reddito di cittadinanza mi fa venire in mente la cassa per il mezzogiorno degli anni 50,  oppure le false pensioni di invalidità erogate per decenni in certe regioni in cambio del voto...

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Smontiamo la colossale BUFALA inventata da La Stampa di Torino, giornale borghese che personalmente ho sempre considerato di rango inferiore alla carta  igienica, ripresa da decine di altrettanto nauseabondi siti web lesti e felici nello spargere l'ennesima e gratuita manata di fango sul Sud e sui meridionali, e ripresa ovviamente dal noto falsario pisano del forum, nonché matricolato razzista e viscerale odiatore e diffamatore dei napoletani.

Il ministero del Lavoro ha precisato in una nota che il dato dei 12.000 percettori di reddito di cittadinanza non si riferisce al solo comune di Pomigliano d'Arco con i suoi 39.000 abitanti ma a un insieme di ben 6 comuni della provincia di Napoli: Pomigliano, Acerra, Casalnuovo, Castello di Cisterna, Sant'Anastasia e Volla, con un numero complessivo di ben 208.000 abitanti. La Stampa di Torino farebbe meglio a occuparsi della famiglia Agnelli, cioè dei TRADITORI dell'Italia che dopo essersi arricchiti oltre ogni misura e oltre ogni merito con i soldi degli italiani (compratori di auto e contribuenti di uno Stato sempre prodigo di aiuti all'ex gruppo torinese), hanno prima portato la Fiat e gran parte della produzione all'estero, e ora la svendono al gruppo Peugeot. Vergogna! Auspico un governo di sinistra che nazionalizzi tutti gli stabilimenti FCA che sopravvivono in Italia, senza versare una lira agli Agnelli, già ampiamente remunerati e ingrassati dal popolo italiano.

Ricordo all'amico Etrusco che il rdc prima di essere un incentivo all'inserimento nel mondo del lavoro è una misura di equità e di civiltà che nell'UE mancava, se non erro, solo in Italia e Grecia. Inoltre, come avevo dimostrato in vari post purtroppo bannati, essa è anche uno stimolo all'economia nazionale dato che i percettori di rdc appartengono all'ultimissima fascia di reddito e di patrimonio e dunque sono anche la fascia di consumatori con la maggiore propensione marginale al consumo, parametro cui è strettamente correlato, come è noto, il moltiplicatore keynesiano dell'investimento pubblico. 

https://www.ildesk.it/campania/rdc-il-m5s-campano-contro-la-stampa-reportage-bufala-ecco-le-cifre-vere/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
31 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

sono anche la fascia di consumatori con la maggiore propensione marginale al consumo, parametro cui è strettamente correlato, come è noto, il moltiplicatore keynesiano dell'investimento pubblico. 

Il cazzaro napoletano fosforo31 è tornato e con lui è tornata la Barbershop New Economics for guagliony very intelliggggenty.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

P.S. Se fosse stata un giornale serio, prima di sparare la sua colossale bufala La Stampa avrebbe dovuto controllare i dati ufficiali dell'INPS, in base ai quali i cittadini di Pomigliano d'Arco percettori di rdc a luglio 2019 erano esattamente 935 su 39.000 residenti e non 12.000. Dunque poco più del 2% della popolazione, cioè molto meno del 30% e passa propalato dai bufalari torinesi, e anche meno di quanto ci si poteva aspettare considerati gli alti tassi di disoccupazione e inoccupazione della provincia di Napoli:

https://napoli.fanpage.it/reddito-di-cittadinanza-non-e-vero-che-a-pomigliano-darco-lo-percepiscono-12mila-residenti/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

spero di no, ma non vorrei che chi si scaglia contro il reddito di cittadinanza, un domani, sia costretto a richiederlo perchè non sa più come tirare avanti.

Il mondo del lavoro è talmente in evoluzione che c'è da aspettarsi di tutto. Anche di dover emigrare, pure noi,  in luoghi dove è possibile sopravvivere ancora con dei lavori manuali. Non tutti siamo laureati alla Bocconi o al politecnico.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, ilsauro24ore ha scritto:

Il cazzaro napoletano fosforo31 è tornato e con lui è tornata la Barbershop New Economics for guagliony very intelliggggenty.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Ti dirò, senza offesa e in tutta sincerità, in questi tre mesi di assenza forzata sei uno di quelli di cui non ho minimamente avvertito la mancanza. Proprio per nulla. 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Ti dirò, senza offesa e in tutta sincerità, in questi tre mesi di assenza forzata sei uno di quelli di cui non ho minimamente avvertito la mancanza. Proprio per nulla. 

Ho elaborato lutti ben peggiori.

Detto questo, mi piacerebbe sapere dove hai letto che la propensione marginale al consumo è un parametro cui è strettamente correlato, come è noto, il moltiplicatore keynesiano dell'investimento pubblico.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

spero di no, ma non vorrei che chi si scaglia contro il reddito di cittadinanza, un domani, sia costretto a richiederlo perchè non sa più come tirare avanti.

Il mondo del lavoro è talmente in evoluzione che c'è da aspettarsi di tutto. Anche di dover emigrare, pure noi,  in luoghi dove è possibile sopravvivere ancora con dei lavori manuali. Non tutti siamo laureati alla Bocconi o al politecnico.

Condivido in toto e aggiungo che anche i laureati sono a rischio. Per es. il figlio di un mio vicino, ragazzo brillante laureato pochi anni fa con 110 e lode in biologia, ha perso il lavoro. Il proprietario del laboratorio di analisi cliniche in cui lavorava ha cessato l'attività e ha venduto i locali e la strumentazione. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, ilsauro24ore ha scritto:

Ho elaborato lutti ben peggiori.

Detto questo, mi piacerebbe sapere dove hai letto che la propensione marginale al consumo è un parametro cui è strettamente correlato, come è noto, il moltiplicatore keynesiano dell'investimento pubblico.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Lo scrive lo stesso Keynes nel suo libro, ma puoi leggerlo un po' dappertutto, per es. qui:

https://wiki.ubc.ca/Keynesian_Multiplier

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 - Nel contributo che hai postato il moltiplicatore del termine (I+G) dipende anche dal tax rate t.

2 - Nel contributo che hai postato le esportazioni nette sono NX=0.

Mi sai che hai postato leggermente a casaccio.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 minuti fa, ilsauro24ore ha scritto:

1 - Nel contributo che hai postato il moltiplicatore del termine (I+G) dipende anche dal tax rate t.

2 - Nel contributo che hai postato le esportazioni nette sono NX=0.

Mi sai che hai postato leggermente a casaccio.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

 

Mi sa che sei tu che "ragioni" a casaccio. Ho scritto che MPC è un parametro cui è correlato il moltiplicatore, non che sia l'unico. È certo il più importante nel caso in discussione ed è l'unico nel modello base semplificato descritto da Keynes stesso al cap.10 della sua Teoria generale. Un consiglio: guarda alla dimostrazione più che alla formuletta. E immagina che l'agente A sia un percettore di rdc, cioè un indigente con MPC molto prossimo all'unità.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sei tu che hai tirato in ballo la formuletta.

A parte questo, abbiamo il fatto che nel modello copiaincollato risulta NX=0.

In un'economia aperta agli scambi con l'estero le cose sono leggermente più complesse.

Corre voce che sostenere che la propensione marginale al consumo è un parametro cui è strettamente correlato il moltiplicatore keynesiano dell'investimento pubblico sia una lievissima imprecisione.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, ilsauro24ore ha scritto:

Sei tu che hai tirato in ballo la formuletta.

A parte questo, abbiamo il fatto che nel modello copiaincollato risulta NX=0.

In un'economia aperta agli scambi con l'estero le cose sono leggermente più complesse.

Corre voce che sostenere che la propensione marginale al consumo è un parametro cui è strettamente correlato il moltiplicatore keynesiano dell'investimento pubblico sia una lievissima imprecisione.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, ilsauro24ore ha scritto:

Sei tu che hai tirato in ballo la formuletta.

A parte questo, abbiamo il fatto che nel modello copiaincollato risulta NX=0.

In un'economia aperta agli scambi con l'estero le cose sono leggermente più complesse.

Corre voce che sostenere che la propensione marginale al consumo è un parametro cui è strettamente correlato il moltiplicatore keynesiano dell'investimento pubblico sia una lievissima imprecisione.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti.

Per Keynes era molto strettamente correlato anzi era l'unico parametro da cui dipende il moltiplicatore nel modello da lui analizzato. Tu preferisci dire direttamente  correlato? O fortemente correlato? Va bene, soddisfiamo pure la tua pedanteria. Al di sopra della quale resta il concetto essenziale che ho espresso e che ribadisco: il rdc non ha solo un valore sociale ma è una concreta misura di stimolo all'economia. Sicuramente più efficace, a parità di costo, degli 80 euro elargiti da Leopoldino a titolo di mancia elettorale a fasce di reddito più alte e con minore propensione marginale al consumo rispetto agli aventi diritto al rdc.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo311 ha scritto:

il rdc non ha solo un valore sociale ma è una concreta misura di stimolo all'economia. Sicuramente più efficace, a parità di costo, degli 80 euro elargiti da Leopoldino a titolo di mancia elettorale a fasce di reddito più alte e con minore propensione marginale al consumo rispetto agli aventi diritto al rdc.

Really? Quindi non avrai difficoltà a dimostrare che i percettori degli 80 euro hanno una minore propensione marginale al consumo rispetto agli aventi diritto al rdc.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, ilsauro24ore ha scritto:

Really? Quindi non avrai difficoltà a dimostrare che i percettori degli 80 euro hanno una minore propensione marginale al consumo rispetto agli aventi diritto al rdc.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Ma ci sei o ci fai? Naturalmente ciascuno gestisce i propri soldi come meglio crede, per esempio un mio vecchio amico, che ha entrate molto ballerine, o intasca 500 euro al mese o ne intasca 5000 e oltre, spende sempre tutto fino al centesimo e a fine mese è sempre indebitato con il salumiere e il macellaio, a volte pure col barbiere. Ma ragionando in termini statistici (ovvero mediando su campioni numerosi) è del tutto evidente che al crescere del reddito disponibile diminuisce la propensione marginale al consumo (e cresce la propensione marginale al risparmio). In termini matematici lo si vede su quella che in microeconomia si chiama funzione del consumo, ovvero il consumo in funzione del reddito disponibile. Una funzione del consumo ha generalmente andamento crescente con pendenza non maggiore di 1 e la concavità rivolta in basso, quindi la sua derivata è positiva ma decrescente, ma questa derivata (o pendenza della curva) è per definizione proprio la propensione marginale al consumo. Ovviamente fa storia a sé la curva del consumo del mio amico che è esattamente la bisettrice degli assi cartesiani e ha pendenza costante e unitaria. Ora sappiamo bene che gli 80 euro vanno alle fasce di reddito basse o medio-basse, ma non certo le più basse in assoluto. Gli incapienti non hanno proprio diritto agli 80 euro. Ne ha diritto chi percepisce fino a 25.000 euro circa (lordi annui) e ci si becca ancora qualcosa fino a circa 27.000 euro. Per giunta senza nessun limite sul reddito familiare né sul patrimonio personale e familiare. In teoria chi ha 1 milione in banca e la moglie che guadagna 5000 netti al mese può ancora percepire gli 80 euro. Invece il rdc va agli incapienti più poveri (sotto i 500 euro/mese), agli indigenti, ai poveri assoluti. E costoro devono provvedere con 500 euro mensili (la cifra che raggiungono con il rdc) ai loro bisogni primari. Se costoro avessero un piccolo incremento di reddito è pacifico che lo spenderebbero quasi per intero, dunque hanno una curva  con pendenza quasi unitaria. Consideriamo pure che per percepire il rdc si deve essere quasi nullatenenti, a parte la casa in cui si vive e max 6000 euro in banca se non erro. Ci sono anche vincoli sull'Isee familiare. Mi pare inoltre che il rdc funzioni proprio come il mio amico spendaccione: bisogna spendere tutto il rdc fino all'ultimo centesimo (quello che resta un mese dopo la ricarica della tessera lo Stato se lo riprende). In definitiva è chiaro che pressoché tutto il rdc va in consumi, cioè entra in circolo nel sistema economico, stimolandolo. Mentre gli 80 euro andranno in parte in risparmio. Puoi trovare con Google un PDF di Andrea Pannone dal titolo 

INVESTIMENTI PUBBLICI VERSUS REDDITO DI CITTADINANZA

dove si svolge una interessantissima comparazione analitica e numerica tra queste due leve di politica fiscale espansiva. In realtà è un confronto a tre perché si analizzano pure gli effetti degli 80 euro. Quindi proprio come il cacio sui maccheroni in questa discussione. Leggiti attentamente i risultati e le conclusioni e scoprirai che sono in pieno accordo con le mie. 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come consolidata consuetudine parli di vecchi amici e fai riferimenti a casaccio.

Il vecchio amico indebitato con il macellaio, il salumiere e il barbiere

NON DIMOSTRA

che i percettori degli 80 euro hanno una minore propensione marginale al consumo rispetto agli aventi diritto al rdc.

Nel pdf di Andrea Pannone

NON TROVIAMO SCRITTO DA NESSUNA PARTE

che i percettori degli 80 euro hanno una minore propensione marginale al consumo rispetto agli aventi diritto al rdc.

Sei il solito panzanaro che scrive 50 righe senza riuscire a dimostrare un azzoc e con il solo risultato di renderti ridicolo.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 22/11/2019 in 19:14 , mark222220 ha scritto:

In Italia ci sono 982.000 persone che hanno diritto al reddito di cittadinanza. Con 100.416 domande accolte su 142.764 presentate, la provincia di Napoli è quella con più persone coinvolte. A Pomigliano d' Arco, il paese natale di Giggino O’Fischer che mise la firma su questa riforma, su 37 mila abitanti, 12 mila hanno ottenuto il reddito di cittadinanza. Nessuno ha mai ricevuto una proposta di lavoro. Ora mi chiedo : ma al netto dei minorenni e degli anziani , a Pomigliano , chi lavora ?? 

e' tutta una bufala in partenza!  982000 sono le famiglie aventi diritto e circa 3 milioni di persone!!! la poverta' anche se non ti riguarda personalmente e' piu' di quella che pensi tu ed altri! detto questo combattere per togliere anche quel pezzo di pane dalla bocca degli ultimi la trovo una cosa abberrante e ridicola!!!  pensate ai problemi piu' seri e smettetela di dare contro a chi per vivere deve ricevere sussidi dallo stato perche' cosi' gli mancate di rispetto e li offendete, perche' quelle persone sono gente che rispetto a qualcuno ha dignita' da vendere!!!  e non parlate dei pochi casi di delinquenti che lo percepiscono ingiustamente, perche' sono percentuali irrisorie che non valgono manco lo 0 e virgola!!!

mark2222 appena puoi ripsondimi dove ti ho citato perche' se non ti sta bene che io continui a scrivere qui me ne vado volentieri altrove

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

1 ora fa, ilsauro24ore ha scritto:

Come consolidata consuetudine parli di vecchi amici e fai riferimenti a casaccio.

Il vecchio amico indebitato con il macellaio, il salumiere e il barbiere

NON DIMOSTRA

che i percettori degli 80 euro hanno una minore propensione marginale al consumo rispetto agli aventi diritto al rdc.

Nel pdf di Andrea Pannone

NON TROVIAMO SCRITTO DA NESSUNA PARTE

che i percettori degli 80 euro hanno una minore propensione marginale al consumo rispetto agli aventi diritto al rdc.

Sei il solito panzanaro che scrive 50 righe senza riuscire a dimostrare un azzoc e con il solo risultato di renderti ridicolo.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Non troviamo scritto da nessuna parte...???!!!! Corri subito dall'ottico, anzi passa prima da un buon oculista, e acquista un ottimo paio di occhiali (non badare alla spesa) sperando che bastino e che non siano necessarie le lenti a contatto o, come purtroppo temo, il LASER a eccimeri di alogenuri di gas nobili . Nel frattempo niente paura: ingrandirò a tuo beneficio i caratteri e userò il grassetto.

Andrea Pannone, pag.8 del PDF citato nel precedente post:

Assumeremo che i soggetti che beneficiano del reddito di cittadinanza abbiano una propensione al consumo, c', MAGGIORE di quella dei soggetti che hanno un'occupazione, c. L'IPOTESI È TOTALMENTE COMPATIBILE CON QUELLA PRESENTE IN LETTERATURA in base alla quale la  propensione marginale al consumo dei redditi più alti (in questo caso i redditi da lavoro) è PIÙ BASSA di quella dei redditi più bassi (in questo caso i redditi di cittadinanza). 

Infatti Pannone assume c=0,8 nell'esempio usato per una stima degli effetti dell'investimento pubblico in infrastrutture e in quello per gli effetti degli 80 euro; mentre assume c'=0,9 per stimare gli effetti del rdc. 

CHIARO? 

Quali sono le conclusioni dello studio comparativo di Pannone? Le leggiamo a pagina 11 e a pagina 12:

"Nel breve periodo l'erogazione di un reddito di cittadinanza HA UN IMPATTO POSITIVO SU PRODUZIONE E OCCUPAZIONE, sebbene tale impatto possa essere più contenuto rispetto all'investimento pubblico in infrastrutture. Entrambe le politiche, comunque, appaiono DECISAMENTE PIÙ EFFICACI della politica di distribuzione di un bonus alle famiglie che hanno già un'occupazione".

CHIARO? SUL BREVE PERIODO IL RDC È DECISAMENTE PIÙ EFFICACE DEL BONUS RENZI. 

Sul lungo periodo (riassumo) la politica dell'investimento dà luogo a problemi legati all'aumento del capitale e della capacità produttiva inutilizzata, mentre sia per il rdc che per gli 80 euro si possono riprodurre gli effetti di breve periodo mantenendo costante l'aggravio del deficit e più contenuta la crescita del debito. 

In definitiva, secondo Pannone, IL RDC È DECISAMENTE PIÙ EFFICACE DEGLI 80 EURO sia sul breve che sul lungo periodo (come aveva umilmente anticipato il sottoscritto), è un po' meno efficace dell'investimento pubblico in infrastrutture sul breve ma meno problematico di questo sul lungo periodo. Dal che l'economista conclude:

IL REDDITO DI CITTADINANZA, OLTRE A RAPPRESENTARE UN IMPROCRASTINABILE AIUTO ALLA DIGNITÀ DELLE PERSONE, POTREBBE COSTITUIRE UNO STRUMENTO ESTREMAMENTE UTILE PER CONTRASTARE GLI EFFETTI PIÙ PERVERSI DELLA CRISI ECONOMICA. 

CHIARO? 

 

P.S. Spero che per oggi ne avrai abbastanza, ti sei già reso abbastanza RIDICOLO.

 

 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
41 minuti fa, gioprando ha scritto:

e' tutta una bufala in partenza!  982000 sono le famiglie aventi diritto e circa 3 milioni di persone!!! la poverta' anche se non ti riguarda personalmente e' piu' di quella che pensi tu ed altri! detto questo combattere per togliere anche quel pezzo di pane dalla bocca degli ultimi la trovo una cosa abberrante e ridicola!!!  pensate ai problemi piu' seri e smettetela di dare contro a chi per vivere deve ricevere sussidi dallo stato perche' cosi' gli mancate di rispetto e li offendete, perche' quelle persone sono gente che rispetto a qualcuno ha dignita' da vendere!!!  e non parlate dei pochi casi di delinquenti che lo percepiscono ingiustamente, perche' sono percentuali irrisorie che non valgono manco lo 0 e virgola!!!

mark2222 appena puoi ripsondimi dove ti ho citato perche' se non ti sta bene che io continui a scrivere qui me ne vado volentieri altrove

Sono molto d'accordo sulle tue considerazioni. Solo non capisco perché continui a dare tanto spago a un fazioso mezzo decerebrato e totalmente maleducato. Come vedi ha aperto questa discussione con una BUFALA COLOSSALE (per denigrare i meridionali) poi non è più intervenuto, nemmeno per dire: scusate mi sono sbagliato.

Il mio consiglio è:

non ti curar di lui ma guarda e passa...

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, fosforo311 ha scritto:

Sono molto d'accordo sulle tue considerazioni. Solo non capisco perché continui a dare tanto spago a un fazioso mezzo decerebrato e totalmente maleducato. Come vedi ha aperto questa discussione con una BUFALA COLOSSALE (per denigrare i meridionali) poi non è più intervenuto, nemmeno per dire: scusate mi sono sbagliato.

Il mio consiglio è:

non ti curar di lui ma guarda e passa...

 

lo so forse gli do' troppo spazio pero' devo ammetterlo, sto registrando tutti i suoi post e se lui mi denuncia per qualsiasi motivo io avvio una bella causa contro di lui per tentata estorsione! si estorsione perche' non puoi minacciare qualcuno per ottenere qualcosa!  io non ho mai denunciato nessuno in vita mia ma se qualcuno lo vuole fare ricambia con la stessa moneta , tanto di amici avvocati ne ho per cosi'!!! senza contare che la querela che mi potrebbe venire contestata a me potrebbe aprire scenari inimmaginabili per il querelatore e altri! c'e' tanta gente che non vede l'ora di far finire un monopolio di cui non si sa quasi nulla se non per pochi in certi ambienti!!! detto questo spero che mark la smetta di minacciarmi perche' inizio ad avere disturbi anche del sonno per colpa sua e sicuramente mi citerei in giudizio come parte civile e chiederei i danni a lui e a mister x di cui mi ha minacciato di inoltrare i miei post e che mi querelebbe. Chissa' e' la volta che da una stupidata nasca una nuova tangentopoli! la mia non e' una minaccia ma e' solo un correre ai ripari perche' io non ho mai minacciato di denunciare nessuno!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, gioprando ha scritto:

lo so forse gli do' troppo spazio pero' devo ammetterlo, sto registrando tutti i suoi post e se lui mi denuncia per qualsiasi motivo io avvio una bella causa contro di lui per tentata estorsione! si estorsione perche' non puoi minacciare qualcuno per ottenere qualcosa!  io non ho mai denunciato nessuno in vita mia ma se qualcuno lo vuole fare ricambia con la stessa moneta , tanto di amici avvocati ne ho per cosi'!!! senza contare che la querela che mi potrebbe venire contestata a me potrebbe aprire scenari inimmaginabili per il querelatore e altri! c'e' tanta gente che non vede l'ora di far finire un monopolio di cui non si sa quasi nulla se non per pochi in certi ambienti!!! detto questo spero che mark la smetta di minacciarmi perche' inizio ad avere disturbi anche del sonno per colpa sua e sicuramente mi citerei in giudizio come parte civile e chiederei i danni a lui e a mister x di cui mi ha minacciato di inoltrare i miei post e che mi querelebbe. Chissa' e' la volta che da una stupidata nasca una nuova tangentopoli! la mia non e' una minaccia ma e' solo un correre ai ripari perche' io non ho mai minacciato di denunciare nessuno!

Ha minacciato più volte anche me, non mi piace emettere giudizi morali ma da quanto si legge in certi post di questo forumista la sensazione è che sia una persona propensa all'odio e alla cattiveria. Spero di sbagliarmi ma in ogni caso puoi dormire sonni tranquilli: 

TI PROTEGGE L'ARTICOLO 21 DELLA COSTITUZIONE.

Ti ripeto, la cosa migliore è ignorarlo.

Saluti

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

.

13 minuti fa, gioprando ha scritto:

lo so forse gli do' troppo spazio pero' devo ammetterlo, sto registrando tutti i suoi post e se lui mi denuncia per qualsiasi motivo io avvio una bella causa contro di lui per tentata estorsione! si estorsione perche' non puoi minacciare qualcuno per ottenere qualcosa!  io non ho mai denunciato nessuno in vita mia ma se qualcuno lo vuole fare ricambia con la stessa moneta , tanto di amici avvocati ne ho per cosi'!!! senza contare che la querela che mi potrebbe venire contestata a me potrebbe aprire scenari inimmaginabili per il querelatore e altri! c'e' tanta gente che non vede l'ora di far finire un monopolio di cui non si sa quasi nulla se non per pochi in certi ambienti!!! detto questo spero che mark la smetta di minacciarmi perche' inizio ad avere disturbi anche del sonno per colpa sua e sicuramente mi citerei in giudizio come parte civile e chiederei i danni a lui e a mister x di cui mi ha minacciato di inoltrare i miei post e che mi querelebbe. Chissa' e' la volta che da una stupidata nasca una nuova tangentopoli! la mia non e' una minaccia ma e' solo un correre ai ripari perche' io non ho mai minacciato di denunciare nessuno!

Ha minacciato più volte anche me, non mi piace emettere giudizi morali ma da quanto si legge in certi post di questo forumista la sensazione è che sia una persona propensa all'odio e alla cattiveria. Spero di sbagliarmi ma in ogni caso puoi dormire sonni tranquilli: 

TI PROTEGGE L'ARTICOLO 21 DELLA COSTITUZIONE.

Ti ripeto, la cosa migliore è ignorarlo.

Saluti

no guarda pero' devo dire che da quando mi ha minacciato ho perso quasi il sonno del tutto ed un mio amico psichiatra specializzato nel disturbo del sonno mi ha gia' iniziato a refertare e ha asserito e mi ha gia' scritto nero su bianco che e' dovuto alle minacce che ho subito di querele e quant'altro. Guarda detto francamente io non vorrei mai arrivare a tanto, pero' se mi minacciano di querele devo raccogliere prove documentate e gia' sono a piu' di meta' dell'opera!

io spero che mark si scusi con me e non mi minacci piu' di querele perche' se no appena mi dovesse arrivare una querela io sono obbligato ad agire per difendere i miei interessi personali e quindi ci sono gli estremi per una denuncia per tentata estorsione ( ho gia' parlato con due miei amici validissimi avvocati) e a detto loro da questo potrebbe nascere un polverone inimmaginabile con strascichi a tutto il mondo politico , sopratutto di una certa parte , e si potrebbe venire alla luce una nuova tangentopoli.

concludo il discorso dicendo che spero di finirla qua con mark e di chiarirci senza mai piu' ricevere minacce da chi che sia, perche' mi ha levato anche il sonno quasi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Corri subito dall'ottico, anzi passa prima da un buon oculista, e acquista un ottimo paio di occhiali

Al contrario. Sei tu che hai bisogno non solo di un ottimo oculista ma anche di un ottimo insegnante di sostegno.

Come ho scritto il pdf di Pannone

NON DIMOSTRA

che i percettori degli 80 euro hanno una minore propensione marginale al consumo rispetto agli aventi diritto al rdc.

Il buon Pannone

ASSUME

che i percettori degli 80 euro hanno una minore propensione marginale al consumo rispetto agli aventi diritto al rdc.

E la letteratura scientifica, lievemente meno dilettantistica di quella firmata dal buon Pannone, sostiene tesi non esattamente compatibili con quanto assunto dal buon Pannone.

A titolo di esempio questo paper

https://www.nber.org/papers/w15739.pdf

pubblicato da due nostri connazionali su NBER.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora