ammette:ho concesso asilo senza prove


“Era inserito in un contesto, parlava italiano, era vulnerabile. Mi sono misurata con l’impossibilità di ricostruire la sua storia e gli ho dato il permesso umanitario”: così, senza vergogna, il magistrato Luciana B., all’interno dello spettacolo “Invece accade – dal diario di un giudice dell’asilo”  Il problema è che la signora è presidente della sezione l’immigrazione e protezione internazionale del tribunale di Firenze. Nel 2017 ha concesso l’85% delle domande di asilo che erano state respinte dalla commissione territoriale: una cosa abnorme che accade solo nei tribunali dove i ricorsi vengono, casualmente, presentati da ASGI,

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963