Scorta alla Segre sopravvissuta della Shoah e oggi minacciata sul web,che vergogna!

Liliana era una bambina italiana come tante nel 1938 a 8 anni venne espulsa dalla scuola per le vergognose leggi razziali, lei era di famiglia ebrea laica, viveva col padre, aveva perso la madre a un anno, cominciano le persecuzioni, provano a scappare, ma al confine con la Svizzera vengono catturati dai gendarmi lei, il padre e due cugini e rispediti in Italia senza pietà. Prima la rinchiudono in carcere e poi la consegnano alle SS, viene deportata con il padre in Germania: internata nel campo di sterminio di Birkenau-Auschwitz, e' rinchiusa nella sezione femminile insieme ad altre 700 ragazze e 60.000 donne di tutte le nazionalita'. Le viene imposto un numero di matricola tatuato sul braccio (n.75190): non ha ancora 14 anni.

Il padre viene ucciso il 27 aprile del 1944. Nel 1945 i nazisti, in fuga dall'avanzata dell'Armata Rossa, sgombrano il campo trasferendo verso la Germania Liliana e altri 56.000 prigionieri nella terribile 'Marcia della Morte'. Internata prima nel campo femminile di Ravensbruck e poi in quello di Malchow, nel nord della Germania, la ragazza italiana viene liberata dai sovietici il 30 aprile del 1945. Dei 776 bambini italiani di eta' inferiore ai 14 anni deportati ad Auschwitz, la Segre e' tra i soli 25 sopravvissuti.

Rientra a Milano nell'agosto del 1945. Ci sono voluti 45 anni a Liliana per "rompere il silenzio" sulla Shoah, come e' accaduto a molti sopravvissuti: solo nel 1990 comincia a raccontare incontrando studenti e professori. Da allora non si e' piu' fermata. Oggi a 89 anni, nominata Senatrice, viene sommersa di insulti e minacciata, tanto che il prefetto di Milano le ha assegnato una scorta,
Questa è una vergogna del nostro paese, dover proteggere una sopravvissuta all'orrore dei campi di concentramento da continue minacce antisemite. Ancora oggi razzismo e antisemitismo violento nel paese che si alleò con la Germania e ha la macchia di aver perseguitato gli Italiani di religione ebraica e averli consegnati ai tedeschi. Che ne pensate?

Risultato immagini per segre padre"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

penso fermamente ke la nomina di senatore a vita alla Signora Segre le abbia portato solo seccature. era una signora finalmente tranquilla ke poteva andare nelle scuole a parlare di un passato triste ke nn va mai dimenticato e dal quale era sopravvissuta mentre adesso, scusate se la penso così, ma, secondo me, viene manipolata e forse ingannata, x motivi politici.

a parte la sbruffonata dei 200 msg d'insulti giornalieri poi rivelatisi annuali, e dei quali NON dovrebbe essercene neppure UNO se nn di simpatia e solidarietà, nn é la prima persona di fede ebraica a sedere in parlamento. c'è tuttora l'on Fiano e probabilm altri ke nn so; c'è stata la senatrice a vita Signora Levi Montalcini ma MAI ci fu una faccendaccia del genere, ke io ricordi, MAI questi signori lamentarono ricevere tale quantità di messaggi ostili tranne, forse, quelli di qualke scemelotto ke voleva sgrankirsi le dita sulla tastiera ed allora, notando la forte differenza di atteggiamenti passati e presenti, mi vien da pensare ke gli antagonisti politici di un tempo nn erano quelli attuali e x questo trovo squallido il coinvolgimento involontario o certamente fatto in buonafede da parte di una Signora con la S maiuscola, meritevole solo e soltanto di tanto, tanto rispetto.

Signora Liliana Segre, abbia tutta la mia solidarietà.  firmato: una ke preferisce la destra ma ragiona col proprio cervello.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963