Per robyrossa da noncredapensi

                                                              "Dice robyrossa236

Ok,capisco la tua rabbia verso Dio e tutto il creato..per la situazione in cui ti trovi.. ma ora ,sei una persona adulta e responsabile..e quindi,devi decidere per te stesso (Dio non c'entra).. che persona vuoi essere e che principi vuoi portare avanti!

Se domani fosse l'ultimo giorno della tua vita, vuoi morire arrabbiato o con il sorriso??

R                                                   isponde noncrederepensi

[[Come al solito non  riflettete prima di parlare: Rabbia verso Dio? Ma se non me ne importa nulla se non per il fatto che devo pagare tasse che parzialmente vanno ai sacerdoti cattolici, principalmente grazie anche a Berlusconi che ha regolato la legge (8 per mille) per cui anche chi non dà nessuna preferenza devolve “involontariamente” una percentuale della sua “non preferenza” alla confessione che ha ottenuto la maggior percentuale di preferenze che, guarda caso in Italia è quella cattolica! Pur di prendere soldi, il Vaticano è disposto ad avallare imbrogli del genere. Vergogna (per questo imbroglio)!!
Rifletta, se ne è capace, su ciò che segue: che probabilità ho avuto, vivendo in Italia, a tentare di non essere plagiato sulla religione cattolica ed al concetto di Dio? A codesto concetto non ci sono arrivato da solo, ma ci sono stato costretto dalla società, a sua volta plagiata da secoli di TALI concetti illusori. Solo la FORTUNA di avere genitori una credente e l’altro, dopo esperienze originate dalla IIª guerra mondiale, divenuto non credente, ed ad un minimo di capacità critica, e capace, non ci vuol molto, ad avvertire le inconciliabili affermazioni fatte sui libri “sacri” e sulla realtà che è sotto i nostri occhi!
I miei principi non mi sono stati comandati [ o falsificati, vedi il II° comandamento, cassato dalle autorità cattoliche, che vieta di fare commercio di qualsivoglia immagine di cose ed aventi sacri – ma “pecunia non olet” ].
I miei principi sono semplicissimi:
1 – Non nuocere ad altri, a meno di difesa, estrema per la propria sopravvivenza fisica.
2 – Agisci onestamente (sempre tenendo presente il punto 1)
     Facile no!

Per quanto riguarda la morte, a prescindere dal fatto che pochi fortunati siano coscienti prima di morire, crede davvero che in quel momento una persona si chieda se sorridere o rammaricarsi relativamente ad un evento inevitabile? Questo quesito può essere posto a chi, come Lei, crede e non a chi pensa. O arrabbiato o sorridente, la fine è sempre la stessa ed è evidente che farebbe sbellicare dalle risa chi sta per morire (se fosse ancora  cosciente)!!!!! Come direbbe se potesse , in questo momento: perché mi fa una domanda così sciocca?)]]

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963