la Verità è sempre stata nascosta

tutti i dipinti, cosi anche la "santa cena " di Leonardo

mostrano Gesù Cristo con capelli lunghi, come una femmina,

Barba lunga, occhi azzurri, di origine europea.

ma la bibbia dimostra che Egli era nato in Giudea, un Giudeo.

Perché tutti hanno mentito sulla Verità?!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

4 messaggi in questa discussione

Forse  Lei non si è accorta/o che tutta la rappresentazione dell'ultima cena è falsa, 'chè in quel periodo le cene avvenivano con i commensali, rigorosamente maschi in circolo - le donne manco a dirlo bandite dal buonissimo Gesù Cristo, maschista come tutti i maschi del suo periodo, (sempre che sia mai esitino secondo le leggende di voi "cristiani costruite - la storia non cristiana lo ignora  - solo convenientemente da un certa data in poi ). Si scambiavano a turno le cibarie che li allietavano. Se ne era accorto seguace delle verità della "Sacra Bibbia"(Si far per dire sacra, per i non credenti) ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inoltre Lei dimentica che il supposto Gesù Cristo era di religione ebraica, per cui il "cristianesimo", risulta dalle fonti storiche è nato da Paolo di Tarso che il supposto Gesù non aveva mai incontrato.
Ho molta pietà per chi come lei prende tutto per oro colato senza fare controlli logico-storicho-filologici che sono al di là delle sue conoscenze  - fra l'altro anche dalle mie -, ma al contrariamente lei,  io leggo molti libri che parlano della religione cristiana fatta da tutti, tutti, anche cristiani. Ma sua acritica e monocratica "credenza" non potrà mai fare breccia nelle sue illusioni e sempre in base al principio che chi crede non pensa ma crede solo a cosa vuol credere!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

credo che lei non sappia nemmeno leggere quello che gli altri scrivono.

ho scritto che la santa cena è un falso. Ho scritto che Gesù Cristo era Giudeo.

Cristo Gesù non era religioso non ha fondato nessuna religione, Paolo di Tarso, Saul di Tarso, non ha fondato il cristianesimo

perchè egli non era capo di nulla.

la cosi detta parola "cristiani" fu usata molto tempo dopo ad Antiochia in segno dispregiativo, per designare gente diversa.

non esiste il principio che chi crede non pensa, anzi è al contrario, chi non crede e fa finta di credere e si ritiene un credente inganna se stesso.

Il vero credente si pone delle domande e cerca di trovare la Verità per appagare la sua vita  spirituale. L'uomo non può vivere di solo pane, ha bisogno di conoscere ancora di più il perchè esiste.

Chi fa il religioso o "il tutto so" e "non ho bisogno", vive e disprezza la sua vita che è un dono.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Allora, per soffocare ogni diceria, Nerone spacciò per colpevoli e condannò a pene di crudeltà particolarmente ricercata quelli che il volgo, detestandoli per le loro infamie, chiamava cristiani. Derivavano il loro nome da Cristo, condannato al supplizio, sotto l'imperatore Tiberio, dal procuratore Ponzio Pilato. Momentaneamente soffocata, questa rovinosa superstizione proruppe di nuovo, non solo in Giudea, terra d'origine del flagello, ma anche a Roma, in cui convergono da ogni dove e trovano adepti le pratiche e le brutture più tremende. Furono dunque dapprima arrestati quanti si professavano cristiani; poi, su loro denuncia, venne condannata una quantità enorme di altri, non tanto per l'incendio, quanto per il loro odio contro il genere umano. Quanti andavano a morire subivano anche oltraggi, come venire coperti di pelli di animali selvatici ed essere sbranati dai cani, oppure crocefissi ed arsi vivi come torce, per servire, al calar della sera, da illuminazione notturna. Per tali spettacoli Nerone aveva aperto i suoi giardini e offriva giochi nel circo, mescolandosi alla plebe in veste d'auriga o mostrandosi ritto su un cocchio. Per cui, benché si trattasse di colpevoli, che avevano meritato punizioni così particolari, nasceva nei loro confronti anche la pietà, perché vittime sacrificate non al pubblico bene bensì alla crudeltà di uno solo.

Forse lei non ha letto la storia descritta da Tacito libro 15 paragrafo 44 ,  si informi meglio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963