Dichiarazione di un albanese:

Era stato arrestato un anno fa, dopo aver tentato di rubare su un’auto in sosta nei pressi del teatro Donizetti. Per questo motivo – scrive bergamopost.it  – un albanese di 35 anni è finito a processo in tribunale con l’accusa di tentato furto. Ma la cosa curiosa di questo procedimento sono le parole che il ladro ha pronunciato: «Sono venuto in Italia a rubare, perché qui da voi è più facile e la maggior parte delle volte non si va in carcere». Una frase che dimostra quanto all’estero sia tenuta in poco conto la disastrata giustizia italiana, tanto che i malviventi scelgono proprio il nostro malmesso Paese per compire furti.

Il 35enne ha candidamente ammesso che era stato un suo connazionale, rientrato in patria dopo qualche anno trascorso in Italia, a spingerlo a raggiungere il Belpaese.Bè....offra una candela votiva alla sinistra italiana!!!!

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

nn avevamo bisogno ce lo confermasse un ladro dell'est ke la giustizia itaGliana é sempre a favore dei delinquenti specie se stranieri....

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Certo   voi  poi  destri  ne  avete  un esempio  con  l'ex  premier   vostro  capo ..ma  anche  per   bossi & co  non  si  scherza,  di  che  vi  lamentate   tra  prescrizioni  e  servizio  civile e  qualche  amnistia  fanno  da  esempio...  come  si dice   il  pesce  puzza  dalla   testa  e  la  vostra  testa   non  è da  prendere  ad  esempio

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 ore fa, director12 ha scritto:

Era stato arrestato un anno fa, dopo aver tentato di rubare su un’auto in sosta nei pressi del teatro Donizetti. Per questo motivo – scrive bergamopost.it  – un albanese di 35 anni è finito a processo in tribunale con l’accusa di tentato furto. Ma la cosa curiosa di questo procedimento sono le parole che il ladro ha pronunciato: «Sono venuto in Italia a rubare, perché qui da voi è più facile e la maggior parte delle volte non si va in carcere». Una frase che dimostra quanto all’estero sia tenuta in poco conto la disastrata giustizia italiana, tanto che i malviventi scelgono proprio il nostro malmesso Paese per compire furti.

Il 35enne ha candidamente ammesso che era stato un suo connazionale, rientrato in patria dopo qualche anno trascorso in Italia, a spingerlo a raggiungere il Belpaese.Bè....offra una candela votiva alla sinistra italiana!!!!

«Sono venuto in Italia a rubare, perché qui da voi è più facile e la maggior parte delle volte non si va in carcere» .Almeno è stato sincero.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
20 ore fa, pm610 ha scritto:

Certo   voi  poi  destri  ne  avete  un esempio  con  etc etc .....

...  mi pare ke serva anke al vostro campionario sinistrato tant'é ke, quando fu il *** di opporvi, tutti a cuccia pensando:  va bene così xké nn si sa mai ke un domani abbia toccare pure a me...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
21 ore fa, pm610 ha scritto:

Certo   voi  poi  destri  ne  avete  un esempio  con  l'ex  premier   vostro  capo ..ma  anche  per   bossi & co  non  si  scherza,  di  che  vi  lamentate   tra  prescrizioni  e  servizio  civile e  qualche  amnistia  fanno  da  esempio...  come  si dice   il  pesce  puzza  dalla   testa  e  la  vostra  testa   non  è da  prendere  ad  esempio

tu,invece,pm610 puzzi e basta.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963