rimpatriamo i turisti e ci teniamo i clandestini

sette cittadini austriaci, di cui due ultratrentenni, sono stati allontanati il 3 sera da Lignano Sabbiadoro (Udine) con la notifica da parte della Polizia di Stato di altrettanti divieti di ritorno nella località balneare per due anni. Sono gli ultimi della serie. Per quattro di loro sono scattate anche le denunce penali, una per atti osceni, una per lancio pericoloso di cose e due per disturbo e molestie alle persone, per un parapiglia scatenato all’interno di un bar.

Ben fatto, per carità. Peccato che la stessa solerzia lo Stato non la metta nei rimpatri di clandestini.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora