fedeli chiedono rimozione prete

I fedeli di Ramini chiedono la rimozione di don Massimo Biancalani dal ruolo di parroco di Vicofaro. Motivo: invece della religione pensa solo a circondarsi di  africani. Già da tempo i parrocchiani ne chiedono l’allontanamento, avevano scritto una lettera ed incontrato il vescovo di Pistoia , nulla di fatto.

“Non vengono più fatte le estreme unzioni, il coro è stato cancellato, i pochi bambini che seguono il catechismo sono costretti a stare in chiesa o nei locali della Misericordia. Altri si sono trasferiti in altre parrocchie.”, lamentano i parrocchiani.

“Non solo, nel corso di un funerale, lo scorso luglio, l’acquasantiera della chiesa si presentava come un posacenere. Le biciclette spesso vengono lasciate appoggiate all’altare della sacrestia”. “Non organizza più la festa della parrocchia perché lamenta l’assenza di soldi. A volte si dimentica anche delle messe a suffragio dei defunti e dei funerali. A questo punto chiediamo che venga rimosso e che il vescovo ci ascolti”, concludono i fedeli.

chiesa-biancalani-672x372.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

9 messaggi in questa discussione

Però!   Coraggioso sto prete.

«Accolgo i disperati e gli ultimi aprendo le porte della Chiesa come chiede Papa Francesco – sottolinea il parroco –. Do un tetto a chi viene cacciato dagli altri centri accoglienza, evitando che bivacchi nelle strade della città. Collaboro con le forze dell’ordine e spesso sono proprio loro a mandare qui i “figli” della Bossi-Fini: una legge che individua solo i criteri per il diritto al permesso di soggiorno, ma che non si cura dei migranti durante il tempo necessario all’accoglimento o meno delle richieste».

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Venerdì, 24 Agosto 2018 17:28

Il Vaticano chiama don Biancalani ad una conferenza ecumenica

 
 
 
 
Il Vaticano chiama don Biancalani ad una conferenza ecumenica
 

200 oratori da tutto il mondo per parlare di xenofobia e razzismo

di Samantha Ferri

PISTOIA – Ci sarà anche un po' di Pistoia alla Conferenza mondiale su “Xenofobia, razzismo e nazionalismo populista nel contesto della migrazione globale” organizzato a Roma dal Dicastero per la Promozione dello sviluppo integrale umano del Vaticano e dal Consiglio mondiale delle Chiese di Ginevra. Don Massimo Biancalani, parroco di Ramini e Vicofaro, ha ricevuto la lettera d'invito a partecipare in qualità di relatore alla conferenza che si terrà dal 18 al 20 settembre prossimi.

“Sono rimasto molto colpito – ha detto don Massimo in una conferenza stampa convocata per condividere la notizia con la città – è stata davvero una bella sorpresa. Dopo mesi di silenzi e prese di distanza da parte del mondo sia politico che ecclesiastico vedo questo invito come un riconoscimento del modello di accoglienza che stiamo portando avanti. Un evento che mi consola e mi dona nuova forza per continuare”.

La Conferenza si terrà in occasione del 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e del 25° anniversario della Dichiarazione di Vienna del 1993 ed ha lo scopo di promuovere la dignità ed i diritti umani. L'invito al parroco pistoiese è arrivato dal Dicastero per la promozione dello sviluppo integrale umano nato nel 2016 per volere di Papa Francesco e retto dal Cardinale Peter Turkson. E proprio Papa Francesco sarà presente per la chiusura dei lavori del convegno, il 20 settembre, un fatto che rende entusiasta don Massimo.

“E' molto importante per me condividere questa notizia soprattutto con il mondo dei fedeli – ha commentato don Massimo -. Mi premeva dare notizia di questo invito, arrivato direttamente dal Vaticano, ai cattolici per rassicurarli sul nostro operato, per far loro sapere che agiamo nella dottrina della Chiesa”. Un riconoscimento ma anche una responsabilità per don Biancalani, che da quando ha deciso di rendere noto il suo operato, il suo modello di chiesa aperta a tutti tramite la pubblicazione di post su Facebook delle attività svolte con i migranti da lui accolti, ha attirato su di sé plausi e critiche da tutta Italia.

“Per noi resta comunque un dovere raccontare quello che facciamo e i media di oggi ci danno un grande aiuto. E poter parlare ad una Conferenza del genere davanti a tutto il mondo ecclesiastico, comprese le Chiese riformate, è per noi una grossa opportunità di confronto. E perché una vera accoglienza, una solida soluzione al problema globale della migrazione sarà possibile solo se le strutture ospitanti e le chiese aperte come la nostra riusciranno a fare rete tra loro”, ha concluso don Massimo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Però!   Coraggioso sto prete.

«Accolgo i disperati e gli ultimi aprendo le porte della Chiesa come chiede Papa Francesco – sottolinea il parroco –. Do un tetto a chi viene cacciato dagli altri centri accoglienza, evitando che bivacchi nelle strade della città. Collaboro con le forze dell’ordine e spesso sono proprio loro a mandare qui i “figli” della Bossi-Fini: una legge che individua solo i criteri per il diritto al permesso di soggiorno, ma che non si cura dei migranti durante il tempo necessario all’accoglimento o meno delle richieste».

1561644584-img-4574.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, ahaha.ha ha scritto:
Venerdì, 24 Agosto 2018 17:28

Il Vaticano chiama don Biancalani ad una conferenza ecumenica

 
 
 
 
Il Vaticano chiama don Biancalani ad una conferenza ecumenica
 

200 oratori da tu

di Sam prossimi.

“Sono rimasto molto colpito – ha detto don Massimo in una conferenza stampa convocata per condividere la notizia con la città

http://www.ilgiornale.it/news/biancalani-pensa-solo-accoglienza-comunit-distrutta-va-1772071.html

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Fedeli poco misericordiosi, gente che frequentava la chiesa per abitudine .

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Fedeli poco misericordiosi, gente che frequentava la chiesa per abitudine .

e gai'..vuoi mettere tu?? fai il chierico,il sacrestano,il cantore..e alla fine vai anche i n sacrestia con il prete a farti dire che hanno confessato le vecchiette ....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, director12 ha scritto:

e gai'..vuoi mettere tu?? fai il chierico,il sacrestano,il cantore..e alla fine vai anche i n sacrestia con il prete a farti dire che hanno confessato le vecchiette ....

Pensi al suo povero parroco, che è in coma da quando ha ascoltato la sua confessione.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, director12 ha scritto:

e gai'..vuoi mettere tu?? fai il chierico,il sacrestano,il cantore..e alla fine vai anche i n sacrestia con il prete a farti dire che hanno confessato le vecchiette ....

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, director12 ha scritto:

e gai'..vuoi mettere tu?? fai il chierico,il sacrestano,il cantore..e alla fine vai anche i n sacrestia con il prete a farti dire che hanno confessato le vecchiette ....

Invidioso perché lei sa solo suonare il piffero col Q.lo?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963