PRIMA PAGINA

RASSEGNA STAMPA RAI 3

Merkel trascina l'Ue verso la Cina. Allenza su ambiente e commercio

AMBIENTE ........ !!!!!

COMMERCIO . ..!!!!!

LA CINA E' TRA I PRIMI PAESI CHE INQUINA DI PIU' AL MONDO..

SEMPRE LA CINA  E' AL 1° POSTO CON UN MERCATO DI 506,66 MILIARDI DI DOLLARI , DETIENE IL MONOPOLIO

CARA MARKEL .. AL MASSIMO E' LA CINA A TRASCINARE LA UE

MA FORSE ...IO LA BUTTO LI..MA ...

GUARDIAMO LA CARTINA

https://it.wikipedia.org/wiki/File:Nuclear_weapons_states.svg

VISTO I RECENTI ACCORDI USA ,RUSSIA,E A GENNAIO CON IL REGNO UNITO.....

 

 

TO....!!!! GUARDA CASO ...!!! A COSA SERVE UNA ALLEANZA CON LA CINA ....????

VUOI UN PO' DI CINESE...ECCOTI SERVITA ..

DICE UN VECCHIO SAGGIO CINESE 

QUANDO SI E' GRANDI, E SI CADE, SI FA' SOLO PIU' RUMORE

 

QUESTO,( VISTO CHE LE BASI CI SONO) ,SE L'EURO DOVESSE CADERE .....

LA TUA POSIZIONE E' DA CONTROLLORE A CONTROLLATO..

MI HANNO SEMPRE DETTO CHE SE MAI CI SARA UNA 3° GUERRA 

QUELLA SI COMBATTERÀ SUI TAVOLI,O LA 4°SI FARA CON I BASTONI

MA MI HANNO  SEMPRE DETTO ANCHE ,CHE IL LUPO PERDE IL PELO MA NON IL VIZIO

CARA markel (appositamente in minuscolo)

STAI AFFETTANDO DA ANNI LA TORTA ,FACENDO ATTENZIONE A NON LASCIARE 

BRICIOLE,MA QUELLE POCHE LE HO VISTE

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

10 messaggi in questa discussione

Intanto la merkel è ancora li pronta per il quarto mandato........

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

A tranquillo......!!   anche io avrei rieletto per la 4°,  Berlusconi, Bersani ,o Renzi se solo avessero fatto 

1/4  di quello che ha fatto lei ,fottendosene  della comunità' UE, ma che dico, 1 sola mi sarebbe bastata.....

stamparmi la propria moneta sovrana , o emettere titoli di debito a tasso zero,questo riduce della meta' il debito,

portando in pochi anni la Germania ad un superiore + 25%  di  crescita, ed  azzerando completamente il proprio debito pubblico .

E l'Italia ..... ??.... lasciamo stare altrimenti ci sarebbe da piangere, da Monti ad oggi siamo  quasi al   -4% ( meno ) ,

parliamo  del 30% di potenziale economico sviluppo/crescita in piu' ....pagando zero ....,noi  crescita/sviluppo  da 0 allo allo 0,.virgola con interessi al debito al + 6% (sono svariati Miliardi ) e non i mila...che ci elemosinano .

http://informatitalia.blogspot.it/2014/03/euro-la-disfatta-dellitalia-e-la.html

http://www.nocensura.com/2014/09/la-germania-stampa-moneta-emettendo.html

https://www.rischiocalcolato.it/2016/04/la-germania-stampa-moneta-sovrana-perche-spoiler-minacciare-la-bce.html

Modificato da beatrixxx2017

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

AMBIENTE

La Cina è, di gran lunga, il primo emettitore mondiale di gas serra. Nel 2015 (ultimo anno di cui dispongo i dati) ha immesso in atmosfera 10,6 miliardi di tonnellate di CO2, pari al 29,4% del totale mondiale, quasi il quintuplo di quanto emetteva nel 1990. I gas serra cinesi oggi sono più del doppio di quelli emessi dagli USA e 30 volte le emissioni dell'Italia. Ciò è dovuto soprattutto all'ingente consumo di carbone, pari alla metà dell'intero consumo mondiale. Tuttavia le emissioni pro capite dei cinesi, 7,73 tonnellate nel 2015, sono tuttora meno della metà di quelle degli americani (16,07 t) e inferiori anche a quelle dei tedeschi (9,64 t), ma superiori alle nostre (5,90 t).  Bisogna poi osservare che nel 2015, per la prima volta, le emissioni di CO2 della Cina sono diminuite rispetto all'anno precedente. Tra il 2012 e il 2015 il paese ha ridotto di oltre 5 punti la sua dipendenza energetica dal carbone (dal 68,8% al 63,7%, fonte BP). Essendo oggi la Cina il primo produttore e il primo investitore mondiale nelle fonti energetiche rinnovabili, tutto lascia pensare che questo trend si consoliderà nei prossimi anni. Gli analisti osservano che si deve in larga misura al boom del fotovoltaico cinese l'abbattimento (di oltre l'80% dal 2009) del prezzo medio globale dei moduli solari. Oltre che nel solare e nell'eolico, il governo cinese (parliamo di uno Stato a economia pianificata e centralizzata) sta investendo massicciamente nella più tradizionale delle fonti rinnovabili, l'idroelettrico. La Cina da sola produce quasi il 30% dell'energia idroelettrica mondiale. La gigantesca Diga delle Tre Gole sul Fiume Azzurro, con un bacino  di 22 miliardi di m³ e una potenza di 22,5 GW, è il più potente impianto energetico oggi esistente al mondo, con una potenza quasi tripla della megacentrale nucleare giapponese di Kashiwazaki-Kariwa (7 grandi reattori per quasi 8 GW complessivi) peraltro inattiva dal 2011. E' stato calcolato che se il bacino venisse completamente riempito (39,3 miliardi di m³) il sollevamento della massa d'acqua comporterebbe un incremento del momento d'inerzia del pianeta e di conseguenza, per la legge di conservazione del momento angolare, un rallentamento della velocità di rotazione e un allungamento della durata del giorno pari a circa 60 nanosecondi, nonché uno spostamento di circa 2 cm delle posizioni del Polo Nord e del Polo Sud. Per la costruzione della diga è stato necessario un trasloco di massa di 1,4 milioni di residenti nell'area.

COMMERCIO

La Cina è il primo paese esportatore al mondo (davanti a USA e Germania, l'Italia è nona) e il secondo paese importatore (dietro gli USA e davanti alla Germania, noi siamo 13simi). Tuttavia, se consideriamo l'Unione Europea nel suo insieme, le sue esportazioni (verso i paesi extra UE) superano ancora abbondantemente quelle della Cina. La quale ha il più alto saldo attivo della bilancia commerciale, anche se in qualche sito si legge che nel 2016 la Germania avrebbe fatto addirittura meglio. In ogni caso il saldo commerciale cinese da un paio di anni comincia a calare, ovvero le importazioni crescono più delle esportazioni, al contrario di quanto avviene per la Germania. Questo trend si manifesta anche nell'interscambio commerciale con l'Italia, che dunque deve guardare al mercato cinese con grande interesse. Se infine rapportiamo i volumi degli scambi al PIL notiamo un fatto sorprendente. Non solo le importazioni, ma anche le esportazioni cinesi sono, in rapporto al PIL, molto più basse di quelle di Germania e Corea del Sud, e inferiori anche a quelle dell'Italia e alla media mondiale. Dunque, paradossalmente, l'economia cinese è tuttora più vicina al modello autarchico o di economia chiusa, anche se il trend va nella direzione del modello aperto di economia di mercato.

ARMI NUCLEARI

Si stima che la Cina disponga di un numero di testate atomiche compreso tra 100 e 400, cioè più o meno quante ne ha Israele (che non ne dichiara nemmeno una), contro le circa 7000 della Russia e 6800 degli USA. La Cina (a differenza di India, Pakistan, Corea del Nord e Israele) aderisce al Trattato di non proliferazione nucleare.

Francamente oggi io mi sentirei molto più al sicuro con un partner come la Cina che con l'America del guerrafondaio Trump. Uno che vorrebbe rilanciare l'economia partendo dal carbone e dall'industria bellica; uno che intima a Gentiloni di raddoppiare la spesa militare dell'Italia (che dovrebbe superare, in base a un accordo firmato da Renzi con gli altri paesi NATO ma senza mandato del parlamento, il 2% del PIL); un populista autarchico che minaccia dazi doganali sui prodotti europei (in particolare tedeschi e italiani, come la Vespa e l'acqua S. Pellegrino) e che si ritira dal Trattato di Parigi sulle emissioni di gas serra in atmosfera. Come ha osservato qualcuno, Trump somiglia a quei nuotatori maleducati che credono di poter fare liberamente la pipì in una piscina pubblica.

Saluti 

 

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo31 ha scritto:

AMBIENTE

La Cina è, di gran lunga, il primo emettitore mondiale di gas serra. Nel 2015 (ultimo anno di cui dispongo i dati) ha immesso in atmosfera 10,6 miliardi di tonnellate di CO2, pari al 29,4% del totale mondiale, quasi il quintuplo di quanto emetteva nel 1990. I gas serra cinesi oggi sono più del doppio di quelli emessi dagli USA e 30 volte le emissioni dell'Italia. Ciò è dovuto soprattutto all'ingente consumo di carbone, pari alla metà dell'intero consumo mondiale. Tuttavia le emissioni pro capite dei cinesi, 7,73 tonnellate nel 2015, sono tuttora meno della metà di quelle degli americani (16,07 t) e inferiori anche a quelle dei tedeschi (9,64 t), ma superiori alle nostre (5,90 t).  Bisogna poi osservare che nel 2015, per la prima volta, le emissioni di CO2 della Cina sono diminuite rispetto all'anno precedente. Tra il 2012 e il 2015 il paese ha ridotto di oltre 5 punti la sua dipendenza energetica dal carbone (dal 68,8% al 63,7%, fonte BP). Essendo oggi la Cina il primo produttore e il primo investitore mondiale nelle fonti energetiche rinnovabili, tutto lascia pensare che questo trend si consoliderà nei prossimi anni. Gli analisti osservano che si deve in larga misura al boom del fotovoltaico cinese l'abbattimento (di oltre l'80% dal 2009) del prezzo medio globale dei moduli solari. Oltre che nel solare e nell'eolico, il governo cinese (parliamo di uno Stato a economia pianificata e centralizzata) sta investendo massicciamente nella più tradizionale delle fonti rinnovabili, l'idroelettrico. La Cina da sola produce quasi il 30% dell'energia idroelettrica mondiale. La gigantesca Diga delle Tre Gole sul Fiume Azzurro, con un bacino  di 22 miliardi di m³ e una potenza di 22,5 GW, è il più potente impianto energetico oggi esistente al mondo, con una potenza quasi tripla della megacentrale nucleare giapponese di Kashiwazaki-Kariwa (7 grandi reattori per quasi 8 GW complessivi) peraltro inattiva dal 2011. E' stato calcolato che se il bacino venisse completamente riempito (39,3 miliardi di m³) il sollevamento della massa d'acqua comporterebbe un incremento del momento d'inerzia del pianeta e di conseguenza, per la legge di conservazione del momento angolare, un rallentamento della velocità di rotazione e un allungamento della durata del giorno pari a circa 60 nanosecondi, nonché uno spostamento di circa 2 cm delle posizioni del Polo Nord e del Polo Sud. Per la costruzione della diga è stato necessario un trasloco di massa di 1,4 milioni di residenti nell'area.

COMMERCIO

La Cina è il primo paese esportatore al mondo (davanti a USA e Germania, l'Italia è nona) e il secondo paese importatore (dietro gli USA e davanti alla Germania, noi siamo 13simi). Tuttavia, se consideriamo l'Unione Europea nel suo insieme, le sue esportazioni (verso i paesi extra UE) superano ancora abbondantemente quelle della Cina. La quale ha il più alto saldo attivo della bilancia commerciale, anche se in qualche sito si legge che nel 2016 la Germania avrebbe fatto addirittura meglio. In ogni caso il saldo commerciale cinese da un paio di anni comincia a calare, ovvero le importazioni crescono più delle esportazioni, al contrario di quanto avviene per la Germania. Questo trend si manifesta anche nell'interscambio commerciale con l'Italia, che dunque deve guardare al mercato cinese con grande interesse. Se infine rapportiamo i volumi degli scambi al PIL notiamo un fatto sorprendente. Non solo le importazioni, ma anche le esportazioni cinesi sono, in rapporto al PIL, molto più basse di quelle di Germania e Corea del Sud, e inferiori anche a quelle dell'Italia e alla media mondiale. Dunque, paradossalmente, l'economia cinese è tuttora più vicina al modello autarchico o di economia chiusa, anche se il trend va nella direzione del modello aperto di economia di mercato.

ARMI NUCLEARI

Si stima che la Cina disponga di un numero di testate atomiche compreso tra 100 e 400, cioè più o meno quante ne ha Israele (che non ne dichiara nemmeno una), contro le circa 7000 della Russia e 6800 degli USA. La Cina (a differenza di India, Pakistan, Corea del Nord e Israele) aderisce al Trattato di non proliferazione nucleare.

Francamente oggi io mi sentirei molto più al sicuro con un partner come la Cina che con l'America del guerrafondaio Trump. Uno che vorrebbe rilanciare l'economia partendo dal carbone e dall'industria bellica; uno che intima a Gentiloni di raddoppiare la spesa militare dell'Italia (che dovrebbe superare, in base a un accordo firmato da Renzi con gli altri paesi NATO ma senza mandato del parlamento, il 2% del PIL); un populista autarchico che minaccia dazi doganali sui prodotti europei (in particolare tedeschi e italiani, come la Vespa e l'acqua S. Pellegrino) e che si ritira dal Trattato di Parigi sulle emissioni di gas serra in atmosfera. Come ha osservato qualcuno, Trump somiglia a quei nuotatori maleducati che credono di poter fare liberamente la pipì in una piscina pubblica.

Saluti 

 

Ciao Fosforo

Sei una persona molto accorta,indubbiamente molto informata sui fatti.

Pero' partendo dal presupposto che per me un paese debba correre con le proprie forze senza appoggiarsi ad altri sia la cosa migliore da fare .Ogni nazione ha degli  obbiettivi diversi,noi abbiamo già uno scambio commerciale  con la Cina abbastanza florido, e' la Germania  che e' in decrescita  con l'export in Cina  non ci usi come zerbino. 

La markel  dice il falso, o solo una  porte di una verità lei e' il burattino delle banche ,dopo tutto quello che hanno fatto per non farlo eleggere ,secondo te cosa puo' fare se non tentare di discreditarlo ,cosi e' stato anche per l' aborto ,dicevano che lui  era contro (FALSO)

Cosi e' anche  per il trattato di Parigi

se si fanno delle proposte  ,queste  devono tenere conto di molti fattori , noi ne sappiamo qualcosa ,visto che ogni volta la prendiamo in quel posto 

dalla cara markel , se non erro adesso col la quota del massimo pescato , ma..!!!!!   Tramp non e' un burattino Italiano , non si piega facilmente 

a queste richieste palesemente mal proposte

lei continua a fare il suo gioco indebolire le altre nazioni o nel economia o nella credibilità del loro leder 

http://www.liberoquotidiano.it/news/scienze---tech/12401915/trattato-parigi-antonio-zichichi-trump-non-ha-torto-inquinamento-clima-non-vanno-confusi-.html

cosi' come non credo che sia vera la storia dei dazi, ..forse una parte .... 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, beatrixxx2017 ha scritto:

Ciao Fosforo

Sei una persona molto accorta,indubbiamente molto informata sui fatti.

Pero' partendo dal presupposto che per me un paese debba correre con le proprie forze senza appoggiarsi ad altri sia la cosa migliore da fare .Ogni nazione ha degli  obbiettivi diversi,noi abbiamo già uno scambio commerciale  con la Cina abbastanza florido, e' la Germania  che e' in decrescita  con l'export in Cina  non ci usi come zerbino. 

La markel  dice il falso, o solo una  porte di una verità lei e' il burattino delle banche ,dopo tutto quello che hanno fatto per non farlo eleggere ,secondo te cosa puo' fare se non tentare di discreditarlo ,cosi e' stato anche per l' aborto ,dicevano che lui  era contro (FALSO)

Cosi e' anche  per il trattato di Parigi

se si fanno delle proposte  ,queste  devono tenere conto di molti fattori , noi ne sappiamo qualcosa ,visto che ogni volta la prendiamo in quel posto 

dalla cara markel , se non erro adesso col la quota del massimo pescato , ma..!!!!!   Tramp non e' un burattino Italiano , non si piega facilmente 

a queste richieste palesemente mal proposte

lei continua a fare il suo gioco indebolire le altre nazioni o nel economia o nella credibilità del loro leder 

http://www.liberoquotidiano.it/news/scienze---tech/12401915/trattato-parigi-antonio-zichichi-trump-non-ha-torto-inquinamento-clima-non-vanno-confusi-.html

cosi' come non credo che sia vera la storia dei dazi, ..forse una parte .... 

No, per favore, Zichicche noooo! Se non lo sai, Zichicche è il nomignolo che Piergiorgio Odifreddi, logico matematico e acuto divulgatore scientifico, affibbiò al prof. Antonino Zichichi (ovvero alle sue "chicche" parascientifiche) in due saggi  (Zichicche e Zichicche II) nei quali metteva a nudo gli errori, anche madornali, del fisico siciliano. Il quale ancora oggi, a 88 anni, ha il vizietto di sconfinare in materie in cui è poco (la matematica) o nulla (la biologia e la climatologia) competente. Una delle sue teorie più balzane è quella dei "batteri dormiglioni", secondo la quale l'incremento della concentrazione della CO2 nell'atmosfera più che alle attività umane sarebbe dovuto ai batteri ibernati nei ghiacci polari.

http://www.climalteranti.it/2009/05/22/zichicche-n1-i-batteri-dormiglioni/

In passato la stampa berlusconiana dava spazio ai negazionisti dei mutamenti climatici (come il chimico Franco Battaglia e lo stesso Zichichi in una prima fase). Ora che è impossibile negare che la Terra si sta riscaldando, che i ghiacciai si stanno sciogliendo quasi a vista d'occhio e che quasi ogni anno viene battuto il record di "anno più caldo" dall'inizio delle rilevazioni (1880), ecco che il Giornale e Libero (anzi Occupato, secondo Travaglio) provano a sostenere la tesi che i mutamenti climatici ci sono ma non dipendono dall'uomo bensì da non meglio identificate "cause naturali". Il prof. Zichichi ha ragione nel dire che l'effetto serra non è in sé malvagio, anzi è uno dei fenomeni decisivi per la nostra esistenza sulla Terra, che, in assenza dei gas serra, sarebbe un pianeta freddissimo. Ma con ciò lo stesso Zichichi ammette che questi gas hanno un effetto "riscaldante" (in sostanza, essendo trasparenti nel visibile ma assorbenti nell'infrarosso, essi trattengono in atmosfera una parte del calore  reirraggiato dal suolo nella banda infrarossa). Di conseguenza le emissioni di CO2 prodotte dall'uomo (combustione dei fossili, allevamento del bestiame, deforestazione etc,) e che ammontano oggi a oltre 36 miliardi di tonnellate l'anno (erano 22 miliardi nel 1990) non possono che andare a incrementare la temperatura media del pianeta. In realtà, se consideriamo anche gli altri gas serra come il metano, il protossido d'azoto, i clorofluorocarburi, etc., meno abbondanti ma molto più potenti della CO2 nell'effetto climalterante, la quantità complessiva ammonta a circa 50 miliardi di tonnellate equivalenti di CO2 l'anno.  Per almeno 10.000 anni e fino all'inizio dell'era industriale (intorno al 1750) la concentrazione della CO2  in atmosfera si era mantenuta costante e pari a circa 280 p.p.m., poi è cresciuta fino al record attuale di 412 p.p.m., valore sicuramente mai raggiunto, secondo gli scienziati, negli ultimi 800.000 anni e probabilmente addirittura negli ultimi 20 milioni. Si stima che dal 1750 a oggi le attività umane abbiano prodotto oltre 2000 miliardi di tonnellate di CO2 , un 40% delle quali è tuttora presente nell'atmosfera (il resto è stato assorbito dal suolo, dalle piante e dagli oceani).  Secondo i climatologi dell'IPCC (il forum scientifico delle Nazioni Unite sul clima) c'è una evidente e fortissima correlazione tra le emissioni di gas serra di origine antropica dell'era industriale e la concentrazione di questi gas in atmosfera da un lato, e l'incremento della temperatura media del pianeta (stimato tra 0,65 e 1,06 °C sul periodo 1880-2012) e l'innalzamento del livello medio degli oceani (tra 17 e 21 cm tra il 1901 e il 2010) dall'altro. Naturalmente ci sono anche scienziati, come il prof. Zichichi, che la pensano diversamente ma sono sempre meno e sono per lo più non addetti ai lavori, mentre la quasi totalità dei climatologi è concorde sull'origine antropica del global warming. Da un studio sulle pubblicazioni scientifiche in materia anteriori al 2013 risultò che il 97,2% degli autori concordava su questa tesi, ma la percentuale oggi è sicuramente maggiore. Peraltro c'è ancora oggi qualche scienziato che mette in dubbio la teoria dell'evoluzione di Darwin (come il solito Zichichi), o addirittura la teoria della Relatività di Einstein, come c'è qualche medico che pensa che il fumo non sia correlato al cancro al polmone o che cura l'otite con metodi omeopatici (e ultimamente un bambino se n'è andato all'altro mondo).  

In questa mia recente discussione puoi trovare maggiori dettagli sul global warming e sulle fonti energetiche rinnovabili.

http://forum.virgilio.it/argomento/6468-caro-etrusco/

Saluti

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

9 ore fa, fosforo31 ha scritto:

No, per favore, Zichicche noooo! Se non lo sai, Zichicche è il nomignolo che Piergiorgio Odifreddi, logico matematico e acuto divulgatore scientifico, affibbiò al prof. Antonino Zichichi (ovvero alle sue "chicche" parascientifiche) in due saggi  (Zichicche e Zichicche II) nei quali metteva a nudo gli errori, anche madornali, del fisico siciliano. Il quale ancora oggi, a 88 anni, ha il vizietto di sconfinare in materie in cui è poco (la matematica) o nulla (la biologia e la climatologia) competente. Una delle sue teorie più balzane è quella dei "batteri dormiglioni", secondo la quale l'incremento della concentrazione della CO2 nell'atmosfera più che alle attività umane sarebbe dovuto ai batteri ibernati nei ghiacci polari.

http://www.climalteranti.it/2009/05/22/zichicche-n1-i-batteri-dormiglioni/

In passato la stampa berlusconiana dava spazio ai negazionisti dei mutamenti climatici (come il chimico Franco Battaglia e lo stesso Zichichi in una prima fase). Ora che è impossibile negare che la Terra si sta riscaldando, che i ghiacciai si stanno sciogliendo quasi a vista d'occhio e che quasi ogni anno viene battuto il record di "anno più caldo" dall'inizio delle rilevazioni (1880), ecco che il Giornale e Libero (anzi Occupato, secondo Travaglio) provano a sostenere la tesi che i mutamenti climatici ci sono ma non dipendono dall'uomo bensì da non meglio identificate "cause naturali". Il prof. Zichichi ha ragione nel dire che l'effetto serra non è in sé malvagio, anzi è uno dei fenomeni decisivi per la nostra esistenza sulla Terra, che, in assenza dei gas serra, sarebbe un pianeta freddissimo. Ma con ciò lo stesso Zichichi ammette che questi gas hanno un effetto "riscaldante" (in sostanza, essendo trasparenti nel visibile ma assorbenti nell'infrarosso, essi trattengono in atmosfera una parte del calore  reirraggiato dal suolo nella banda infrarossa). Di conseguenza le emissioni di CO2 prodotte dall'uomo (combustione dei fossili, allevamento del bestiame, deforestazione etc,) e che ammontano oggi a oltre 36 miliardi di tonnellate l'anno (erano 22 miliardi nel 1990) non possono che andare a incrementare la temperatura media del pianeta. In realtà, se consideriamo anche gli altri gas serra come il metano, il protossido d'azoto, i clorofluorocarburi, etc., meno abbondanti ma molto più potenti della CO2 nell'effetto climalterante, la quantità complessiva ammonta a circa 50 miliardi di tonnellate equivalenti di CO2 l'anno.  Per almeno 10.000 anni e fino all'inizio dell'era industriale (intorno al 1750) la concentrazione della CO2  in atmosfera si era mantenuta costante e pari a circa 280 p.p.m., poi è cresciuta fino al record attuale di 412 p.p.m., valore sicuramente mai raggiunto, secondo gli scienziati, negli ultimi 800.000 anni e probabilmente addirittura negli ultimi 20 milioni. Si stima che dal 1750 a oggi le attività umane abbiano prodotto oltre 2000 miliardi di tonnellate di CO2 , un 40% delle quali è tuttora presente nell'atmosfera (il resto è stato assorbito dal suolo, dalle piante e dagli oceani).  Secondo i climatologi dell'IPCC (il forum scientifico delle Nazioni Unite sul clima) c'è una evidente e fortissima correlazione tra le emissioni di gas serra di origine antropica dell'era industriale e la concentrazione di questi gas in atmosfera da un lato, e l'incremento della temperatura media del pianeta (stimato tra 0,65 e 1,06 °C sul periodo 1880-2012) e l'innalzamento del livello medio degli oceani (tra 17 e 21 cm tra il 1901 e il 2010) dall'altro. Naturalmente ci sono anche scienziati, come il prof. Zichichi, che la pensano diversamente ma sono sempre meno e sono per lo più non addetti ai lavori, mentre la quasi totalità dei climatologi è concorde sull'origine antropica del global warming. Da un studio sulle pubblicazioni scientifiche in materia anteriori al 2013 risultò che il 97,2% degli autori concordava su questa tesi, ma la percentuale oggi è sicuramente maggiore. Peraltro c'è ancora oggi qualche scienziato che mette in dubbio la teoria dell'evoluzione di Darwin (come il solito Zichichi), o addirittura la teoria della Relatività di Einstein, come c'è qualche medico che pensa che il fumo non sia correlato al cancro al polmone o che cura l'otite con metodi omeopatici (e ultimamente un bambino se n'è andato all'altro mondo).  

In questa mia recente discussione puoi trovare maggiori dettagli sul global warming e sulle fonti energetiche rinnovabili.

http://forum.virgilio.it/argomento/6468-caro-etrusco/

Saluti

 

 

Modificato da beatrixxx2017

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, cristina1369 ha scritto:

offrono prestiti tra particolare
Buongiorno Pronto per concederlo agli individui nel bisogno di aiuto di credito finanziario che varia di (3000 € a 2.000.000 €) rimborsabile in un periodo di (1 a 30, anni con un tasso di interesse molto accessibile. Per il rimborso vi propongo un termine ragionevole:  
mail:cristina.souarez@virgilio.it

18556114_1279845328803764_7059002189353103650_n.jpg

NE BASTAVA UNO

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, cristina1369 ha scritto:

offrono prestiti tra particolare
Buongiorno Pronto per concederlo agli individui nel bisogno di aiuto di credito finanziario che varia di (3000 € a 2.000.000 €) rimborsabile in un periodo di (1 a 30, anni con un tasso di interesse molto accessibile. Per il rimborso vi propongo un termine ragionevole:  
mail:cristina.souarez@virgilio.it

18556114_1279845328803764_7059002189353103650_n.jpg

NE BASTAVA UNO

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, cristina1369 ha scritto:

offrono prestiti tra particolare
Buongiorno Pronto per concederlo agli individui nel bisogno di aiuto di credito finanziario che varia di (3000 € a 2.000.000 €) rimborsabile in un periodo di (1 a 30, anni con un tasso di interesse molto accessibile. Per il rimborso vi propongo un termine ragionevole:  
mail:cristina.souarez@virgilio.it

18556114_1279845328803764_7059002189353103650_n.jpg

NE BASTAVA UNO

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, cristina1369 ha scritto:

offrono prestiti tra particolare
Buongiorno Pronto per concederlo agli individui nel bisogno di aiuto di credito finanziario che varia di (3000 € a 2.000.000 €) rimborsabile in un periodo di (1 a 30, anni con un tasso di interesse molto accessibile. Per il rimborso vi propongo un termine ragionevole:  
mail:cristina.souarez@virgilio.it

18556114_1279845328803764_7059002189353103650_n.jpg

NE BASTAVA UNO

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963