qualche forumista con sorriso sornione affermava:non sono arrivati con i barconi,gli assassini di poliziotti

“Alejandro Augusto Stephan Meran, il killer dei poliziotti nella Questura di Trieste, sarebbe stato arrestato per traffico di droga a casa sua, in Repubblica Dominicana, secondo un’informativa della Dndc, la Direzione nazionale antidroga del paese caraibico. La conferma arriva da Santo Domingo grazie ad Alicia Ortega, une delle più famose giornaliste investigative dell’isola”. Lo rivela ‘il Giornale’ .

“Nell’informativa dell’antidroga di Santo Domingo – sottolinea il quotidiano – che fornisce anche una foto del killer dei due poliziotti con un filo di pizzetto e sguardo triste, corrispondono anche il numero di passaporto, in possesso degli inquirenti italiani, l’età, 29anni e il luogo di nascita, Comendador, il capoluogo della provincia di Elías Piña. Un’area al confine con Haiti dove passano le vie del narcotraffico caraibiche”.

Quello che non scandalizza alcun giornale è il modo in cui questo spacciatore è arrivato in Italia:

Questo significa che non c’è alcun controllo su chi entra in Italia. Uno fa richiesta di ricongiungimenti familiare, e nemmeno lo si costringe a fornire in allegato un certificato penale del proprio Paese! Ridicolo.

Se fate il conto di quanti ne arrivano ogni anno:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

Peccato che non abbia allegato un documento che attesti quello che dice il Giornale.

Anche se potrebbe essere vero.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 11/10/2019 in 19:26 , director12 ha scritto:

“Alejandro Augusto Stephan Meran, il killer dei poliziotti nella Questura di Trieste, sarebbe stato arrestato per traffico di droga a casa sua, in Repubblica Dominicana, secondo un’informativa della Dndc, la Direzione nazionale antidroga del paese caraibico. La conferma arriva da Santo Domingo grazie ad Alicia Ortega, une delle più famose giornaliste investigative dell’isola”. Lo rivela ‘il Giornale’ .

“Nell’informativa dell’antidroga di Santo Domingo – sottolinea il quotidiano – che fornisce anche una foto del killer dei due poliziotti con un filo di pizzetto e sguardo triste, corrispondono anche il numero di passaporto, in possesso degli inquirenti italiani, l’età, 29anni e il luogo di nascita, Comendador, il capoluogo della provincia di Elías Piña. Un’area al confine con Haiti dove passano le vie del narcotraffico caraibiche”.

Quello che non scandalizza alcun giornale è il modo in cui questo spacciatore è arrivato in Italia:

Questo significa che non c’è alcun controllo su chi entra in Italia. Uno fa richiesta di ricongiungimenti familiare, e nemmeno lo si costringe a fornire in allegato un certificato penale del proprio Paese! Ridicolo.

Se fate il conto di quanti ne arrivano ogni anno:

facciamo come facevano le nonne con i gattini,quandi strofinavano il musetto nella pupu':

https://www.triesteallnews.it/2019/10/11/agenti-uccisi-laggressore-era-ricercato-in-germania/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non ci ha detto quando è arrivato in Italia, sig hyperfattorino

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Forse sono io che non ho capito bene però quello che mi risulta misterioso è che si arrivi in barcone o in barchino dalla Germania.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma che barchino, sig ildi_vino,

quello è arrivato in groppa ad un elefante che poi ha parcheggiato davanti la casa di hyperfattorino.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963