i privilegi dei medici

Vorrei un parere su una questione: perché i medici italiani sono cosi privilegiati? 

- numero chiuso in entrata

- specializzazione pagata ( cosa che non tutti sanno) più dello stipendio di un funzionario pubblico con master

- titolo di dirigente acquisito automaticamente

-redditi lordi (fonte Sole 24 Ore) tra i 90000 e i 120000 € l'anno

-possibilità di svolgere libera professione all'interno dell'ospedale (vergogna tutta italiana)

E non mi si venga a dire che è lunga, che è difficile, eccetera...ci sono lauree più complesse della medicina, e prima dei 30 anni oggi nessuno fa niente, dovendosi pagare di tasca propria i master e specializzazioni varie. L'occupazione dei medici è quasi totale, è la laurea che dà più lavoro e si continua a dare un rilievo sociale a queste persone che secondo me è eccessivo, mi spiegate perché?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

Giustizia291 condivido pienamente il tuo punto di vista (frustrazione), ma bisogna prendere atto della realta' e farsene una ragione. I motivi secondo me sono due.

- I medici sanno far fronte comune quando si tratta di difendere i loro privilegi, per il resto del tempo si lamentano di turni massacranti e ambiente lavorativo stressante, cosi' da poter chiedere altri privilegi.

- La salute e' il nostro bene piu' prezioso.

Vorrei tuttavia aggiungere una considerazione. I medici indubbiamente offrono un servizio utile per la comunita'. Un servizio che richiede, almeno in teoria, competenza ed etica. Per questo credo sia giusto riconoscerli una remunerazione adeguata e perche' no? Anche uno status sociale, che alla fin dei conti lascia il tempo che trova.

Il problema, secondo me, e' che tutti gli altri professionisti (con titoli equivalenti o superiori) non sono valorizzati come meriterebbero (e.g. ricercatori di qualunque disciplina). Se gli stipendi e i benefit fossero proporzionati anche per gli altri, nessuno probabilmente starebbe a guardare l'erba del vicino.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

confronti meccanici e medici

Gianni si reca dal meccanico per sostituire la cinghia della distribuzione, lui (il meccanico) con scrupolo e coscienza sceglie il ricambio originale e prima di procedere alla sostituzione controlla che tutti i parametri del motore e della cinghia siano allineati.

Passiamo ora al settore medico. – a Davide  vengono prescritti farmaci senza prevedere eventuali allergie ed intolleranze. Oppure incroci tra farmaci diversi. Un farmaco da solo può essere utile, ma associato al secondo può creare “conflitti”.

Se l’ ammalato chiede chiarimenti o avanza i propri dubbi o espone problemi … la risposta è già pronta: registrata … lo provi e se sta male vada al pronto soccorso e si faccia curare lì.

 Per curare la mia auto vado nelle officine autorizzate …

… ma per curare me stesso a chi devo rivolgermi …?..?...   

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963