Ius Culturae

La proposta di legge che sta tanto allarmando  Salvini e la Meloni prevede che possa ottenere la cittadinanza italiana un bambino nato regolarmente in Italia ,  o entrato nel nostro Paese entro il dodicesimo anno di età , che abbia frequentato regolarmente per almeno cinque anni uno o più cicli di studio , ovvero percorsi di formazione professionale.  Cosa ci sarà, in tutto questo, di tanto scandaloso e sbagliato?  I cattivi diranno che le destre non vogliono che i figli degli immigrati siano impegnati in un percorso di studi, istruiti e consapevoli, ma preferiscono che restino ignoranti e quindi più facilmente soggetti ad essere manipolati e ricattati.   I cattivi diranno che i destrorsi sono insensibili, fasciorazzisti e turbobeoti. Niente di tutto questo, cari forumisti !!  Mettetevi nei panni di un fascioleghista a cui dicono che il governo intende collegare il diritto di cittadinanza alla cultura, voi come reagireste? Non è razzismo....È paura !!  Saluti 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

22 messaggi in questa discussione

IL problema deriva dalle espulsioni degli eventuali genitori clandestini o che commettono o hanno commesso reati (già oggi  i ragazzi hanno diritto alla cittadinanza quando raggiungono i diciotto anni) se un bambino che ha frequentato i 5 anni delle elementari diventa cittadino Italiano, come facciamo poi  a espellere i genitori?

 

P.S. non so se ieri sera avete visto la trasmissione su rete 4, c'era DiMaio  ospite di Del Debbio e ha annunciato una linea rigida sulle espulsioni addirittura più rigida di quella di Salvini; se avete perso la trasmissione cercatela su internet e riguardatela...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, mark222220 ha scritto:

La proposta di legge che sta tanto allarmando  Salvini e la Meloni prevede che possa ottenere la cittadinanza italiana un bambino nato regolarmente in Italia ,  o entrato nel nostro Paese entro il dodicesimo anno di età , che abbia frequentato regolarmente per almeno cinque anni uno o più cicli di studio , ovvero percorsi di formazione professionale.  Cosa ci sarà, in tutto questo, di tanto scandaloso e sbagliato?  I cattivi diranno che le destre non vogliono che i figli degli immigrati siano impegnati in un percorso di studi, istruiti e consapevoli, ma preferiscono che restino ignoranti e quindi più facilmente soggetti ad essere manipolati e ricattati.   I cattivi diranno che i destrorsi sono insensibili, fasciorazzisti e turbobeoti. Niente di tutto questo, cari forumisti !!  Mettetevi nei panni di un fascioleghista a cui dicono che il governo intende collegare il diritto di cittadinanza alla cultura, voi come reagireste? Non è razzismo....È paura !!  Saluti 

 

secondo il mio modesto parere, gli addestrati non vogliono ne lo ius soli ne lo ius culture perchè devono (o vogliono) conservare la pura razza italiana.

Non importa se questa pura razza sia stata ottenuta, nei secoli, con sangue medio orientale, asiatico,  africano o nordico.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

P.S. non so se ieri sera avete visto la trasmissione su rete 4, c'era DiMaio  ospite di Del Debbio e ha annunciato una linea rigida sulle espulsioni addirittura più rigida di quella di Salvini; se avete perso la trasmissione cercatela su internet e riguardatela...

Forse vi siete persi la trasmissione; guardate quello che ha detto DiMaio  

https://www.mediasetplay.mediaset.it/programmi-tv/drittoerovescio_b100002104

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

secondo il mio modesto parere, gli addestrati non vogliono ne lo ius soli ne lo ius culture perchè devono (o vogliono) conservare la pura razza italiana.

Non importa se questa pura razza sia stata ottenuta, nei secoli, con sangue medio orientale, asiatico,  africano o nordico.

Certo  è  che  se  si  ha  paura  dei  bambini nati  e vissuti ed  istruiti  in  Italia  siamo al peggio...altro  che  i  nazilager...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

secondo il mio modesto parere, gli addestrati non vogliono ne lo ius soli ne lo ius culture perchè devono (o vogliono) conservare la pura razza italiana.

Non importa se questa pura razza sia stata ottenuta, nei secoli, con sangue medio orientale, asiatico,  africano o nordico.

Non è questione di razza è questione di una parola fuori moda che si chiama BUONSENSO  abbiamo fatto arrivare toppa gente a cui non siamo in grado di dare una lavoro e un futuro e quindi si arrangiano e poi succedono fatti come questo: http://www.imolaoggi.it/2019/10/04/poliziotti-uccisi-i-fermati-sono-due-fratelli-dominicani/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

In Italia ci sono 5.000.000 di extracomunitari tra regolari e clandestini.

Se ognuno di loro uccidesse  2 italiani spariremmo in poco tempo.

Io però credo che la percentuale di delinquenti tra loro sia simile a quella di noi italiani.

Ergo: se i delinquenti italiani non ci mettono particolare paura, mi chiedo perché dobbiamo avere paura degli extracomunitari.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
52 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

 

In Italia ci sono 5.000.000 di extracomunitari tra regolari e clandestini.

Se ognuno di loro uccidesse  2 italiani spariremmo in poco tempo.

Io però credo che la percentuale di delinquenti tra loro sia simile a quella di noi italiani.

Ergo: se i delinquenti italiani non ci mettono particolare paura, mi chiedo perché dobbiamo avere paura degli extracomunitari.

Mi dispiace smentirti, ma tutte le statistiche dimostrano come la percentuale di delinquenza sia notevolmente superiore su base percentuali fra  gli extracomunitari rispetto agli Italiani, percentuale che cresce ulteriormente se si guardano gli extracomunitari irregolari senza permesso di soggiorno; nelle carceri Italiane la percentuale di detenuti straniere statisticamente parlando è notevolmente superiore agli Italiani e questi purtroppo sono fatti statistici e matematici, sono cioè cose oggettive  e non opinioni

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non mi pare che si tratti di n@egretti ma di due dominicani con regolare permesso di soggiorno (magari, indagando, potrebbero essere due di quelle famose "badanti" regolarizzati con la Bossi-Fini).

Come al solito inizia il balletto maldestro dello straniero che, se non è nero, poco poco gli assomiglia.

Poi si scopre che un Carabiniere è stato ammazzato da un Americano, altri due da un Dominicano e allora cosa facciamo? Non facciamo entrare Americani, niente Dominicani, nessuno spagnolo, nessun Francese, nessuno neanche di S.Marino e restiamo noi soli soletti.

Chi garantisce che uno Spagnolo o un Francese, o un Russo (vi ricordate Igor?) sia di animo buono?

Poi ci sarebbe da fare un'altra considerazione, già fatta a tempo debito. Ci poteva essere forse qualche dubbio che, dopo le trovate di Selfini e la sua grande furbizia di aver buttato in strada un'orda infinita di disperati, questi non sarebbero andati certamente a fare i buoni samaritani ma a delinquere ancora di più, essendo ancora di più privi di tutto e avendo il terribile vizio di dover mangiare tutti i giorni e dover perfino andare in bagno?

Forse non ci voleva neanche tanta scienza per capirlo.

Ma neanche tanta meraviglia perché, in fondo, sia che maldestri si nasca o lo si diventi, non fa poi chissà quale differenza quando, per propaganda continua e prolungata o per altri "nobili" sentimenti, si agisce...in maniera oltremodo maldestra e parecchio prevedibile.

Lo sapevano e lo sanno tutti che, mettendo in strada gente senza arte né parte, i risultati sarebbero stati e soprattutto saranno tali.

Tuttavia, nonostante dispiaccia tantissimo per i due carabinieri, parlare dei dominicani e dell'uomo nero di Capitan Selfie, non è la stessa cosa.

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bravissimo sig ildi_vino.

Concordo pienamente con lei. 

E mi permetta di replicare al sig etrusco che, anche quando non c'erano extra comunitari, la maggior percentuale di delinquenza si trovava nei ceti più poveri e diseredati.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
34 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

E mi permetta di replicare al sig etrusco che, anche quando non c'erano extra comunitari, la maggior percentuale di delinquenza si trovava nei ceti più poveri e diseredati.

Concordo perfettamente e visto che i poveri in Italia li abbiamo già di nostro non vedo nessuna necessità di importarne altri dall'estero; fino a poco tempo fa a Lampedusa (ricordo che alle ultime elezioni la popolazione di quell'Isola ha dato un preciso messaggio politico votando lega) a Lampedusa - dicevo- c'erano ambulanze con scritto "benvenuto" attivisti che abbracciavano quelli che sbarcavano e che evidentemente ricevevano il messaggio di essere arrivati nel paese del "bengodi" salvo accorgersi qualche anno dopo di essere stati presi in giro  da chi li aveva accolti e abbracciati  e ritrovarsi per le strade a spacciare o a delinquere per vivere.. adesso con il decreto ministeriale di ieri questi tempi saranno  ridotti e quelli che sbarcano e che rimarranno qui (l'Europa ci prende in giro, dice di prenderli e ridistribuirli ma poi nei fatti non lo fa)  quelli che sbarcano - dicevo- anziché accorgersi di essere stati presi in giro con le scritte di benvenuto dopo due o tre anni si renderanno conto di essere stati presi in giro dopo  solo quatto mesi,  per il resto non cambia niente,,,,

Modificato da etrusco1900

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire. I due dominicani (che potevano essere brasiliani o magari uruguaiani o magari cileni o americani) nulla hanno da spartire con quelli del continente nero.

Sarà anche vero (fino a un certo punto) che mogli e buoi dei paesi tuoi ma, con quel ragionamento e con la paura che chiunque entri in Italia è un potenziale delinquente, non dovremo fare entrare nessuno. E conseguentemente, a quel punto, neanche noi andare più da nessuna parte, visto che non è un teorema assoluto che un Italiano sia perfetto per definizione.

La realtà però forse è un'altra ed è che forse forse quel dominicano, più che delinquente, possa essere definito in un altro modo. Sarà pure delinquente ma uno che, per un furto di un motorino, chiama lui stesso la polizia, si fa portare in questura e ammazza due poliziotti è soprattutto un PAZZO, uno che proprio sano di mente non deve essere.

Pazzi di nascita o impazzire col tempo vale per tutti, i dominicani in Italia o gli Italiani all'estero. Però col problema dell'uomo nero ci azzecca poco. 

 

Modificato da ildi_vino

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Piuttosto però non sarebbe il caso di porsi un problema?

Pare che la fondina della pistola del poliziotto fosse di cartone e facilissima da sfilare in momenti di concitazione, senza un fermo e senza fare in modo che potesse estrarla solo il poliziotto.

È una cosa normale?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

C'erano una volta i manicomi, erano luoghi indegni di esseri umani; poi però arrivò la legge 180 una legge in teoria ottima ma nei fatti non applicabile perché per applicare integralmente quella legge sarebbe stato necessario un mare di soldi che non c'erano a quel tempo, non ci sono oggi, non ci saranno in futuro; diciamo che quella legge aveva in se anche una carica ideologica, ci fu chi disse che la malattia mentale non esiste e che la malattia mentale è solo un frutto del capitalismo.... si abolì il ricovero obbligatorio lasciando al malato la decisione se essere ricoverato per brevi periodi oppure no  (è  ovvio che solo pochi malati di mente accetteranno il fatto  di essere malati e chiederanno di essere ricoverati),  si dice che  i due Domenicani abbiano problemi  mentali ..... come andrà a finire?  al processo verrà chiesta l'infermità di mente e finiranno in una REMS (vecchi ospedali psichiatrici criminali ai quali hanno semplicemente cambiato il nome)     http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2018/05/09/ansa-quaranta-anni-fa-la-fine-dei-manicomi-ma-restano-criticita_344b79f8-9772-44ea-a38b-3c1d006c5601.html

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

C'erano una volta i manicomi, erano luoghi indegni di esseri umani; poi però arrivò la legge 180 una legge in teoria ottima ma nei fatti non applicabile perché per applicare integralmente quella legge sarebbe stato necessario un mare di soldi che non c'erano a quel tempo, non ci sono oggi, non ci saranno in futuro; diciamo che quella legge aveva in se anche una carica ideologica, ci fu chi disse che la malattia mentale non esiste e che la malattia mentale è solo un frutto del capitalismo.... si abolì il ricovero obbligatorio lasciando al malato la decisione se essere ricoverato per brevi periodi oppure no  (è  ovvio che solo pochi malati di mente accetteranno il fatto  di essere malati e chiederanno di essere ricoverati),  si dice che  i due Domenicani abbiano problemi  mentali ..... come andrà a finire?  al processo verrà chiesta l'infermità di mente e finiranno in una REMS (vecchi ospedali psichiatrici criminali ai quali hanno semplicemente cambiato il nome)     http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2018/05/09/ansa-quaranta-anni-fa-la-fine-dei-manicomi-ma-restano-criticita_344b79f8-9772-44ea-a38b-3c1d006c5601.html

Può essere. Ma difficilmente, se ancora esistessero i manicomi, il dominicano lo avremo trovato li.

Molto più probabilmente ci avremo trovato il poveraccio un po' svampito  (spesse volte anche simpatico) che troviamo dappertutto e che vive nel suo mondo ma non da fastidio a una mosca.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
41 minuti fa, ildi_vino ha scritto:

Molto più probabilmente ci avremo trovato il poveraccio un po' svampito  (spesse volte anche simpatico) che troviamo dappertutto e che vive nel suo mondo ma non da fastidio a una mosca.

Si però purtroppo oggi i poveracci svampiti spesso li troviamo a dormire sulle panchine delle stazioni dentro un cartone  mentre al tempo dei manicomi perlomeno un letto dove dormire l'avevano, i locali erano riscaldati e non avevano problemi nel mangiare; per molti "svampiti" l'abolizione dei manicomi è stato solo un passo indietro e la perdita di molte sicurezze. 

Modificato da etrusco1900
ortografia la tastiera mi perde le lettere premo ma non le prende

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Concordo perfettamente e visto che i poveri in Italia li abbiamo già di nostro non vedo nessuna necessità di importarne altri dall'estero;

†***********

Giusto, ci sono poveri anche in Italia sebbene Di Maio abbia detto che avevano sconfitto la povertà.

E se la povertà degli italiani era definitivamente sconfitta, il kapitone non aveva motivo di bloccare i porti.

Ops: mi giunge notizia che anche nei paesi più ricchi ci sono notevoli sacche di povertà e in attesa di cancellarle, aiutano i paesi poveri fornendo armi a volontà, in modo che i poveri si eliminino fra loro e lascino le ricchezze a chi le ha sempre avute e sa come adoperarle.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
20 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

ps: mi giunge notizia che anche nei paesi più ricchi ci sono notevoli sacche di povertà e in attesa di cancellarle, aiutano i paesi poveri fornendo armi a volontà, in modo che i poveri si eliminino fra loro

sono d'accordo USA, Russia e Cina (oltre ovviamene alla Francia e all'Inghilterra)  sfruttano le nazioni povere, vendono loro le armi e si fanno la guerra per interposta persona (leggi Siria )  il guaio è che ne andiamo di mezzo noi Italiani che non abbiamo colpa di  tutte queste guerre per procura e che come nel caso della destabilizzazione della Libia fatta dai Francesi ne subiamo direttamente le conseguenze; poi non bisogna semplificare troppo, ci sono nazioni che le armi se le costruiscono da sole come nel caso dell'Iran (che non vede l'ora di avere l'atomica per gettarla su Israele) e della guerra tutta religiosa fra sciiti e sunniti e anche in questo caso le conseguenze le subiamo noi  che delle contrapposizioni fra sciiti e sunniti proprio non ne abbiamo colpa,  prendiamoci le colpe che abbiamo noi Italiani ma non sentiamoci responsabili anche  delle colpe degli altri.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

sono d'accordo USA, Russia e Cina (oltre ovviamene alla Francia e all'Inghilterra)  sfruttano le nazioni povere, vendono loro le armi e si fanno la guerra per interposta persona (leggi Siria )  il guaio è che ne andiamo di mezzo noi Italiani che non abbiamo colpa di  tutte queste guerre per procura e che come nel caso della destabilizzazione della Libia fatta dai Francesi ne subiamo direttamente le conseguenze; poi non bisogna semplificare troppo, ci sono nazioni che le armi se le costruiscono da sole come nel caso dell'Iran (che non vede l'ora di avere l'atomica per gettarla su Israele) e della guerra tutta religiosa fra sciiti e sunniti e anche in questo caso le conseguenze le subiamo noi  che delle contrapposizioni fra sciiti e sunniti proprio non ne abbiamo colpa,  prendiamoci le colpe che abbiamo noi Italiani ma non sentiamoci responsabili anche  delle colpe degli altri.

non  Armi, l'Italia nella top ten del mercato mondiale
possiamo più girarci dall'altra parte". È lo stesso ministro della Difesa Elisabetta Trenta a commentare i dati che vogliono l'Italia nella top ten mondiale del mercato delle armi

http://www.today.it/economia/armi-italiane.html

Potrebbe interessarti:http://www.today.it/economia/armi-italiane.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930

?nG3LblClyIzK4i9JUmMKom3KdH3iHjVjkfMhCkg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Diciamo che tre quarti del commercio mondiale di armi se lo prendono Stati Uniti, Russia, Francia, Germania e Cina anche l'Italia fa parte degli esportatori, ma la quota Italiana è modesta;  sarebbe interessante sapere se le nazioni che vendono i tre quarti del commercio mondiale di armi si prendono anche i tre quarti del movimento planetario dei migranti

https://www.agensir.it/quotidiano/2019/6/10/commercio-armi-sipri-70-paesi-esportatori-tre-quarti-del-mercato-a-stati-uniti-russia-francia-germania-e-cina/ 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

No! Si prendono i tre quarti delle ricchezze.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 4/10/2019 in 16:31 , pm610 ha scritto:

Certo  è  che  se  si  ha  paura  dei  bambini nati  e vissuti ed  istruiti  in  Italia  siamo al peggio...altro  che  i  nazilager...

L'immagine può contenere: testo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963