banche

Dopo tutti gli scandali, ruberie, malefatte che hanno avuto come protagoniste le banche, ci si vuole ancora affidare alle banche, limitando l'uso del denaro contante, così il cittadino non si rende conto di quanto spende ( va in rosso e la banca ci guadagna),l' individuo viene privato della sua capacità di gestirsi il denaro, e diventa  totalmente succube della banca,... è ma e per combattere l'evasione, !!! i cittadini sono tutti potenziali evasori, se si limita il contante e sicuro che si riduce l'evasione… ma quando mai?.... ( se si fa del baratto l'evasione scompare ugualmente)… Il denaro elettronico ( carta di credito ecc) è totalmente dipendente dall' elettricità e se questa elettricità non dovesse più essere disponibile come oggi ….. i soldi spariti …. come al solito… ( per produrre elettricità si inquina, si è dipendenti dal petrolio…) quando la banca fallisce spegne l'interruttore e tu col cavolo che vai al supermercato a fare la spesa…. questo vale anche per il bonus fiscale della befana ….. le banche devono tenere giù le mani dalla proprietà privata sia denaro che tasse …. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

6 messaggi in questa discussione

Condivido.

Ma se hai bisogno di un mutuo e possiedi una casa, le mani sulla proprietà privata è cosa fatta.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Permettetemi di guardare la cosa da un diverso punto di vista: IL DENARO E' LA COSA PIU' SPORCA CHE CI SIA e quando dico sporca non intendo in senso morale, intendo in senso fisico, la banconota che avete nel vostro portafoglio prima di voi l'ha avuta, spesa, ottenuta come resto  centinaia di persone prima di voi, gente forse malata con malattie trasmissibili, gente che è andata al gabinetto e poi non si è lavata le mani e poi ha toccato e speso la banconota che adesso è nel vostro portafoglio; vi sembra una cosa sana? spendere significa trasferire valore, fra usare dei foglietti di carta oppure un tesserino di carta cosa cambia?  dal punti di vista igenico cambia molto....

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Fortunatamente a nostro favore c'è il fatto che non tutte le malattie sono trasmissibili per contatto , poi altri microbi muoiono a contatto con l'aria , altri non riescono a svilupparsi …. ( sulla patina di sporcizia , cellule morte, polvere , va bene) però ricordiamoci che in principio c'era il baratto …. io do una cosa in cambio di un altra …. siccome questo sistema aveva delle lagune è stato inventato il denaro una bella comodità più leggero da trasportare rispetto un quintale di patate es. Ora un tempo il denaro non era di carta ma le monete erano d'oro…. Adesso dall'oro siamo passati ad un tesserino di plastica ; ma è quello che c'è dentro e dietro quel tesserino che non brilla molto , non brilla come affidabilità, non brilla come gestione, non va bene come sistema, è troppo monopolizzato dalla banca , non risponde a sistemi di sicurezza , se un evento negativo colpisce la banca, colpisce la produzione di energia elettrica, una crisi trancia il cavo xy lo stato è in crisi e tu non hai più neppure i soldi per comperarti il pane… questi sono rischi nascosti non si vedono non se ne tiene conto ma ci sono. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Però la moneta sporca aiuta il fisico ad irrobustire gli anticorpi. E a risparmiare energia.🤭

Modificato da ahaha.ha
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

1 ora fa, ahaha.ha ha scritto:

E a risparmiare energia.

Quanto al risparmio di energia ho i miei dubbi; pensiamo a tutti i furgoni blindati che fanno il giro dei supermercati per raccogliere gli incassi, che portano e prelevano banconote dagli sportelli delle banche, pensiamo ai costi delle assicurazioni, pensiamo ai servizi "conta"  quei centri da dove arrivano e partono i furgoni blindati e dove le banconote vengono contate  e ammazzettate,   supponiamo un mondo senza banconote di carta, (come già praticamente avviene in molte nazioni del nord Europa) niente assalti ai furgoni blindati, niente banconote false, cos'è più facile e probabile beccarsi una banconota falsa o avere la carta clonata?  se la carta viene clonata è una seccatura ma alla fine l'utente viene rimborsato, se si perde una carta si blocca, ma se si perde una banconota è persa per sempre.. diciamo che in certe zone dell'Italia molti non fanno gli scontrini o se li fanno li fanno per un importo più basso di quello effettivamente speso, gli acquisti fatti con  la carta invece sono tracciati, per ogni transazione deve esistere uno scontrino dello stesso importo e fatto alla stessa ora; forse questo è il vero motivo che spinge molti negozianti a preferire l'uso del contante, si vende in banconote, si pagano le NON fatture elettroniche in contanti, tutto al nero,   di questi incassi e di questi guadagni non resta traccia nemmeno nella dichiarazione dei redditi..

per quanto riguarda le malattie è vero che per fortuna non tutte le malattie si trasmettono per contatto, ma, tanto per fare un esempio, la banale influenza che tutti ci becchiamo in inverno, che si trasmette con un semplice starnuto è una di quelle che potenzialmente si può trasmettere anche attraverso le banconote.. se pensassimo a tutte le persone che hanno usato la banconota che abbiamo in tasca e i luoghi o i punti del corpo  dove può essere potenzialmente stata nascosta ci verrebbe la nausea e useremmo i guanti per toccare ricevere e spendere le banconote; poi non è vero che bisogna avere necessariamente un conto corrente, esistono le carte prepagate dove si possono ricevere bonifici e stipendi e che possono essere spese senza problemi; d'altronde se ci sono nazioni del nord Europa dove le transazioni in banconote non superano il 30% perché solo noi popoli mediterranei dovremmo avere dei problemi?

Modificato da etrusco1900

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Perché noi amiamo il nero.😂

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora