quanti ah.ahahaha/topo

14 messaggi in questa discussione

Le è sfuggito un particolare di questa vignetta, sig hyperdirector.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Le è sfuggito un particolare di questa vignetta, sig hyperdirector.

tu che sei arguto,dimmela

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, director12 ha scritto:

tu che sei arguto,dimmela

È sicuro di volerlo sapere?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Qualche volta sig hyperdirector sa anche tacere.

Interpellata la maestra di sostegno?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Va be' glielo dico lo stesso:

Lei avrebbe solfeggiato con l'oboe infilato nel deretano, a differenza di Greta che lo suona dalla parte giusta.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Direttore da d/v e dal Veneto – ottimo disegno. La manovrata pifferaia (oppure la pifferaia manovrata) che conduce al fiume gli ingenui creduloni. Possibile nessuno si accorga che sono le multi nazionali a girare il mulinello della pesca miracolosa. Miracolosa per loro, solo per loro. – a presto e fammi sapere con nuovi scritti.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Deve scusarmi DB dal Veneto , potrebbe erudirci con qualche elemento in più ?? Ahahahahahah . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

5 ore fa, dune-buggi ha scritto:

Ciao Direttore da d/v e dal Veneto – ottimo disegno. La manovrata pifferaia (oppure la pifferaia manovrata) che conduce al fiume gli ingenui creduloni. Possibile nessuno si accorga che sono le multi nazionali a girare il mulinello della pesca miracolosa. Miracolosa per loro, solo per loro. – a presto e fammi sapere con nuovi scritti.

 

Il pifferaio magico portò a termine la sua pifferata in maniera egregia. Ammaliò i topolini con la sua musica saudente e melliflua ma poi, non essendo stato pagato, si vendicò facendo la stessa cosa con i bambini del villaggio che scomparvero inesorabilmente.

Di pifferai magici é piena la storia, ci sono i pifferai lontani nel tempo e quelli più recenti. Tuttavia non tutti i pifferai sono uguali. 

Parlando più terra terra, di quelli più recenti e senza offendere nessuno, il primo pifferaio magico che fece "immergere" i primi ignari e maldestri topolini fu Papy. Ora Papy è un po' meno attivo però nessuno può negargli il grande merito di aver scelto un Signor Piffero, forgiato con materiali di prima scelta e con la ragguardevole durata di un ventennio. Sembra così ma un piffero che dura 20 anni, seppure con qualche problemino legato al trascorrere dei tempi e alle intemperie, non è un fatto normale ma piuttosto notevole e particolare anche perché tutt'ora ci sono ancora topolini che ne bramano il suono e seguono la musiche celestiali con raccoglimento ed estasi immutate nonostante il suono sia diventato più flebile. Bisogna dare atto insomma a Papy per la sua grande perizia pifferaia e i suoi maldestri discepoli per l'apprezzabile e non consueto attaccamento al piffero.

Più recentemente, in ordine di tempo, si è palesato il secondo caso al mondo di pifferaio magico. Questa volta con i gradi di Capitano (della fregata).

Anche in questo caso, si è trattato di piffero di ottima fattura e di primaria marca e anche in questo caso il suono si è mostrato accattivante, saudente e meravigliosamente attraente solo che si è verificato un inconveniente. L'imprevisto insomma.

E l'imprevisto è stato il seguente: il povero Capitan Pifferaio si è talmente immedesimato nel suo ruolo che, per colpa dalla fretta, della partecipazione e dell'entusiasmo del ruolo, divinamente piovutogli tra capo e collo direttamente dall'alto dei cieli, come capitato Al Celeste e alla Madonna, da essersi dimenticato, fra un rosario e una Ave Maria, di mettersi i tappi nelle orecchie.

Per cui, per un caso strano della vita e per l'accanirsi del destino baro e crudele, ha finito per essere rimasto anche lui ammaliato dalla musica del proprio piffero, cadendo lui stesso nelle acque insieme agli altri topolini.

In sintesi, a differenza del mitico Papy, il Capitano ha avuto la sfortuna di essersi autoammaliato ed ha fatto la triste fine di un topolino qualunque.

E questo, in fondo, è da ritenersi anche un ammonimento perché è la dimostrazione che, senza le dovute precauzioni, di piffero si può perfino perire. Sta nelle cose insomma.

 

Modificato da ildi_vino

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

a questo punto, signor ildi_vino mi chiedo:

Il sig hyperdirector per suonare il piffero ha copiato dal Kapitone o è il Kapitone che ha copiato dal sig hyperdirector.

Me lo chiedo perchè il kapitone è annegato nel moijto,  mentre il sig hyperdirector non è ancora annegato, ma fa delle ciucche tremende a base di frizzantino.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
25 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

a questo punto, signor ildi_vino mi chiedo:

Il sig hyperdirector per suonare il piffero ha copiato dal Kapitone o è il Kapitone che ha copiato dal sig hyperdirector.

Me lo chiedo perchè il kapitone è annegato nel moijto,  mentre il sig hyperdirector non è ancora annegato, ma fa delle ciucche tremende a base di frizzantino.

parla di ciucche quello che la sua frangia politica vorrebbe liberalizzare le droghe.....e dire che avevi cominciato con qualche spinello negli anni '70..e ora ? dove vai? nelle zone Fs? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quando io fumavo "revisoi" sior hyperdirector, lei era già alcolizzato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Quando io fumavo "revisoi" sior hyperdirector, lei era già alcolizzato.

avevi gia' l'eskimo?? quello con il cappuccio con il fintopelo bianco...ma coronato di unto??e la barba,quella con i peluzzi fino agli occhi...metti qualche foto in rete.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma come? Non ricorda quell' inverno che sono venuto a sentire il suo concerto e lei aveva il kulo blu dal freddo che non riusciva nemmeno a solfeggiare con il piffero.

Quel giorno le ho dato l'eschimo per riscaldarsi e lei s'è messo a piangere e mi ha perfino baciato le mani.

Ora ricorda vero?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora