"Gigante buono"? Ma cosa scrivono i giornalisti di un assassino!

“Un gigante buono incapace di fare del male”, “l’amava, ma lei l’aveva respinto”, o ancora “un raptus per troppo amore”. Sono solo alcune delle frasi scelte dalla stampa per raccontare l’ultimo caso di femminicidio, quello avvenuto in provincia di Piacenza: vittima Elisa Pomarelli, 28enne, uccisa da Massimo Sebastiani 45enne. L'ordine dei giornalisti si è mosso con l'ondata di indignazione della rete per queste descrizioni, un uomo che strangola una donna che lo respinge è un vigliacco assassino e basta, non ci sono altre definizioni, eppure noi donne che assistiamo a questo continui efferati omicidi, dobbiamo leggere sui giornali queste cretinate quasi a giustificare gli assassini

 “L’uso di termini come raptus e amore ha il solo effetto di fornire una cronaca distorta di crimini efferati dettati solo dalla volontà di annientamento”.

Ora basta davvero, chiamateli ASSASSINI, nessuna questione sentimentale può giustificare l'omicidio di una donna

Immagine correlata

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

9 messaggi in questa discussione

10 minuti fa, bollaciao ha scritto:

“Un gigante buono incapace di fare del male”, “l’amava, ma lei l’aveva respinto”, o ancora “un raptus per troppo amore”. Sono solo alcune delle frasi scelte dalla stampa per raccontare l’ultimo caso di femminicidio, quello avvenuto in provincia di Piacenza: vittima Elisa Pomarelli, 28enne, uccisa da Massimo Sebastiani 45enne. L'ordine dei giornalisti si è mosso con l'ondata di indignazione della rete per queste descrizioni, un uomo che strangola una donna che lo respinge è un vigliacco assassino e basta, non ci sono altre definizioni, eppure noi donne che assistiamo a questo continui efferati omicidi, dobbiamo leggere sui giornali queste cretinate quasi a giustificare gli assassini

 “L’uso di termini come raptus e amore ha il solo effetto di fornire una cronaca distorta di crimini efferati dettati solo dalla volontà di annientamento”.

Ora basta davvero, chiamateli ASSASSINI, nessuna questione sentimentale può giustificare l'omicidio di una donna

 

Dovresti citare anche quale giornale definisce questo (presunto, per ora) assassino "gigante buono".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un assassino è assassino sia che uccida a sangue freddo sia che venga preso da un raptus, sia che sia un mingherlino sia che sia un gigante.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, bollaciao ha scritto:

ilfattoquotidiano.it lo riporta virgolettato. Infatti nel testo viene riferito che tale definizione (molto edificante, non c'è che dire) appartiene a Il Giornale. E ho detto tutto. Che ancora qualcuno legga 'sta roba, dimostra il fallimento della pubblica istruzione italiana.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Con "Gigante Buono,si intende il fatto che LUI per la società,figurava Buono..ma che 

davanti a un Rifiuto diventava "CATTIVO"!

Quindi,cosa ci differenzia da LUI? Perchè non tutti (davanti all'ennesimo rifiuto) arrivano al punto

di uccidere? E lei,perchè usciva con LUI..se non era interessata?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, robyrossa236 ha scritto:

Con "Gigante Buono,si intende il fatto che LUI per la società,figurava Buono..ma che 

davanti a un Rifiuto diventava "CATTIVO"!

Quindi,cosa ci differenzia da LUI? Perchè non tutti (davanti all'ennesimo rifiuto) arrivano al punto

di uccidere? E lei,perchè usciva con LUI..se non era interessata?

Eh si, è una delle tante che "se l'è cercata"...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il femminicidio è una parola che non ha alcun significato, gli animali in base al sesso sono : maschi, o femmine , es :il mio cane è femmina! per l'essere umano ci sono le definizioni : uomo - donna . nelle bettole di Torino ci sono uomini che alla mattina dopo il 4°/5° bicchiere di vin "bianchetto" tonano a casa dalla femmina ( la fumna ) per il pranzo…. non esiste nessun femminicidio è un termine inutile si dice uxoricidio e di uxoricidio ve ne sono di vari tipi si va dalla gelosia, impulso, passione, rifiuto… In base alle aggravanti es la crudeltà di un individuo, o le attenuanti es la donna tutti i giorni picchia il marito, la pena può arrivare anche a trenta anni ….. ma questo esiste già da un pezzo sono anni , il termine "femminicidio" e pura invenzione, è uxoricidio. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi perdoni sig milord

Ma uxoricidio non vuol dire uccisione del coniuge, o meglio della moglie?

Se invece uccide l'amante è un assassinio o più modernamente femminicidio.

Sbaglio?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963