Battaglia fra una vegana e una famiglia di carnivori, tu da che parte stai?

Non si tratta della solita guerra tra carnivori e vegani, a causa della denuncia della donna vegana contro i suoi vicini che amano il barbecue, del suo accanimento in tribunale, che non le ha dato ragione...  ora i carnivori della zona vogliono darle una lezione e stanno organizzando a Perth, in Australia,  un maxi barbecue. Circa duemila mangiatori di bistecche, che aumentano le fila di minuto in minuto, faranno il 19 ottobre un maxi barbecue accanto casa della vegana che aveva denunciato i suoi vicini.
La causa legale è durata un anno, cominciata a gennaio del 2018 tra la massaggiatrice Cilla Carden di Girrawheen - sobborgo a nord della capitale dell'Australia Occidentale - e Toan Vu, che vive alla porta accanto insieme a moglie e figli. Carden l'ha portato al tribunale sostenendo di non poter uscire neanche in giardino per la puzza di pesce abbrustolito nel barbecue di famiglia. Il tribunale però ha respinto tutte le sue richieste.
Ma lei non si è arresa. Ha fatto ricorso alla Corte suprema, dove a luglio ha perso ancora una volta. Ed è così che la guerra è scoppiata, con l'esercito dei carnivori convocato tramite un evento su Facebook. La vendetta va mangiata calda... una grigliata gigantesca che durerà per ore. 

Devo diro che sono idealmente con i grigliatori, sti vegani hanno rotto, lasciassero in pace gli altri mangiare quel che vogliono...
Immagine correlata

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

9 messaggi in questa discussione

12 minuti fa, passolesto ha scritto:

Non si tratta della solita guerra tra carnivori e vegani, a causa della denuncia della donna vegana contro i suoi vicini che amano il barbecue, del suo accanimento in tribunale, che non le ha dato ragione...  ora i carnivori della zona vogliono darle una lezione e stanno organizzando a Perth, in Australia,  un maxi barbecue. Circa duemila mangiatori di bistecche, che aumentano le fila di minuto in minuto, faranno il 19 ottobre un maxi barbecue accanto casa della vegana che aveva denunciato i suoi vicini.
La causa legale è durata un anno, cominciata a gennaio del 2018 tra la massaggiatrice Cilla Carden di Girrawheen - sobborgo a nord della capitale dell'Australia Occidentale - e Toan Vu, che vive alla porta accanto insieme a moglie e figli. Carden l'ha portato al tribunale sostenendo di non poter uscire neanche in giardino per la puzza di pesce abbrustolito nel barbecue di famiglia. Il tribunale però ha respinto tutte le sue richieste.
Ma lei non si è arresa. Ha fatto ricorso alla Corte suprema, dove a luglio ha perso ancora una volta. Ed è così che la guerra è scoppiata, con l'esercito dei carnivori convocato tramite un evento su Facebook. La vendetta va mangiata calda... una grigliata gigantesca che durerà per ore. 

Devo diro che sono idealmente con i grigliatori, sti vegani hanno rotto, lasciassero in pace gli altri mangiare quel che vogliono...
Immagine correlata

 

Il fanatismo di ogni genere e di ogni tipo è sbagliato e va combattuto. Dopodiché il consumo di carne andrebbe limitato quanto più possibile per rispetto degli animali e anche della nostra salute. Ho scritto "limitato", non annullato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ognuno mangia quello ke desidera; personalm son vegetariana ma quando invito amici ke nn lo sono, faccio preparare x loro quanto so possa piacergli.

oddio, in effetti l'odore di roba bruciata nn é piacevole e penso nn sia altrettanto piacevole mangiare cibo bruciato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, uvabianca111 ha scritto:

ognuno mangia quello ke desidera; personalm son vegetariana ma quando invito amici ke nn lo sono, faccio preparare x loro quanto so possa piacergli.

oddio, in effetti l'odore di roba bruciata nn é piacevole e penso nn sia altrettanto piacevole mangiare cibo bruciato.

Sta cosa assomiglia tanto agli immigrati che arrivano qui e pretendono (se è vero, e non ne sono così sicuro) che togliamo i crocifissi dalle nostre scuole. Arrivano i vegani e pretendono che tu smetti di mangiare carne.

Altra cosa è limitare al massimo le sofferenze degli animali e mangiarne il meno possibile, compatibilmente con la nostra salute.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, uvabianca111 ha scritto:

ognuno mangia quello ke desidera; personalm son vegetariana ma quando invito amici ke nn lo sono, faccio preparare x loro quanto so possa piacergli.

oddio, in effetti l'odore di roba bruciata nn é piacevole e penso nn sia altrettanto piacevole mangiare cibo bruciato.

Sta cosa assomiglia tanto agli immigrati che arrivano qui e pretendono (se è vero, e non ne sono così sicuro) che togliamo i crocifissi dalle nostre scuole. Arrivano i vegani e pretendono che tu smetti di mangiare carne.

Altra cosa è limitare al massimo le sofferenze degli animali e mangiarne il meno possibile, compatibilmente con la nostra salute.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Sta cosa assomiglia tanto agli immigrati che arrivano qui e pretendono (se è vero, e non ne sono così sicuro) che togliamo i crocifissi dalle nostre scuole. Arrivano i vegani e pretendono che tu smetti di mangiare carne.

Altra cosa è limitare al massimo le sofferenze degli animali e mangiarne il meno possibile, compatibilmente con la nostra salute.

poiké tu x primo tokki l'argomento, solo così x sfiorare appena il tasto politico e senza voler polemizzare: in diverse sQuole itaGliane crocifissi e simboli natalizi quali presepi nn son stati preparati grz alla calata di braghe di insegnati e presidi amici della SX. e chiudo il discorso.

certam nn sempre gli animali ke nutrono ki desidera consumarli vengono uccisi in modo da nn farli soffrire;  ropero:ognino é libero di nutrirsi come gli pare ma trovo ipocriti coloro ke nn vogliono la carne ma mangiano il pesce come se ank'essi nn fossero cadaveri da consumare cotti o crudi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, uvabianca111 ha scritto:

poiké tu x primo tokki l'argomento, solo così x sfiorare appena il tasto politico e senza voler polemizzare: in diverse sQuole itaGliane crocifissi e simboli natalizi quali presepi nn son stati preparati grz alla calata di braghe di insegnati e presidi amici della SX. e chiudo il discorso.

certam nn sempre gli animali ke nutrono ki desidera consumarli vengono uccisi in modo da nn farli soffrire;  ropero:ognino é libero di nutrirsi come gli pare ma trovo ipocriti coloro ke nn vogliono la carne ma mangiano il pesce come se ank'essi nn fossero cadaveri da consumare cotti o crudi.

In realtà io non ho toccato il discorso della politica: non ho parlato né di SX, né di DX, ma di un dato di fatto. Chi in realtà credo sia contrario ai crocifissi sono quelli di altre religioni e soprattutto gli atei. Io non sono ateo (ma neppure di alcuna religione), non credo nel crocifisso, ma non sono contrario, trattandosi di una tradizione millenaria.

Sono d'accordo che il pesce sia un animale da rispettare esattamente come una mucca o una pecora. Ancora più d'accordo che le sofferenze agli animali vadano, nei limiti del possibile, azzerate.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sono d'accordo con il signor lupo grigio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Solito conflitto tra stupid.i..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si spieghi meglio sig sempre?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora