A Palermo si spara di nuovo... la Mafia è tornata?

Giuseppe Dainotti, 67 anni, capomafia scarcerato nel 2014, è stato ucciso a colpi di pistola, in strada, a Palermo. Sarebbe stato affiancato da due killer, forse in moto, che gli avrebbero sparato in testa. La vittima era in bici, in via D'Ossuna, nel quartiere Zisa. A chiamare la polizia sono stati alcuni residenti della zona che hanno sentito i colpi di arma da fuoco.

    A pochi mesi dalla sua scarcerazione, avvenuta nel 2014 per espiazione pena, il boss Giuseppe Dainotti, assassinato a colpi di pistola oggi a Palermo, era già nel mirino dei suoi nemici interni a Cosa nostra. Il fermo di chi lo aveva condannato a morte scongiurò il suo omicidio. Dal carcere, il boss Giovanni Di Giacomo, con cui Dainotti gestiva negli anni '90 traffici di droga, aveva dato l'ordine al fratello Giuseppe Di Giacomo, ucciso poi a marzo del 2014, di eliminare alcuni esponenti mafiosi che si stavano organizzando per assumere il comando del mandamento. Tra le vittime designate anche Dainotti. 

Il giorno prima della memoria delle stragi di Capaci... bene... quindi la Mafia c'è ancora... e spara anche...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

9 messaggi in questa discussione

credo che non se ne sia mai andata...

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quando mai se n'era andata? La mafia esiste ed è più forte che mai, in barba a chi dice che ormai è agonizzante 

detto ciò un  omicidio del genere è la solita guerriglia della bassa manovalanza mafiosa

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, mariallen ha scritto:

Quando mai se n'era andata? La mafia esiste ed è più forte che mai, in barba a chi dice che ormai è agonizzante 

detto ciò un  omicidio del genere è la solita guerriglia della bassa manovalanza mafiosa

La mafia ha risposto.....

Miiiiinchiaaaa....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, mariallen ha scritto:

Quando mai se n'era andata? La mafia esiste ed è più forte che mai, in barba a chi dice che ormai è agonizzante 

detto ciò un  omicidio del genere è la solita guerriglia della bassa manovalanza mafiosa

quoto

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, alenemir ha scritto:

credo che non se ne sia mai andata...

Appunto!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
37 minuti fa, crocy75 ha scritto:

Appunto!!!

questo è il vero problema!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, mariallen ha scritto:

Quando mai se n'era andata? La mafia esiste ed è più forte che mai, in barba a chi dice che ormai è agonizzante 

detto ciò un  omicidio del genere è la solita guerriglia della bassa manovalanza mafiosa

quoto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

si è solo nascosta molto bene... un po' come la camorra

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Premesso che la vita di ogni uomo è sacra  alcune considerazioni vanno fatte:   leggendo su internet si apprende che era stato condannato all'ergastolo, poi la corte costituzionale era intervenuta e l'ergastolo era stato commutato in 30 anni di carcere, poi leggo che la pena si considerava scaduta ed era stato rimesso fuori....Ci sono nazioni    (e sbagliano io sono contrario alla pena di morte) dove chi uccide viene condannato a morte, però non lo uccidono subito, ci giocano a tenerlo per venti o trenta anni nel braccio della morte poi lo giustiziano,  In Italia invece dopo venti o trenta anni chi ha ucciso anziché essere giustiziato dallo stato  viene rimesso fuori; mi chiedo se in Italia c'è la volontà politica di combattere veramente la delinquenza, viste le pene miti, la voluta mancata costruzioni di nuove carceri, i continui indulti riduzioni di pena e amnistie.

Ci illudiamo di essere grandi dicendo che in Italia la pena di morte non esiste; invece in Italia la pena di morte esiste solo che anziché essere comminata dai  tribunali dello stato viene decisa senza possibilità di appello dai  tribunali delle varie cosche o mafie . i risultati di questo tipo di buonismo sono questi.  

Che ne pensate?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963