CRISI ? SOLO MEDIATICA DOVE SONO LE DIMISSIONI ?

Quale   crisi ? Avete   visto  per  caso le  dimissioni  di  capitanfracassa e dei suoi camerati  ?   Non  è  che   tornano  in  parlamento e capitanfracassa  nella  coerenza   e   onestà  dice  che   non ha  mai detto di  aprire  la crisi e  la  sfiducia a  Conte  ?    Ma  l'avrà  presentata  veramente  e  dove  in-Senato o alla Camera ?

Per  ora  di  crisi  si  parla  nei vari  forum ,   nei  post , nel web  ma  Istituzionalmente    niente  nulla   zero  solo  chiacchiere  del  capitanfracassa. Però e  purtroppo   sta  già  costando  svariati  miliardi  agli  Italiani  se  non  bastasse  tutti  quelli persi  in  questo anno e  mezzo.

 

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

MAI  PIU' CON LUI AHAHAHAH  COERENZA ? CIALTRONE 
Nelle prossime ore vedrò Berlusconi. Gli proporrò un patto, l'Italia del sì contro l'Italia del no"
L'immagine può contenere: 2 persone, testo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ma  se  lo  conosci 

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso, meme e testo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

COME  VOLEVASI  DIMOSTRARE    AHAHAHAH  CAPITAN FRACASSA  PIGLIA  PER  IL QLO GLI  IMBONITI...

Ma  capitanfracassa   si  è dimesso  assieme  ai  suoi camerati ? e'  l'unica  via  se  vuol veramente  aprire  la crisi non a  Parole A  FAVORE  DI  IMBONITI   che  pendonodalle  sue   labbra  ( sic  ) ... a  proposito oggi  ha fatto una  clamorosa  retromarcia  senza  volerlo   ha  detto   si  ai  pentecatti  di  votare   la legge  Costituzionale  per  il taglio dei  senatori... Bene  sapete  cosa  vuol dire  in  pratica ?  Che  la  crisi  è  solo a  parole... per  imboniti alla   diretoinreto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In una delle sedute del Senato di più infimo livello a cui l’Italia abbia mai assistito, Matteo Salvini in un quarto d’ora si è rimangiato la parola data e aperto ai 5 Stelle sul taglio dei parlamentari (ma non era un “salva-Renzi”?), ha cambiato idea sul ritiro dei ministri leghisti (“Perché mai dovremmo farlo?”), ha dato degli “abbronzati” ai senatori del Pd (dev’essere un’ossessione), infilato quattro o cinque castronerie di fila: “Non ho mai visto un fascista o un dittatore affidarsi alle elezioni” (giusto Hitler) o ancora “Le clausole di salvaguardia le ha inventate la sinistra” (già, peccato fosse Berlusconi), il tutto in un tripudio di scherani plaudenti e senza mai spiegare neanche per sbaglio le ragioni della crisi di governo. Dopodiché ha lasciato il banco e si è messo a telefonare. 
E con questi 15 minuti ha raggiunto il numero di presenze e tasso di produttività degli ultimi 13 mesi da senatore.

So che può sembrare strano al signor ministro, ma quest’aula che oggi ha sfregiato e umiliato è un pezzo di storia di questo paese e della nostra democrazia, non il Papeete Beach di Milano Marittima.

Pensateci quando questo figuro in autunno vi chiederà “pieni poteri” e rutto libero. In gioco non c’è più destra o sinistra, Pd, Lega o 5 Stelle ma la difesa delle nostre stesse istituzioni democratiche. Della nostra storia. In fondo, di noi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Le   dimissioni del capitanfracassa  ?  ah  no era conte a  doverle  dare  è Lui  che  ha  aperto  la crisi vero  ?  iL VICE  DEI  VICE  però  ha reagito   ha  emesso  un  vagito...

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963