economia italiana

La  T.A.V. è stata votata , ormai piaccia o no , però bisogna anche dire a caratteri cubitali che la T.A.V. è stata una scelta degli anni precedenti , è stata una scelta dei governi precedenti , sia politici che tecnici, questo bisogna dire ….. bisogna farne ammenda per il futuro per le prossime opere …. tenendo in considerazione l'enorme consumo di territorio agricolo che costruzioni del genere hanno. Pertanto è necessario finirla con politiche del tipo tassa e fuggi ( dopo la tassa cade il governo, dopo il salvataggio , nuove elezioni ) politiche che sono state attuate fino all'anno scorso, è ora di dare una svolta, ci sono tantissimi problemi urgenti che vanno risolti a prescindere dal colore politico che si possa avere : siamo invasi dai clandestini, ci sono problemi con l'ilva di Taranto, amianto di porto  Marghera , i contratti dei lavoratori che sono fermi da anni ed anni , la manutenzione sul territorio, ci sono ancora dei terremotati che aspettano magari di poter tornare nelle loro case,  se nessuno rappresenta l'Italia le banche fanno carne da macello dell' economia pubblica, i rapporti e la sicurezza internazionale anche queste sono cose importanti , la pressione fiscale che ogni anno diventa sempre maggiore … se si abbandona il campo significa aprire le porte al nemico, ai male intenzionati, significa appoggiare i conflitti di interesse di certi signori che lavorano nell'ombra …. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963