CAMERATI SIETE AVVISATI

Il plenipotenziario ha  detto  o eseguite  i  miei  ordini  o  andate   tutti a  casa ....  tanto  io vinco  le  prossime  elezioni e  vi sotterro..... comunque  potrebbe  almeno  ringraziarli  per  l'assist  fino ad  oggi  dato e  magari  anche  per  il  futuro ... questi  le  poltrone  non le  mollano ... nemmeno con le  ruspe ...    sono  come   quelli  di CASAPOUND   

la Repubblica
 · 

L'ennesimo affondo agli alleati: "Noi non siamo incollati alle poltrone"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

Dal web, ma ne condivido anche gli spazi tra una parola e l'altra, li detesto dagli albori:

Per me voi grillini siete morti nel giorno dello streaming con Bersani, nel 2013. All'epoca ci misi una croce sopra, perché capii che chi fa politica in quel modo nonostante appena arrivato sulla scena pubblica, prima o poi avrebbe fatto solo danni.

Ci avevo visto giusto, insieme purtroppo a non tantissimi altri italiani.

Il problema erano i sacchetti della spesa a €0,02, La Panda di Marino e gli scontrini. Era la villa di Renzi comprata col mutuo.
Invece questo schifo di decreto va bene, visto che lo avete votato.
Vero grillini?
da adesso in poi, ogni volta che un grillino mi verrà a rompere i *** con Verdini e alfano, io gli ricorderò che ha prestato il fianco al più razzista, pericoloso e cazzaro tra i politici che abbiamo avuto in Italia negli ultimi 100 anni, roba che al confronto Berlusconi sembra Voltaire.

E Rodotà, zagrebelsky, gabanelli, la nostra meravigliosa costituzione che non si poteva cambiare e via tutti col badge facebook "iodicono" ma che oggi è stata stuprata? Che mi dite? Oggi "ditesì"?

Ma se lo avesse votato renzi, questo decreto, voi che cosa avreste detto per mesi? Visto che avete rotto i ***, fatemelo dire, con la storia che Renzi voleva modificare la costituzione insieme a verdini, cosa mai avvenuta, adesso? Adesso va bene? Vi rendete conto dello schifo e della disumanità che avete contribuito a creare in questo paese col voto di oggi?

Quando fate tornare il bibitaro del San Paolo alla sua occupazione originaria?
deve ancora fare altri danni? Deve ancora regalare fette dei consensi a salvini? Deve ancora regalargli altri elettori?

voi che quando Conte riferisce sulla Tav siccome siete coerenti vi alzate e ve ne andate... All'epoca definii immediatamente questa cosa una grandissima buffonata e venni ripreso da voi grillini che mi dicevate che "noi siamo stati coerenti".

E adesso? 
Sapete dove ve la potete arrotolare e infilare la vostra coerenza?

Voi così coerenti da giurare assoluta fedeltà al mastice che vi siete messi sotto al *** prima di sedervi su quelle poltrone tanto da salvare Salvini usando la vostra stessa piattaforma?

La verità è solo una.
che i pagliacci del circo barnum temono di perdere il proprio posto di lavoro ogni volta che vi sentono parlare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

MA   NO  LE  POLTRONE ! LE  POLTRONE ! LE  POLTRONE !

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La dice molto lunga la differenza di quando si fà campagna elettorale a quando si vince e si è al potere.....e chi vota grillo uno che prima di partire si trasferisce in Svizzera dice tutto..xD...tra l'altro è quello che ha anche detto che di salvini ci si può fidare.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ricordi...
Non me ne vogliano i miei amici italiani che abitano al sud...

Mi ricordo l'Italia di tanti anni fa, quando non c'erano i ***, i barconi, gli immigrati, i clandestini, i musulmani. 
Mi ricordo quel paradiso quando eravamo solo noi italiani e mi sbirluccicano gli occhi. 
Mi ricordo che nessun italiano ammazzava nessuno e se lo faceva aveva comunque cura di farlo sparire sciogliendolo nell'acido o utilizzandolo per l'edilizia. 
Nessun italiano stuprava nessuno, e se lo faceva aveva cura di farlo in casa e non come questi porci in mezzo alla spiaggia. E se una donna veniva stuprata (parolone, disonorata) aveva comunque la fortuna di essere obbligata a sposare il suo stupratore con il matrimonio riparatore altrimenti tu, stuprata, dovevi vergognarti, perché se noi italiani lo sapevamo ti trattavamo come la peggiore ***.
E poi mi ricordo che non c'erano tutti questi terroristi. Sì è vero, gli italiani per anni hanno fatto saltare per aria centinaia di innocenti, bambini, vecchi, donne, tutti, piazzando bombe nelle piazze, nelle banche, nei treni ad agosto, o magari in autostrada. Certo in Italia parliamo da 15 anni di terrorismo islamico anche se non hanno fatto scoppiare nemmeno un petardo, mentre gli italiani hanno fatto saltare in aria centinaia di italiani. Ma vuoi mettere essere risdotto a brandelli da una bella bomba italiana e non islamica? Di quelle belle bombe piazzate da italianissimi fascisti e mafiosi e servizi segreti?
O mi ricordo i bei giorni dei sequestri di persona, quando i bambini venivano allegramente sequetrati per anni da italianissima brava gente che poi per non far preoccupare i parenti aveva cura di rispedire a casa il figlio un pezzo la volta, partendo solitamente dall'orecchio? 
E il lavoro,il lavoro! Nessuno ci rubava il lavoro! Certo allora c'erano i *** che rubavano il lavoro, ma mica erano italiani quelli, erano *** di ***. Ora sì, sono italiani pure loro perché i *** sono più *** di loro, e loro si comportano con i *** come gli italiani si comportavano con i ***. È il loro momento di gloria, finalmente anche loro hanno una razza inferiore da poter insultare e cacciare.
Signora mia non vedo l'ora si torni a quei bei tempi. 
Prima gli italiani
Conviene tantissimo. 
(E. MENTANA)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Lorenzo TosaMi piace

 · 

Solo un paese che ha smarrito il più elementare alfabeto civile e costituzionale può assistere in silenzio a un vicepremier di minoranza di un esecutivo che apre la crisi di governo, convoca il Parlamento ed evoca lo scioglimento delle Camere, come se fosse contemporaneamente il Presidente del Consiglio e il Presidente della Repubblica in carica.

Solo un paese che ha perso ogni dignità può accettare senza battere ciglio che un capopartito chieda di essere investito di “pieni poteri”, neanche fossimo nell’ottobre del ‘22.

Solo un paese che ha perduto completamente il senso delle istituzioni può rimanere zitto mentre un ministro si rivolge a parlamentari della Repubblica eletti invitandoli ad “alzare il c***” e presentarsi in Aula il prossimo lunedì, come se fossero pedine alle sue dipendenze.

Non siamo più di fronte alle sbruffonate di un cialtrone sulla spiaggia con un Mojito in mano. Queste sono prove tecniche di regime. E, se può fare tutto questo, se può spingersi tanto in là, non è solo per i 10 milioni di italiani che lo applaudono, ma per i 50 che stanno zitti.

Ogni nostro silenzio, ogni nostro arretramento, è un segnale di resa delle democrazia e delle istituzioni. È una tacca in più nella discesa verso l’abisso e un piccolo assaggio di quello che sarà. I campanelli d’allarme nella storia suonano sempre fortissimi, solo che non ci sono mai abbastanza orecchie ad ascoltarli.

Poi non dite per nessuna ragione al mondo che non vi aveva avvisati.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963