chi è la "zingaraccia"?? quella che voleva il proiettili in testa a Salvini

La donna è agli arresti domiciliari per reiterati furti: 16 anni il cumulo complessivo di condanne. Insomma, si tratta di una pregiudicata che vive in un campo rom irregolare, all'interno di una casa costruita su un terreno non edificabile. Ma, nonostante questo, l'onda buonista non ha tardato a prendere le sue difese, con il solito ritornello del razzismo. "La stessa donna riconosce che i bambini del campo vicino in condizioni disagiate e che gli adulti non lavorano", conclude Bastoni che si chiede inoltre perché la giustizia minorile e i servizi sociali non agiscano.

E Salvini non ha tardato a reagire, affermando: "Zingaraccia, ti mando la ruspa". Ma, come da copione, ad attirare l'attenzione dei media è stata più l'espressione "zingaraccia" che il proiettile in testa che la rom vuole per il leader leghista. Insomma, per i buonisti di sinistra "zingaraccia" è naturalmente peggio di una minaccia di morte. Passiamo oltre.

Oggi il consigliere comunale e regionale della Lega Max Bastoni si è recato al campo rom irregolare di cui si parla dopo il reportage de IlGiornale.it.. "Alle minacce rispondo presentandomi", ha detto. Durante il suo sopralluogo ha parlato anche con la rom in questione. "Ha cambiato versione sostenendo che invitava Salvini a ucciderli tutti", spiega Bastoni.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

La poveretta Rom non ne capisce molto di politica e non sa che se qualcuno dovesse, che non accada mai naturalmente, cercare di recare danno alla persona Salvini non farebbe che portare la Lega Nord al 75%. A questo proposito narro un aneddoto antico.
Molti secoli fa a Siracusa regnava Diogene, un dittatore feroce che tutti, più o meno, odiavano, ad eccezione di una vecchietta che invece pregava tutti gli dei di salvaguardare la sua - del tiranno - salute. Al che Diogene la fece chiamare e le chiese perché gli augurasse una lunga vita. Al che la vecchietta, saggia data la sua lunga età, rispose: perchè dopo di te potrebbe venire uno peggiore.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La poveretta Rom non ne capisce molto di politica e non sa che se qualcuno dovesse, che non accada mai naturalmente, cercare di recare danno alla persona Salvini non farebbe che portare la Lega Nord al 75%. A questo proposito narro un aneddoto antico.
Molti secoli fa a Siracusa regnava Diogene, un dittatore feroce che tutti, più o meno, odiavano, ad eccezione di una vecchietta che invece pregava tutti gli dei di salvaguardare la sua - del tiranno - salute. Al che Diogene la fece chiamare e le chiese perché gli augurasse una lunga vita. Al che la vecchietta, saggia data la sua lunga età, rispose: perchè dopo di te potrebbe venire uno peggiore.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Questa mattina Max Bastoni si è recato nel campo abusivo e ha trovato la donna in questione. “Ha cambiato versione sostenendo che invitava Salvini a ucciderli tutti perché dal campo non se ne sarebbero mai andati”, spiega Bastoni. La donna, agli arresti domiciliari per reiterati furti, 16 anni il cumulo complessivo di condanne, si considera in pericolo per le politiche del Ministro degli Interni. “La stessa donna – prosegue Bastoni – riconosce che i bambini del campo vivono in condizioni disagiate e che gli adulti non lavorano. Mi chiedo perché la giustizia minorile e i servizi sociali non agiscano.”

Ma la domanda è: come mai non è ancora stata arrestata, nonostante gli anni da scontare, e la minaccia di morte al ministro dell’Interno?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, director12 ha scritto:

La donna è agli arresti domiciliari per reiterati furti: 16 anni il cumulo complessivo di condanne. Insomma, si tratta di una pregiudicata che vive in un campo rom irregolare, all'interno di una casa costruita su un terreno non edificabile. Ma, nonostante questo, l'onda buonista non ha tardato a prendere le sue difese, con il solito ritornello del razzismo. "La stessa donna riconosce che i bambini del campo vicino in condizioni disagiate e che gli adulti non lavorano", conclude Bastoni che si chiede inoltre perché la giustizia minorile e i servizi sociali non agiscano.

E Salvini non ha tardato a reagire, affermando: "Zingaraccia, ti mando la ruspa". Ma, come da copione, ad attirare l'attenzione dei media è stata più l'espressione "zingaraccia" che il proiettile in testa che la rom vuole per il leader leghista. Insomma, per i buonisti di sinistra "zingaraccia" è naturalmente peggio di una minaccia di morte. Passiamo oltre.

Oggi il consigliere comunale e regionale della Lega Max Bastoni si è recato al campo rom irregolare di cui si parla dopo il reportage de IlGiornale.it.. "Alle minacce rispondo presentandomi", ha detto. Durante il suo sopralluogo ha parlato anche con la rom in questione. "Ha cambiato versione sostenendo che invitava Salvini a ucciderli tutti", spiega Bastoni.

È vero. Minacciare di morte qualcuno è sempre una porcheria. Soprattutto quando meriterebbe invece una raffica di supposte lassative.......

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, cortomaltese-*** ha scritto:

È vero. Minacciare di morte qualcuno è sempre una porcheria. Soprattutto quando meriterebbe invece una raffica di supposte lassative.......

Bastoni è l'asso in tavola o bisogna aspettare denari ( o rubli che van bene lo stesso?)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963