Unioni civili, le associazioni gay: "Nessun flop, ma pesa il divieto di adozione"

Flavio Romani, presidente nazionale dell'Arcigay, traccia un primo bilancio rispetto ai numeri che hanno fatto seguito alla legge cirinnà, con cui si è dato il là alle unioni civili. «Semila persone omosessuali in otto mesi - dice - hanno raggiunto felicità e stabilità, e conquistato un diritto che aspettavano da decenni. Forse il numero delle unioni civili non è così alto quanto ci aspettavamo, ma dal nostro punto di vista è comunque un successo».

Ecco, io non so se sia o meno un flop ma pesare l'acquisizione di un diritto sacrosanto con dei meri numeri non mi pare la stada da percorrere.

«Noi all'Arcigay - continua - avevamo previsto che nel primo anno sarebbero corse in comune almeno diecimila coppie. Evidentemente il mondo omosessuale ha reagito in modo diverso. Con più calma. Adesso che questo diritto c'è, ed è stato giusto lottare per ottenerlo, quello che cambia è la prospettiva».

Resta la questione irrisolta del divieto adozione: referentio delle cosiddette famiglie arcobaleno dicono che «avevamo bisogno di una legge che garantisse i nostri figli. Invece oggi la nostra unica speranza resta la stepchild adoption concessa dai tribunali. E dunque molte coppie per adesso hanno scelto di non sottoscrivere l'unione civile. Questa legge è soltanto il primo passo. Noi aspettiamo il matrimonio e poter riconoscere alla nascita i figli delle nostre partner».

E su questo punto, confesso, ancora non ho idee molto chiare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

10 messaggi in questa discussione

ma non diciamo cavolate, se la gente ha smesso di sposarsi questo vale sia per gli etero che per i gay, non ditemi che è perché non possono adottare

concordo sul fatto che l'acquisizione di un diritto sacrosanto non debba essere valutato con dei numeri

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, tonyman4 ha scritto:

ma non diciamo cavolate, se la gente ha smesso di sposarsi questo vale sia per gli etero che per i gay, non ditemi che è perché non possono adottare

concordo sul fatto che l'acquisizione di un diritto sacrosanto non debba essere valutato con dei numeri

quotone

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

certo la gente non si sposa perché non può adottare.... madai!!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per fortuna il nostro parlamento ha messo dei paletti a garanzia dei bambini di avere un babbo e una mamma , un maschio e una femmina ,un padre e una madre anche se alcuni preferiscono dire genitore 1 e genitore 2

In questi giorni è rimbalzato sulla stampa il caso di una coppia normale (maschio e femmina) che avevano commissionato un bambino che però non hanno ritirato perché al momento della consegna si sono accorti che non era bianco ma mulatto, si rischia di banalizzare l'adozione a un fatto commerciale, come se si trattasse di comperare una vettura dove si sceglie la marca, il colore, gli accessori, la cilindrata,  ci sono nazioni dove è lecita la pratica delle madri surrogate, dove donne bisognose, in cerca di denaro, affittano il loro corpo a gente danarosa che si vuole comperare un bambino, esiste poi il caso dei bambini in provetta, dove si può scegliere la razza, il colore degli occhi, il ***, il colore dei capelli, come quando si va da un concessionario di automobili..... 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, tonyman4 ha scritto:

ma non diciamo cavolate, se la gente ha smesso di sposarsi questo vale sia per gli etero che per i gay, non ditemi che è perché non possono adottare

concordo sul fatto che l'acquisizione di un diritto sacrosanto non debba essere valutato con dei numeri

sono d'accordo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sul divieto di adozione per le coppie gay non sono assolutamente d'accordo. Ritengo che siano capaci di amare e crescere un figlio esattamente come le coppie etero. Per un bambino è meglio crescere con 2 genitori uomini o 2 genitori donne che crescere in un orfanotrofio.

Ovviamente parlo di adozione legale, non di compravendita di bambini

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
51 minuti fa, ariafresca123 ha scritto:

Sul divieto di adozione per le coppie gay non sono assolutamente d'accordo. Ritengo che siano capaci di amare e crescere un figlio esattamente come le coppie etero. Per un bambino è meglio crescere con 2 genitori uomini o 2 genitori donne che crescere in un orfanotrofio.

Ovviamente parlo di adozione legale, non di compravendita di bambini

Sono d'accordo che un bambino non debba crescere in un orfanatrofio; a questo punto però bisogna  parlare di numeri : sono più i bambini da adottare o le coppie in attesa di adozione?  perché se ci sono bambini che nessuno cerca di adottare e rimangono in orfanatrofio (non vorrei che ci fossero speculazioni da parte di orfanatrofi che rifiutino da dare bambini in adozione) allora si danno a chiunque li ami e  chieda di adottarli, però non mi sembra che questo sia il caso dell'Italia dove ci sono genitori costretti a andare all'estero perché non trovano in Itala bambini da adottare , se allora in Italia mancano i bambini  quei pochi che si danno in adozione è bene darli a coppie formate da un padre e una madre,  d'altronde se la natura ha voluto che i bambini nascessero dall'unione di un maschi e una femmina qualche ragione ci sarà.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Penso che siano di più i bambini da adottare. Non in Italia, vero, perchè in Italia sono pochi. Ma si può procedere LEGALMENTE con l'adozione di bambini stranieri.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

chi crede nel matrimonio si sposa, non penso sia vincolato alla propria sessualità. Poi le adozioni sono un altro argomento

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

allora, se nn avessero potuto aver il pezzo di carta ke li dikiara uniti in matrimonio, nn avrebbero avuto felicità e stabilità?  la felicità e stabilità desiderati mi pare siano + i diritti materiali, tipo eredità e pensione revers, ke esulano dall'amarsi.

x l'adozione, nn escludo possano essere buoni genitori verso i figli ma finora qualcuno ha mai kiesto a sti bambini, ragazzini, come vivono la situazione di figli di due persone dello stesso ses*so?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963