Imperdibile articolo di un giornalista vero :Michele Serra di Repubblica (300.000 copie giornaliere)

ULTIMA settimana di questo strazio. L’unica buona notizia è che domenica finisce tutto. Vincerà il No, con buon margine: così Renzi impara a giocare a “uno contro tutti”. Ma il No di sinistra – che rispetto profondamente, il No di Rodotà e Zagrebelsky, il No dell’Anpi, il No di tanti miei amici – sarà poco più di niente: affogherà dentro il No di destra, quello di Brunetta, Berlusconi e Salvini, e soprattutto dentro il No grillino. Il No alla riforma Boschi, un secondo dopo l’esito del referendum, diventerà ciò che è davvero: un No a Matteo Renzi, al suo partito e al suo governo, andati in presuntuosa solitudine a schiantarsi. 
L’esito, paradossale, è che nel nome della “difesa della Costituzione” avranno vinto, insieme ai pochi e tenaci custodi della sacralità della Carta che saranno immediatamente rispediti a occuparsi dei loro libri, figure politiche alle quali, della Carta, non è mai importato un fico secco: la vecchia destra, convinta da sempre che la Costituzione antifascista sia roba da comunisti; la nuova destra populista, che nelle regole vede solo un noioso impiccio, una inutile mediazione tra Capo e Popolo; e i Cinquestelle, che sono, in massima misura, la vera forza post-repubblicana e post-democratica, il Mondo Nuovo, la palingenesi, il partito unico. Ai vecchi papiri sostituiranno, non appena ne avranno l’occasione, le loro nuove misure del mondo. E se avete qualcosa da ridire, è perché siete della Casta.
Michele Serra

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

14 messaggi in questa discussione

Buongiorno, Mark. Michele Serra è un grandissimo giornalista, una penna finissima. A volte ho acquistato Repubblica solo per leggere la sua Amaca. Però questa volta è caduto nella faziosità ed è stato pure lui giustamente punito dal voto popolare. Dice di rispettare profondamente il "No di sinistra", ma gli dedica appena tre (mezze) righe. Poi si dedica, in questa ultima Amaca prima del referendum, alla stessa squallida quanto fallimentare operazione messa in atto dai media irregimentati (e disperati) in estrema difesa di Renzi: scoraggiare e spaventare i sostenitori del No di sinistra agitando lo spauracchio delle destre, dei populismi e di Grillo. Ma, a parte il fatto che un giornalista serio, democratico e indipendente come Serra dovrebbe sapere che il voto popolare va sempre rispettato, sia quello di sinistra che quello di destra, qui la sinistra e la destra non c'entravano nulla, qui si parlava di Costituzione. Quindi Serra avrebbe fatto meglio a mettere da parte la faziosità e a parlare delle ragioni di merito, se c'erano, del suo Sì di sinistra. Ma francamente io uno con la storia di Michele Serra me lo sarei aspettato tutta la vita dalla parte di Zagrebelsky, di Rodotà e dell'Anpi, mai dalla parte di Renzi, Alfano e Verdini su una cosa sacra come la Costituzione.

Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

signor mark

*** merito all'articolo del signor Serra,la prego di tenere in considerazione queste poche righe

Il No alla riforma Boschi, un secondo dopo l’esito del referendum, diventerà ciò che è davvero: un No a Matteo Renzi, al suo partito e al suo governo, andati in presuntuosa solitudine a schiantarsi. 

E se si è rilevato che il NO era rivolto al signor Renzi, un motivo ci deve pur essere. Non crede?

P.S:

Se poi assimila la vendita di 300.000 copie come fonte di "verità assoluta", mi permetta di farle presente che questa "verità" non è stata accettata da ben il 60% dei votanti, che hanno preferito, se questa è la sua accusa, ascoltare la voce di chi ne vende solo 30.000.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sig. Ahaha.ha , continui a confonderti . Non è il 60% degli elettori che ha rifiutato la riforma costituzionale . Sono stati 2/trentesimi rispetto , quello si, al 40% di chi voleva approvarla .  E mentre io che la volevo approvata sono facilmente " iinquadrabile" e si capisce subito da che parte sto , te , inquadrato in uno dei 2/trentesimi , puoi tranquillamente "mimetizzarti"in uno dei due. È chiaro ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

#perissodattilostaisereno

Tu e i tuoi amici avete un urgente bisogno della scienza farmaceutica. A mero titolo di esempio, prendete in seria considerazione

http://www.proctolyn.it/?gclid=CJDjssa66dACFYaVGwodjWkLkw

Ed evitate le ca ga te del pennivendolo di turno (che il cialtronissimo pulcinella panzanaro fosforo31 definisce penna finissima).  

A dispetto di quanto scrive la cialtronissima penna finissima, l'epic fail del bimboscemo fiorentino è CONSEGUENZA DI QUANTO DISPOSTO DALL'ARTICOLO 138 DELLA COSTITUZIONE.

Gli unici i di oti che hanno agito infischiandosene delle regole sono proprio il bimboscemo fiorentino e la figlia di colui che ha truffato 130.000 risparmiatori.

Come era ovvio, il popolo sovrano (non la Casta, come scrive il cialtronissimo Michele Serra) ha tirato la catenella dello sciacquone e i due s tro nzi sopra menzionati sono discesi giù per il tubo si scarico.

Fatevene una ragione. E ricordate di usare PROCTOLYN in quantità industriali.

Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

mi scusi signor mark

ma mi permetta di contraddirla. L'esito del referendum è di 60% contro 40% dei votanti.

Lei è inquadrato nel 40% e io nel 60%.

Se come sostiene, valgono  di più 300.000 copie rispetto a 30.000, dovrebbe considerare anche l'eventualità che valga di più il 60% rispetto al 40%.

Se poi la disturba il fatto di non sapere dove collocarmi, allora mi corre l'obbligo di informarla che io sono uomo di sinistra che non si fa turlupinare da chi pretende di essere il solo uomo al comando.

Come le ho già detto, valuti gli errori di arroganza compiuti dal giovane caudillo, e si farà una ragione del perchè ha perso il referendum e la poltrona.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sig. Ahaha.ha, mi corre l'obbligo di spiegarmi meglio rifiutandomi di credere che non capisca cosa sto tentando di dirle . Allora : Non ho mai sostenuto che leggere un quotidiano con tiratura inferiore rispetto ad un altro con tiratura superiore sia di per se negativo o addirittura spregevole . La mia voleva essere una bonaria polemica con Fosforo che ritiene un giornale di 30.000 copie come depositario della verità assoluta e che elargisce patenti di moralità ad intermittenza centellinando ad hoc qyando e come " colpire ", dimenticandosi , troppo spesso di rettificare o dare la stessa enfasi , quando il " colpito" dal FQ , viene in seguito ..."riabilitato " dalla Magustratura che loro dicono di amare . Quindi non è una questione di numeri ma di serietà ed imparzialità che , mi sembra evidente , premia in maggior misura chi evidentemente ne ha di più . Sennò , e qui mi riallaccio alle percentuali del referendum , non si capirebbe perché il 40% deve sottostare al volere dei 2/ trentesimi . Nella vendita dei giornali chiamasi mercato , in politica chiamasi democrazia . Non avevi dubbi che anch'ella fosse di sinistra . Quale ?? Sono costretto a farle la stessa domanda fatta a Fosforo e , se vorrà , potra' anch'essa darmi le risposte Che ho chiesto . Ma si da il caso che sia di sinistra anche io ed ho più volte detto cosa significa , per me , oggi , essere di sinistra . Di una cosa sono sicuro però : Io non ho mai " festeggiato " qualcosa di politico con Fascisti , Razzisti e Populisti . Ella può dire altrettanto ?? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Buongiorno, Mark. Michele Serra è un grandissimo giornalista, una penna finissima. A volte ho acquistato Repubblica solo per leggere la sua Amaca. Però questa volta è caduto nella faziosità ed è stato pure lui giustamente punito dal voto popolare. Dice di rispettare profondamente il "No di sinistra", ma gli dedica appena tre (mezze) righe. Poi si dedica, in questa ultima Amaca prima del referendum, alla stessa squallida quanto fallimentare operazione messa in atto dai media irregimentati (e disperati) in estrema difesa di Renzi: scoraggiare e spaventare i sostenitori del No di sinistra agitando lo spauracchio delle destre, dei populismi e di Grillo. Ma, a parte il fatto che un giornalista serio, democratico e indipendente come Serra dovrebbe sapere che il voto popolare va sempre rispettato, sia quello di sinistra che quello di destra, qui la sinistra e la destra non c'entravano nulla, qui si parlava di Costituzione. Quindi Serra avrebbe fatto meglio a mettere da parte la faziosità e a parlare delle ragioni di merito, se c'erano, del suo Sì di sinistra. Ma francamente io uno con la storia di Michele Serra me lo sarei aspettato tutta la vita dalla parte di Zagrebelsky, di Rodotà e dell'Anpi, mai dalla parte di Renzi, Alfano e Verdini su una cosa sacra come la Costituzione.

Saluti

Completamente d'accordo con fosforo pur avendo votato sì

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io non ho mai " festeggiato " qualcosa di politico con Fascisti , Razzisti e Populisti . Ella può dire altrettanto ?? 

dimentica signor mark

che tra i sostenitori dell'ex governo ci sono alcuni personaggi che appartenevano (ed erano tra i suoi più stretti collaboratori9 al clan del signor Berlusconi.

Personaggi che, sia lei sia io, abbiamo a lungo contrastato. Quindi, se appoggia in toto gli atti del signor Renzi, non può dire di non aver mai festeggiato qualcosa di politico che con la sinistra ha poco a che vedere.

Ma immaginiamo di essere su un pulman, (in compagnia di fascisti, razzisti, populisti), condotto da un autista che si sente un campione di formula uno e si comporta,  come fosse davvero un campione di formula uno pur non avendone le doti.

Personalmente, che sia un fascista, un razzista, un populista o un Komunista, che gli toglie il volante dalle mani, non me ne fre..ga niente. L'importante è che qualcuno gli abbia tolto il volante di mano prima di andare a sbattere.

Potrà tornare a guidare un pulman?  Certo! Quando avrà finito di disintossicarsi da certe euforie.

Ultimamente hanno riciclato il signor Pippo Baudo, vuole che non si possa riciclare qualcuno che ha la metà dei suoi anni?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sig . Ahaha.ha , non mi risulta che nella compagine governativa ci fossero , come invece e' certo fossero nella innaturale accozzaglia , personaggi di privata continuità con il fascino alla Casa Pound o al razzismo simil Borghezio e similari . L'esempio del volante e' gustoso e per certi versi condivisibile . Però c'è un però come in tutte le cose . Il però sta nel fatto che bisogna stare attenti , una volta tolto di mano il volante a chi , lo stesso volante , lo si mette in mano . Dopo !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

sembra lo mettano in mano ad un renzista doc.

Il però sta nel fatto che bisogna stare attenti , una volta tolto di mano il volante a chi , lo stesso volante , lo si mette in mano . Dopo !! 

 

Vero quel che dice signor mark,

è la stessa preoccupazione che hanno avuto, in buona parte, quelli del NO.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ed e' quella che adesso ho io vista la piega politica e di indirizzo che il risultato della vittoria del No farà prendere . Stessa identica preoccupazione . Ma tranquilli , con un PD forte , anche i frammentizzati dell'ultra sx saranno difesi dai " sostenitori" del Caudillo . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma tranquilli , con un PD forte , anche i frammentizzati dell'ultra sx saranno difesi dai " sostenitori" del Caudillo . 

 

Dati i precedenti non posso assolutamente tranquillizzarmi, signor mark.

P.S.
Lei ed io siamo fortunati. Oggi possiamo valutare la piega politica impressa dal sonoro No del popolo italiano, e magari siamo altrettanto fortunati, se non di più, nel non poter sapere quale piega politica avrebbe scatenato la vittoria del SI

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ella ha tutto il diritto a non sentirsi tranquillo . Chi può impedirle di vivere compulsivamente ansioso è preoccupato . Quel che a ma da fiducia e' che il segretario del mio partito , su 13.500 di voti , ne controlla ( perché a lui sono rivolti , una decina e forse qualcosa di più ),  mentre di la, nella innaturale accozzaglia , su 19.500.000 di voti ho come l'impressione che lo stesso quantitativo non appartengono per niente , ma proprio per niente , a quella parte politica ( la sx ) , di cui ella si fregia di appartenere come me . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 10/12/2016 in 12:11 , ahaha.ha ha scritto:

mi scusi signor mark

ma mi permetta di contraddirla. L'esito del referendum è di 60% contro 40% dei votanti.

Lei è inquadrato nel 40% e io nel 60%.

Se come sostiene, valgono  di più 300.000 copie rispetto a 30.000, dovrebbe considerare anche l'eventualità che valga di più il 60% rispetto al 40%.

Se poi la disturba il fatto di non sapere dove collocarmi, allora mi corre l'obbligo di informarla che io sono uomo di sinistra che non si fa turlupinare da chi pretende di essere il solo uomo al comando.

Come le ho già detto, valuti gli errori di arroganza compiuti dal giovane caudillo, e si farà una ragione del perchè ha perso il referendum e la poltrona.

Non fa una piega

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963