Affinché il tonno Palamarah capisca la differenza tra magistrato e cortigiano

7 messaggi in questa discussione

Sbaglio o l'attentato è stato eseguito nel pomeriggio verso le cinque e con lui morirono gli agenti di scorta?

Dunque i timori di essere ucciso nel pomeriggio quando usava la sua auto, purtroppo, si sono rivelati errati.

Scorta o non scorta se vogliono ucciderti ti uccidono.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche con Falcone morirono gli uomini della scorta, volando con tutta l’auto fuori dall’autostrada, per l’enorme pressione sviluppata dalla detonazione.

Ma il ricordo va sempre ai funerali e ai politici dell’epoca.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, shinycage ha scritto:

Anche con Falcone morirono gli uomini della scorta, volando con tutta l’auto fuori dall’autostrada, per l’enorme pressione sviluppata dalla detonazione.

Ma il ricordo va sempre ai funerali e ai politici dell’epoca.

Quali politici?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

già  già  Palamara    mentre  capitanfracassa   che fa  ?

Strane  connivenze  e  strani  voti   in  calabria...

Report
 

Estorsione aggravata dal metodo mafioso, due arresti nel catanese: sono gli zii acquisiti di un ex candidato sindaco della Lega

Nel 2014 Matteo #Salvini va a Maletto, un piccolo comune catanese alle pendici dell'Etna, per festeggiare il primo exploit elettorale della #Lega Nord in Sicilia: l’imprenditore Antonio Mazzeo, classe 1989, alle europee ha preso ben il 36% dei consensi sotto il vessillo del Carroccio. Ad accompagnare il leader nella sua visita ci sono nel 2014 il deputato nazionale Angelo Attaguile, fondatore del movimento Noi con Salvini, e l'allora consigliere comunale di Maletto Salvatore Gulino, che è anche zio acquisito del giovane leghista Antonio Mazzeo. Ieri proprio Gulino è stato arrestato per concorso in estorsione aggravata dal metodo mafioso, con l'accusa di avere chiesto il pizzo a un imprenditore edile della zona, insieme a un altro zio acquisito di Mazzeo: Mario Montagno Bozzone, che alle spalle ha già una condanna definitiva per mafia. Intervistato da Claudia Di Pasquale per l’inchiesta di #Report “Nel nome di Matteo” del 10/12/2018 (https://bit.ly/2S4GdiQ), Mazzeo aveva assicurato di non avere particolari rapporti con Montagno Bozzone, aggiungendo: “Mi fa schifo la mafia”. Nel 2018 però Mazzeo si era candidato a sindaco di Maletto, e ad applaudire a un suo comizio c’era proprio lo zio condannato. Anche Salvatore Gulino, arrestato ieri, era presente ai comizi elettorali di Mazzeo. Sui profili social è possibile trovare foto di Mazzeo con Gulino, e di Gulino con Montagno Bozzone.

 

L'immagine può contenere: 5 persone, persone che sorridono, persone in piedi

L'immagine può contenere: 4 persone, testo
L'immagine può contenere: 2 persone, persone che sorridono

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Chissenefrega del Kapitone.

Qui si parlava di magistrati che hanno sacrificato la propria vita per la Repubblica, con il conseguente disprezzo e schiaffeggiamento della folla contro  Mr. ”io non ci sto”.

Anche lui, oggi, è terra per ceci.

La giusta fine che facciamo tutti, gente perbene e farabutti. Persone informate e bimbiminkia copiaincollanti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963