Neonata abbandonata e morta: ma come si fa con tutte le strutture che ci sono ad agire così?

Certe notizie mi mettono davvero i brividi

esiste una legge che consente di partire  in anonimato e di lasciare in ospedale il neonato che verrà affidato a una nuova famiglia

com'è possibile che ancora una volta, invece, come nel caso della sedicenne che ha abbandonato la sua bambina appena nata in un giardino condominiale lasciandola morire, si scelga di uccidere creature innocenti? 

questa ragazza merita di pagare per aver ucciso sua figlia, non meno colpevoli i genitori della ragazza... che cosa terribile. 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

7 messaggi in questa discussione

Inviata (modificato)

Una notizia veramente sconcertante... un gesto figlio dell'ignoranza,ignoranza d'amore e rispetto prima di tutto

Modificato da danelectro59

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

come si può abbandonare una creatura appena nata??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
34 minuti fa, lala-mustan1 ha scritto:

come si può abbandonare una creatura appena nata??

e come si brucia una donna?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Guarda,penso che la ragazza fosse ben riuscita a nascondere la gravidanza anche ai genitori,.Perciò ha partorito e si è sbarazzata della piccola,magari sperando che qualcuno la trovasse in fretta,voglio sperare l'abbia fatto per paura e non per cattiveria.Trovo che la legge per poter partorire in anonimato in ospedale sia giusta,ma questa cosa la può fare una donna adulta e con libertà di spostarsi da una città all'altra perché per mantenere l'anonimato sicuramente non ti puoi recare nell'ospedale della tua città dove magari qualcuno che ti conosce lo puoi trovare.Io direi che andrebbe fatta una legge che permetta a chi partorisce come la ragazza per conto suo,di poter fare una telefonata a carabinieri o polizia e dire dove si è lasciato un neonato,senza che poi vengano fatte indagini per rintracciare da dove è partita la telefonata.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

avrebbe potuto partorire all'ospedale della sua città, nn credo ci fosse la fila di gente ke la conoscesse, oppure, data la giovanissima età,  parlarne col ginecologo. cmq ste tragedie accadono quando i genitori, in sto caso le madri, nn han dialogo con i figli e poi ki paga con la vita, son sempre gli innocenti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il ‎08‎/‎05‎/‎2017 in 18:50 , uvabianca111 ha scritto:

avrebbe potuto partorire all'ospedale della sua città, nn credo ci fosse la fila di gente ke la conoscesse, oppure, data la giovanissima età,  parlarne col ginecologo. cmq ste tragedie accadono quando i genitori, in sto caso le madri, nn han dialogo con i figli e poi ki paga con la vita, son sempre gli innocenti.

D'accordo con tè sul fatto che tra madri e figlie ormai non c'è più dialogo..il problema è che ormai i ragazzi di oggi si ritrovano a tornare da scuola e doversi preparare il pasto,passare il pomeriggio da soli in casa..quando i genitori tornano magari dopo 10 ore fuori da casa difficilmente hanno voglia di ascoltarti.Bisognerebbe imparare di nuovo a tenere il televisore spento quando si mangia e parlare a turno della propria giornata.oppure trovare il sabato o domenica qualche ora da passare con i figli parlando a 4 occhi delle cose belle e quelle brutte che gli sono capitate durante la settimana.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 21/5/2017 in 08:48 , castleglass ha scritto:

D'accordo con tè sul fatto che tra madri e figlie ormai non c'è più dialogo..il problema è che ormai i ragazzi di oggi si ritrovano a tornare da scuola e doversi preparare il pasto,passare il pomeriggio da soli in casa..quando i genitori tornano magari dopo 10 ore fuori da casa difficilmente hanno voglia di ascoltarti.Bisognerebbe imparare di nuovo a tenere il televisore spento quando si mangia e parlare a turno della propria giornata.oppure trovare il sabato o domenica qualche ora da passare con i figli parlando a 4 occhi delle cose belle e quelle brutte che gli sono capitate durante la settimana.

purtroppo quando uno stipendio nn basta o la famiglia è formata da madre separata e figlio...  nn credo sia la Tv ad impedire dialogo ma la fiducia del figlio ke un genitore deve conquistarsi senza dover, forzatam, fare l'amicone.

cmq, i ragazzi d'oggi han tanti strumenti x esser informati pur nn dialogando coi genitori: amici, mezzi informaz, internet e se fan certi errori é xké nn han voglia di ragionare.  quando fu il mio turno di figlia e madre, ascoltai e poi ripetei: azioni e pericoli stanno da qui a qui: se mi dirai sempre la verità, spiacevole ke sia, ci rimarrò male ma nn ti rimprovererò e solo con quella saprò come aiutarti altrimenti nn ti salverà una bugia.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963