Creme solari per bambini a rischio, ma non ci si può proprio fidare di niente?

Meno male che Altroconsumo ha pensato di fare una serie di test su varie marche di creme solari e ha scoperto che due sono a rischio.  Dei 16 prodotti considerati, tutti con protezione 50 dichiarata,  due arrivavano a malapena a 21.  Per questo, sottolinea l'associazione in difesa dei consumatori, "abbiamo provveduto alla segnalazione al Ministero della Salute e ne abbiamo chiesto il ritiro dal mercato". Si tratta di Rilastil Baby transparent spray wet skin e di Isdin Transparent spray wet skin.

Rilastil Baby con Spf 50+ ha raggiunto solo una protezione media con Spf 20,9. Altroconsumo ha ripetuto le analisi in un secondo laboratorio distinto e indipendente ottenendo addirittura 16,3. Per la seconda crema, Isdin, invece, 16,5 è l’Spf registrato al primo test, mentre 14,1 il risultato della controprova nel laboratorio indipendente.
Siccome tra i fattori di rischio per lo sviluppo dei tumori della pelle in età adulta c’è l'intensa esposizione al sole in età infantile, è bene usare una crema ad alta protezione e limitare l'esposizione diretta nelle ore in cui i raggi Uv sono più forti, quindi dalle 11 alle 16. Queste creme dovrebbero proteggere sia dai raggi Uvb (che possono causare eritemi) che dai raggi Uva (i più penetranti e pericolosi).

Oltre a non proteggere nel modo corretto, Altroconsumo sottolinea che alcuni prodotti conterrebbero anche sostanze sconsigliate.  Rilastil, si legge nella nota pubblicata sul loro sito, "così come altri prodotti testati come Bilboa, Chicco, Coop e Uriage, contiene il filtro solare ethylhexyl methoxycinnamate, che è un potenziale interferente endocrino. Isdin contiene invece cyclopentasiloxane, un ingrediente che, secondo il comitato scientifico europeo per la sicurezza dei consumatori, non è raccomandato proprio nei solari in formulazione spray". Ci sarebbero, dunque, degli interferenti endocrini, proprio come l'ethylhexyl methoxycinnamate, che potrebbero alterare l’equilibrio ormonale dei bambini e che per questo sarebbero ulteriormente sconsigliati.

Voi proteggete la pelle dei vostri bimbi? Fate bene attenzione magari fatevi consigliare dal pediatra, questa notizia comunque è sconfortante, possibile che non ci si possa fidare di brand famosi e alla portata di tutti?

Risultati immagini per bambini al sole eritema

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963