cacciatelo dalla casa popolare e datela a chi ne ha realmente bisogno

Avevano ragione i cittadini di Casal Bruciato. Ma non era difficile prevederlo, anche per una semplice questione di probabilità.
Il Giornale ha infatti scoperto che lo zingari a cui la Raggi ha dato una casa popolare, sfrattando famiglie italiane e mettendo a soqquadro il quartiere di Casal Bruciato, non è solo un trafficante di auto più o meno rubate, è anche uno spacciatore di cocaina.

Imer Omerovic risulta intestatario di 27 vetture. Due di queste sono arrivate dopo l’assegnazione della casa popolare. E svolge un’attività fantasma con sede sociale in via Pontina 601 a Roma, lì dove sorgeva il campo nomadi di Tor de’ Cenci, sgomberato nel 2012. E spaccia droga. Come ha ammesso la presidente del municipio IV di Roma, la grillina Roberta Della Casa, le norme sono poco stringenti e per avere un alloggio popolare servono solo l’Isee e la certificazione dello stato di famiglia. Complimenti.

casalbruciato-rom-672x372.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora