primarie pd.ercolano la dice tutta sulla "democraticita'" di sx!!!!

una fota,basta una sola foto per dire:e si,siamo in "democrazia"...si,a trenta euro a scheda!!!

1493624971968.jpg--primarie_pd__a_ercola

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

6 messaggi in questa discussione

Ercolano, città antichissima, molto più antica di Roma, il mito la vuole fondata da Ercole, al centro del Golfo di Napoli e ai piedi del Vesuvio, distrutta dal vulcano nel 79 d.C., la città degli Scavi, molto più importanti di quelli di Pompei ma assai meno conosciuti e visitati, l'antica e ricca Resìna degli illuminati sovrani borbonici, con il famoso Miglio d'Oro delle Ville Vesuviane, un tempo meta dei più ricchi villeggianti d'Europa, oggi è patrimonio dell'Umanità tutelato dall'UNESCO, ma ha un centro storico fatiscente e pericolante che mette in fuga i pochi turisti che devono limitarsi al mordi e fuggi: pochissimi alberghi e ristoranti, un dedalo di vicoli che ospitano il tradizionale mercato degli abiti usati (e contraffatti) e i clan della camorra locale. Se un tesoro del genere si trovasse in Germania ne farebbero una capitale mondiale del turismo. Oggi Ercolano è feudo renziano amministrato da un fedelissimo eletto sindaco dopo le primarie truccate e poi annullate del 2015.

http://napoli.repubblica.it/cronaca/2015/04/17/news/ercolano_primarie_pd_choc_consegnate_due_euro_w_chi_va_nei_seggia_votare_-112163541/

Questo signore non solo accoglie i richiedenti asilo ma li politicizza, li mette in fila ai gazebo come alla mensa, e indovinate un po' per quale candidato gli avrà detto di votare a quei poveretti da poco sbarcati in Italia, stranieri che Renzi, Emiliano e Orlando manco sanno chi sono e che delle primarie del Pd non gliene potrebbe fregardimeno. Che schifo!

Politicizzare i profughi, VERGOGNA!

Una cosa così abominevole e perversa non l'avevamo vista nemmeno nei peggiori anni del berlusconismo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

 

Politicizzare i profughi, VERGOGNA!

Una cosa così abominevole e perversa non l'avevamo vista nemmeno nei peggiori anni del berlusconismo.

perito...guarda che sono MEMBRI del tuo partito!! o perlomeno quello che hai sempre votato!!! Ps: perchè non dai un osguardo alle notizie:il sud con Salvini?? interessantissimo!! te lo consiglio

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Berlusconi appena tornato al governo ha abrogato norme di contrasto all'evasione fiscale varate dal governo precedente.
 Ha abolito i tetti agli stipendi dei manager pubblici varati dal precedente governo.
 Ha abrogato le norme più restrittive varate dal precedente governo sull'utilizzo dei voli di stato.
 Ha cancellato la legge n.188 del 17 ottobre 2007 fatta dal governo Prodi che contrastava la sottoscrizione delle “dimissioni in bianco” (

Non si è detto che i debiti di Alitalia sono finiti tra i debiti dello stato ma si è parlato di un fantomatico salvataggio da parte del “messia” Berlusconi che invece l'ha svenduta ai loschi personaggi della Cai.

Si è dato il via alla privatizzazione dei soggetti che gestiscono beni pubblici come l’acqua, in particolare con il decreto Ronchi, che stabilisce almeno il 40% di partecipazione del capitale privato nelle società miste pubblico privato oppure che la gestione del servizio idrico debba essere affidato ad un soggetto privato scelto tramite gara, viene sancita l’espropriazione della gestione del servizio idrico agli enti locali con tutto vantaggio per i privati.
 Berlusconi si è fatto approvare dalla sua maggioranza e governo il lodo Alfano, una legge sull'immunità per le alte cariche dello stato, dichiarata incostituzionale

sono stati tagliati 7.900 cancellieri e 1.800 ufficiali giudiziari al funzionamento della giustizia

 I beni confiscati alla mafia potranno essere ricomprati dalle organizzazioni criminali tramite aste pubbliche avvalendosi di banali prestanome

Il disegno di legge voluto dal ministro Gelmini stabilisce tagli indiscriminati alla ricerca e aumenta la precarietà dei ricercatori con la figura del ricercatore a termine

ecc...ecc........ dire che si fà peggio del berlu è un pò azzardato............il resto alla prossima....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, sempre135 ha scritto:

e sti ka@@i? che c'azzecca??

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

15 ore fa, director12 ha scritto:

perito...guarda che sono MEMBRI del tuo partito!! o perlomeno quello che hai sempre votato!!! Ps: perchè non dai un osguardo alle notizie:il sud con Salvini?? interessantissimo!! te lo consiglio

Direttoretto, ma come ti permetti? Dammi pure del perito ma per favore non offendere sulle idee politiche. Forse non hai capito che il Pd oggi è un partito di centrodestra molto più vicino alle tue idee che alle mie. Strumentalizzare politicamente i migranti, indottrinarli e metterli in fila per farli votare un ducetto italiano, dal mio punto di visto è perfino peggio, molto peggio che respingerli in mare. Meglio poveri ma liberi in Africa che renziani all'ammasso in Italia. Sappi che io sono di sinistra e che il Pd in vita mia non l'ho mai, ripeto MAI votato. E me ne vanto! L'ultima volta che votai per una delle sigle precedenti, si chiamava Ds, fu ben 17 anni fa, nel 2000 quando votai per Antonio Bassolino alla Regione. Era stato un ottimo sindaco di Napoli, la stampa estera parlava di Neapolitan Renaissance, ma purtroppo fu un pessimo governatore. In ogni caso meglio lui, un vero democratico di sinistra, che la democristiana Rosa Russo Iervolino, e infinitamente meglio lui dei piddini o delle piddine d'accatto che truccano le primarie, mettono in lista candidati a loro insaputa e fanno la compravendita delle tessere. Per dare un'idea di come è ridotto oggi il Pd a Napoli e in Campania e di come si sono svolte le indecenti primarie di domenica, riporto questa illuminante denuncia di qualche giorno fa dell'orlandiano Peppe Russo: "Da partito del capo a partito del padrone il passo è breve. La mozione Renzi ha fatto incetta di presidenti di seggio ovunque, a noi neanche uno. Una vergogna senza pari: ovviamente terremo gli occhi aperti, i precedenti non lasciano spazio alla fiducia. Resta l'amarezza di dover constatare ancora che furbizia e inadeguatezza restano l'unica risorsa di un gruppo dirigente ormai dissolto". Dopo il 2000 votai sempre per l'Italia dei Valori di quel galantuomo di Di Pietro, o per partiti a sinistra del Pd. A schiarirmi definitivamente le idee fu il famoso "discorsetto agghiacciante" (M. Travaglio) sul conflitto d'interessi di B. pronunciato da Luciano Violante alla Camera il 28 febbraio 2002, al fianco di uno stralunato Fassino che avrebbe voluto nascondersi sotto il banco per la vergogna:

https://www.youtube.com/watch?v=_stxOSyxE7k

Poi le cose sono andate di male in peggio. Oggi il Pd è ridotto al punto che il suo segretario non partecipa alle manifestazioni del 25 Aprile e del Primo Maggio. Si vergogna di partecipare o ha paura di partecipare. In ambedue i casi uno così non è nemmeno lontanamente credibile come leader della Sinistra. Il ducetto appena rieletto con maggioranza bulgara (ma un milione di elettori del 2013 sono scappati) ieri se ne andava in gita chissà dove con la moglie e si limitava a salutare i giornalisti dall'auto: buon primo maggio. Tutto qui. Il sottoscritto invece era al bellissimo concerto in piazza Dante. Il concerto dei lavoratori, dei disoccupati, dei centri sociali occupati (che emozione con i 99 Posse e Curre curre guagliò) il concerto del Popolo. E a un concerto di popolo non poteva mancare il nostro sindaco, salito sul palco e osannato dalla folla al grido di Giggino, Giggino. Immagina se ci fosse salito Renzi. Avremmo dovuto usare pomodori d'importazione: i nostri San Marzano sono troppo pregiati per un simile personaggetto. Dopo il voto di domenica molti hanno ribadito il de profundis alla Sinistra, dicono che la Sinistra è morta e che Renzi è il suo becchino. Non è vero, la Sinistra in Italia c'è ancora, ci vuole altro che tappetaro di provincia per affossarla. Forse la Sinistra non sta più a Bologna e men che meno a Firenze, ma rinasce da Napoli con Luigi de Magistris. Rinasce dal popolo, dal basso, dai collettivi sociali, dalle lotte per i diritti contro lo sfruttamento, contro il liberismo, contro il Sistema. Questa ondata popolare, questa voglia irriducibile di riscatto che parte da Napoli e dal Sud, risalirà la penisola, anzi la sta già risalendo, e la conquisterà. Ieri al concerto di Napoli c'erano i Terro.ni Uniti, reduci dalla trionfale manifestazione antirazzista di Pontida.

 

 

 

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Direttoretto, ma come ti permetti? Dammi pure del perito ma per favore non offendere sulle idee politi

p.i....allora dai ragione alla tua presidenta che invita il popolo (tre o quattro allocchi) a fare QUALCOSA DI SINISTRA!! bè,allora,detta proprio tutta!!!

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963