Ma davvero ?? Non ci posso credere !! Mi ero fidato delle parole della testadiminkia Sauro 24 volte ebe te ...!!

ECONOMIA

20/06/2019 11:02 CEST | Aggiornato 8 ore fa

Ancora sotto zero. L'Istat fotografa un'Italia in ulteriore arretramento

Nel Rapporto dell'Istituto di Statistica la previsione (al 65%) di un Pil negativo anche nel secondo trimestre. Stima +0,3% nel 2019

 
Ancora sotto zero. L'Istat fotografa un'Italia in ulteriore

Se il Governo cercava notizie rassicuranti, non le troverà nel Rapporto annuale dell’Istat. E soprattutto non le troverà nella stima preliminare sul Pil di secondo trimestre, che secondo l’Istituto di Statistica sarà con grande probabilità ancora negativo. C’è un 65% di probabilità, spiega l’Istat, che ci sia di nuovo un meno davanti al dato del Pil, che l’intero primo semestre segni quindi un rallentamento generale dell’economia italiana.

Altro che ripresina, altro che anno bellissimo, altro che +2% del Pil spesso enunciato dai vice premier Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Già negli ultimi tempi queste dichiarazioni si sono trasformate in promesse di rilancio nella seconda metà dell’anno, ma le premesse al momento non ci sono. 

La probabilità di contrazione del Pil nel secondo trimestre è “relativamente elevata”, scrive l’Istat nel Rapporto. “La stima effettuata - si legge - ha indicato che la probabilità di contrazione del Pil nel secondo trimestre è relativamente elevata: 0,65, su una scala che ha valore zero per la situazione di espansione e valore 1 per quella di contrazione dell’economia”. Vi è cioè il 65% di probabilità che il Pil abbia andamento negativo, rispetto al primo trimestre, una tendenza al ribasso che - precisa l’Istat - potrebbe poi essere smentita. L’Istat mantiene quindi la previsione annuale di crescita dello 0,3% ma osserva che la fase attuale è difficile da prevedere e leggere. 

L’Italia è una “realtà composita, eterogenea, bellissima e contraddittoria. È una terra ricca di tesori, arte e bellezza”, ma ”è altresì una nazione ricca di problemi irrisolti, talvolta a seguito di alcune eredità, una per tutti quella del tema ricorrente circa il ‘debito pubblico’, che certo avremmo preferito acquisire con ‘beneficio di inventario’”, ha dichiarato il presidente dell’Istat, Gian Carlo Blangiardo, in occasione della presentazione del Rapporto.

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

4 messaggi in questa discussione

Esattamente a quali parole ti riferisci?

PRIMA PERÒ POSA IL FIASCO

Buona lunga opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
32 minuti fa, ilsauro24ore ha scritto:

Esattamente a quali parole ti riferisci?

PRIMA PERÒ POSA IL FIASCO

Buona lunga opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

8200B8B6-1469-4250-B264-7DD600B05191.jpeg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Troppo facile farti fare la figura del pesciolino rosso.

Basta chiederti di cosa stai parlando ed entri in confusione.

Chiama a rapporto i tre neuroni che hai e mettetevi d'accordo per prendere un appuntamento presso

https://www.qsalute.it/psichiatria-1-ospedale-pisa/

Buona opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Colpa  ancora  del  Piddi   sia  mai  ... se  dovessero  durare   ancora   sarà sempre  colpa degli  altri  , ma  ci stanno portando  allo sfascio  totale 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963