Nicola Zingaretti, cosa aspetti per buttare Luca Lotti fuori dal Pd?

Inviata (modificato)

Un alto organo costituzionale, il Consiglio Superiore della Magistratura presieduto dal capo dello Stato, è allo sbando. 5 consiglieri togati autosospesi e sottoposti a procedimento disciplinare. Ma ormai si vocifera addirittura di autoscioglimento del CSM. Il tutto in seguito allo scandalo nato dalle intercettazioni ottenute infiltrando un trojan nel telefonino di un magistrato che si incontrava con uomini politici per parlare di nomine nella procura di Roma. Intanto un grazie al M5STELLE che ha salvato questo potente e prezioso strumento d'indagine dalla scure della riformaccia Orlando (Pd). Poi due ovvie considerazioni. Si tratta di un fatto gravissimo in sé: una lesione plateale al principio costituzionale dell'autonomia della magistratura e al principio precostituzionale (illuministico) dell'equilibrio tra i poteri dello Stato. Si conferma inoltre la distanza abissale che tuttora separa sul piano etico la magistratura dalla politica. La prima, dopo avere accusato il colpo, reagisce (dimissioni, autosospensioni, azioni disciplinari); la seconda non fa una piega. I due parlamentari coinvolti non si autosospendono ma si autodipingono come gigli di campo e il loro partito (il Pd) minimizza (Zingaretti) o addirittura li difende e li giustifica (Renzi). Premesso ciò, nel caso specifico in oggetto la gravità è amplificata ed elevata all'ennesima potenza da una circostanza ben nota: uno dei politici coinvolti (Lotti) è imputato di un grave reato dalla stessa procura di Roma. In breve: egli avrebbe tramato con dei magistrati per condizionare la nomina del suo accusatore nel processo che lo vedrà alla sbarra. Questa tesi viene oggi solennemente abbracciata, alla luce della intercettazioni, dal procuratore generale della Cassazione nel suo atto di incolpazione verso i 5 togati del CSM. Secondo il pg è accaduto che "la volontà di un imputato abbia contribuito alla scelta del futuro dirigente dell'ufficio della Procura di Roma deputato a sostenere l'accusa nei suoi confronti". Parole chiarissime e durissime che hanno finalmente scalfito perfino le facce di bronzo del Pd. Poco fa a Piazza Pulita la sfinge Gentiloni ha definito "assolutamente inopportuni" i comportamenti di Lotti. Non è molto ma è già qualcosa rispetto all'assordante silenzio denunciato nei giorni scorsi dal dottor Franco Roberti, neo-parlamentare europeo del Pd. Ora deve assolutamente intervenire il segretario Zingaretti. C'è una questione enorme di etica pubblica in cui il Pd si gioca la sua immagine, o ciò che ne resta, presso la parte migliore del suo elettorato. Nicola, come è noto, non è un cuor di leone, è un timido, un indeciso. Bene, anzi male, e allora lo inviterei a riflettere sulla lezione etica di Enrico Berlinguer. Che se fosse oggi al suo posto gli garantisco che caccerebbe quel signore dal partito, a calci se necessario. 

https://www.italianotizie24.it/scandalo-csm-il-procuratore-generale-della-cassazione-accusa-lotti-contribui-alla-scelta-dei-magistrati/

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

18 messaggi in questa discussione

Si meglio  parlare  di  Lotti e   manco a  dirlo  di Renzi...

L'immagine può contenere: 4 persone, testo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

1 ora fa, fosforo41 ha scritto:

Un alto organo costituzionale, il Consiglio Superiore della Magistratura presieduto dal capo dello Stato, è allo sbando. 5 consiglieri togati autosospesi e sottoposti a procedimento disciplinare. Ma ormai si vocifera addirittura di autoscioglimento del CSM. Il tutto in seguito allo scandalo nato dalle intercettazioni ottenute infiltrando un trojan nel telefonino di un magistrato che si incontrava con uomini politici per parlare di nomine nella procura di Roma. Intanto un grazie al M5STELLE che ha salvato questo potente e prezioso strumento d'indagine dalla scure della riformaccia Orlando (Pd). Poi due ovvie considerazioni. Si tratta di un fatto gravissimo in sé: una lesione plateale al principio costituzionale dell'autonomia della magistratura e al principio precostituzionale (illuministico) dell'equilibrio tra i poteri dello Stato. Si conferma inoltre la distanza abissale che tuttora separa sul piano etico la magistratura dalla politica. La prima, dopo avere accusato il colpo, reagisce (dimissioni, autosospensioni, azioni disciplinari); la seconda non fa una piega. I due parlamentari coinvolti non si autosospendono ma si autodipingono come gigli di campo e il loro partito (il Pd) minimizza (Zingaretti) o addirittura li difende e li giustifica (Renzi). Premesso ciò, nel caso specifico in oggetto la gravità è amplificata ed elevata all'ennesima potenza da una circostanza ben nota: uno dei politici coinvolti (Lotti) è imputato di un grave reato dalla stessa procura di Roma. In breve: egli avrebbe tramato con dei magistrati per condizionare la nomina del suo accusatore nel processo che lo vedrà alla sbarra. Questa tesi viene oggi solennemente abbracciata, alla luce della intercettazioni, dal procuratore generale della Cassazione nel suo atto di incolpazione verso i 5 togati del CSM. Secondo il pg è accaduto che "la volontà di un imputato abbia contribuito alla scelta del futuro dirigente dell'ufficio della Procura di Roma deputato a sostenere l'accusa nei suoi confronti". Parole chiarissime e durissime che hanno finalmente scalfito perfino le facce di bronzo del Pd. Poco fa a Piazza Pulita la sfinge Gentiloni ha definito "assolutamente inopportuni" i comportamenti di Lotti. Non è molto ma è già qualcosa rispetto all'assordante silenzio denunciato nei giorni scorsi dal dottor Franco Roberti, neo-parlamentare europeo del Pd. Ora deve assolutamente intervenire il segretario Zingaretti. C'è una questione enorme di etica pubblica in cui il Pd si gioca la sua immagine, o ciò che ne resta, presso la parte migliore del suo elettorato. Nicola, come è noto, non è un cuor di leone, è un timido, un indeciso. Bene, anzi male, e allora lo inviterei a riflettere sulla lezione etica di Enrico Berlinguer. Che se fosse oggi al suo posto gli garantisco che caccerebbe quel signore dal partito, a calci se necessario. 

https://www.italianotizie24.it/scandalo-csm-il-procuratore-generale-della-cassazione-accusa-lotti-contribui-alla-scelta-dei-magistrati/

Ecco  qua il solito idio ta napoletano che , in preda ad una crisi esistenziale anti PD , prende una copia del Falso Quotidiano miracolosamente sfuggita allo scopo per cui nasce , ovvero per pulirsi il kuletto dopo un bisognino e non si lascia sfuggire il solito patetico e demenziale attaccuccio contro il PD nella figura del suo Segretario Zingaretti . In apertura chiedo al Cazzaro :” Scusami Cazzaro , puoi spiegare il motivo per cui Zingaretti dovrebbe “buttare fuori “ Luca Lotti ?? . Questultimo e’ stato condannato penalmente per aver compiuto un illecito ?? Quale , testadiminkia ?? Puoi spiegarlo ?? No , perché sai Pulcinella campano , a me sembra che sulla testa di Lotti non c’è manco un avviso di garanzia e gli avvisi di garanzia si inviano a chi si ritiene abbia commesso qualcosa di contrario alla legge e qua non risulta . Ora , siccome te ti informi sul Fatterello , puoi amticiparci qualcosa che non conosciamo ma che ti consente di aver giudicato e nel contempo meravigliarti perche’ Zingaretti non abbia ancora cacciato Lotti?? Dicci , dicci Cazzaro di Napoli !! Siamo tutt’orecchi !! In realta Zingaretti si sta comportando da persona onesta e non da vergognoso giustizialista come quelle Mer de che scrivono sul Falso Quotidiano da cui ti abbeveri . Zingaretti , testualmente, ha detto :” Se emergeranno rilievi penali, mi atterrò sempre al principio garantista e di civiltà giuridica secondo il quale prevale la presunzione di innocenza fino alle sentenze definitive “.  Ed ha piena ragione!! Caro vergognoso Cazzaro e testadiminkia , l’oggetto  delle indagini non sono le frequentazioni ma il loro merito e quindi bisogna aspettare che si faccia piena luce sui fatti . Ti e ‘ chiaro oppure devo farti la lista di coloro , sempre e solo del PD, che volevi mandare al gabbio con un calcio nel Kulo ed una volta pienamente assolti dai e dentro i processi ti hanno tappato quella boccaccia da uomo disonesto non consentendoti manco di scusarti come invece le persone per bene fanno . Ed allora mi duole ( ma non tanto , nda) ricordarti che agli esponenti politici del Pd protagonisti di quanto è emerso non viene contestato alcun reato.  Chiarooo , ebe te ?? Per questo, ogni processo sommario celebrato sulla base di spezzoni di intercettazioni va respinto !! E se te non lo respingi e’ un affare tuo che sei un disonesto per antonomasia . Chiaro di nuovo , Cazzaro ?? Di Napoli !! 

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Splendido, appassionato, caustico, grandioso articolo di Maria Annunziata. Da leggere e da meditare parola per parola. Anche Maria, come l'umile sottoscritto, conclude richiamandosi a Enrico Berlinguer. Celebrato in questi giorni "ma evidentemente dimenticato in tutti gli altri giorni dell'anno" dai nanerottoli che ne hanno raccolto e dilapidato l'eredità.

https://www.huffingtonpost.it/entry/lotti-zingaretti-e-berlinguer_it_5d02a118e4b0985c419a1ba1?1g8&utm_hp_ref=it-homepage&ref=RHPPLF-BH-I228647726-C8-P2-S1.8-L

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quindi , Cazzaro di Napoli , non ti sarà difficile , prima ancora che lo faccia l’Annunziata , che confidenzialmente chiami solo con il nome di battesimo , Maria , come e’ tuo costume quando qualcuno ti può essere funzionale oltre a dare l’impressione e millantare di avere una certa qual familiarità e contiguità con la stessa , mentre invece non saresti nemmeno caga to di striscio in caso di fortuito “incontro “, quali sarebbero i poteri di Lotti per addivenire a far eleggere dal CSM, magistrati a lui favorevoli , oltre a specificare con dovizia di particolari gli aspetti penali che riguarderebbero il Lotti stesso per “ l’attività “ svolta . Nel rammentare che per “nominare “ i Procuratoti , ci vuole il voto quasi unanime dei 26 membri tra togati e non del CSM , rimango in attesa che il Cazzaro di Napoli , chiarisca meglio quel che vomita avvertendolo che i “motivi etici “ e di “opportunità “ sono stati già ampiamente trattati da Zingaretti e che se il Cazzaro di Napoli volesse ribadirli andrebbe incontro ad una figura di Mer da all’interno di una figura di Mer da !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche il bravo Massimo Giannini (che ha il solo difetto di essere allineato sulle posizioni di Repubblica che spesso coincidono con quelle pidine e con quelle antigrilline a prescindere) è in perfetto accordo con l'umile sottoscritto:

 Sul piano politico Lotti e Ferri non sono difendibili (specie il primo, per i noti motivi, nda). Il segretario deve allontanarli per difendere il Pd. 

Rinnovo l'invito: Nicola che cosa aspetti? Le palle ce le hai o no? 

https://rep.repubblica.it/pwa/commento/2019/06/13/news/il_pd_e_lo_scandalo_csm_il_dovere_di_zingaretti-228713561/?ref=RHPPTP-BH-I228399577-C12-P1-S1.4-T1

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Accipicchia !! Sono tutti d’accordo con te !! Sei sprecato , Ahahahaha !! Cosa ci sta a fare tutta questa gente quando ci sei te che dall’alto della tua sapienza anticipi tutto e tutti !!  Sai , idio ta , cosa accomuna tutti coloro ?? Il profondo odio viscerale contro Renzi !! E quando possono colpire per interposta persona , in questo caso Lotti , gli viene l’acquolina in bocca !! Come capita a te !! Poi , nel proseguio , però , l’acquolina in bocca si trasforma in sterco e c’è il fuggi fuggi . Come il tuo !! Vedo comunque che le vicende di un partito , da costoro ( e pure da te ) che davate per morto , vi interessano ancora , eh ?? Ahahahahah . L’Annunziata fedelissima di D’Alema e *** ta da Renzi per la Ditezione del TG3 e Giannini , Ahahahaha , presuntuoso candidato ai talkshow della Rai e bloccato da Renzi per gli infimi risultati dello share !! Chissà perché quei 2 giudizi me li aspettavo ...!! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche il vecchio tesoriere del Pd, il senatore Zanda, per difendere quel poco che resta della disastrata immagine del partito che gli arrotonda la pensione, oggi chiede all'indifendibile Lotti di farsi da parte. Glielo chiede garbatamente, pacatamente, democristianamente. È lo stesso che garbatamente, pacatamente, democristianamente, chiedeva di reintrodurre un finanziamento pubblico ai partiti e di aumentare gli stipendi dei parlamentari. Purtroppo, caro tesoriere - caro nel senso di costoso - certi metodi con certe facce di bronzo non servono. Ci vuole il pugno duro. Purtroppo, con tutta evidenza, chi è rimasto nel Pd è rimasto anche sotto il tacco di un ex caudillo e dei suoi spudorati amichetti. Non tutto il male viene per nuocere, il Pd potrebbe cogliere al volo questo ennesimo disastro e trasformarlo in occasione di riscatto. Potrebbe finalmente liberarsi della zavorra leopoldina. Ma è un partito senza coraggio, appare rassegnato, dunque senza futuro.

https://www.corriere.it/politica/19_giugno_13/c-stato-salto-gravita-adesso-luca-valuti-se-caso-lasciare-pd-9f2d4606-8e13-11e9-bd73-fad8388dc5ff.shtml

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ahahaha , pure Zanda ?? Quello stesso Zanda che giorni fa hai definito vecchio mestierante della politica , portaborse di Cossiga ed affamato ed attaccato ai vecchi privilegi economici al punto di voler aumentare gli stipendi ai Parlamentari ?? E’ proprio quello Zanda lì ?? Ah ecco  ecco ora che  ti e’ diventato funzionale lo porti a supporto incensandolo !!! Ahahaha , che uomo dimmerda senza dignità che sei !! Ah , dimenticavo : Anche Zanda ha qualche motivo per “odiare”  Renzi : quando fu sostituito dallo stesso con Marcucci come capigruppo PD al Senato . Si sì , 3 nomi a caso ...!! Ahahahaha 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Sto cadendo in depressione !! Non si e’ ancora fatta viva la Dott.ssa Conchita De Gregorio . Strano che non si sia ancora aggiunta alle voci giustizialiste contro Lotti ( leggasi Er Bomba , però ). Sospettoso anche il silenzio di Da Milano , Bersani , Speranza e Dalemoni ...!! Ancora più sospettoso il “quasi” silenzio dei 5 stelle mentre quello leghista e’ ampiamente giustificato !! O, no ?? Ah, dimenticavo . E Cacciari ?? 😂😂😂

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Finalmente l'ex ministro Lotti si è autosospeso dal Pd. Decisione inevitabile e terribilmente tardiva che allevia una situazione terribilmente imbarazzante per il Pd e il suo segretario. Resta aperto il caso politico-istituzionale, gravissimo, cui si aggiunge la figuraccia di Zingaretti che conferma di non avere il polso, la personalità e il coraggio necessari per guidare un grande partito, e men che meno per fare pulizia al suo interno e liberarlo dalle zavorre del passato e del presente. Addirittura il segretario oggi si abbassa a ringraziare Lotti (!!) per la sua decisione, mentre dovrebbe ringraziare solo il calendario, perché se il vergognoso caso fosse scoppiato prima delle europee, il 22,7% non lo vedeva neppure col binocolo. Resta lettera morta l'appello di Franco Roberti che aveva chiesto al segretario una severa e pubblica censura dei comportamenti dei parlamentari pidini coinvolti. A questo punto, io al posto di Roberti uscirei dal Pd. Dal canto suo Lotti ha confermato di essere un politico di ben modesto spessore perché, invece di accompagnare la sua tardiva decisione con un dignitoso silenzio (assodato che il verbo scusarsi nel vocabolario dei renziani non esiste), ha polemizzato con i suoi stessi compagni... pardon, colleghi di partito, in primis Zanda, definendolo, senza nominarlo, "moralista senza morale". Saremmo curiosi di capire in cosa consiste il senso morale o etico dell'on. Lotti. Personalmente sottoscrivo le parole di questo tweet al curaro del prof. Tomaso Montanari:

Dopo la scoperta della loggia notturna in cui l'imputato fiorentino tramava intorno alla successione della procura di Roma, chiedo se gli innumerevoli cantori del renzismo come rottamazione, novità, fuoco giovanilistico abbiano qualcosa da dire: è chiaro di che fogna si trattasse? 

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

...chiedo se gli innumerevoli cantori del renzismo come rottamazione, novità, fuoco giovanilistico abbiano qualcosa da dire: è chiaro di che fogna si trattasse? 

Quella stessa fogna dove trovano accogliente dimora, i suoi fervidi sostenitori.

Ogni riferimento al mezzoscemo pisano è puramente voluto.

BrM

Buon rosicamento Mezzoscemo 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, shinycage ha scritto:

Quella stessa fogna dove trovano accogliente dimora, i suoi fervidi sostenitori.

La vostra di fogna dev'essere molto più grande......

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, fosforo41 ha scritto:

dai nanerottoli che ne hanno raccolto e dilapidato l'eredità.

I grillini di grande eredità non ne avevano, ma quel poco raccolto lo hanno dilapidato ancora più in fretta...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, sempre135 ha scritto:

I grillini di grande eredità non ne avevano, ma quel poco raccolto lo hanno dilapidato ancora più in fretta...

Egregio Sempre, il M5S non ha ereditato e non ha dilapidato nulla. È la maggiore novità della politica italiana degli ultimi 25 anni, prima c'erano state la Lega di Bossi e Forza Italia del Delinquente e stiamo ancora pagando i loro disastri. Anche il Pd (e sigle precedenti) ha raccolto e dilapidato, in questo caso ben due eredità, quelle del Pci e della Dc. L'infelice operazione politica avviata da Occhetto e Martinazzoli, due galantuomini purtroppo privi di coraggio e di lungimiranza che preferirono rottamare anziché ripulire e rifondare, e completata tragicamente da Renzi, si è rivelata un disastro epocale per la sinistra e per il centro, ambedue pressoché scomparsi, ma soprattutto per il paese. Intendiamoci: i grillini non hanno inventato nulla. La democrazia diretta risale ai Greci, le tematiche ambientali vengono alla ribalta negli anni '60 con la Silent Spring e il Club di Roma, il reddito di cittadinanza e il salario minimo esistono da tempo in quasi tutti i paesi civili e progrediti. La novità di Grillo è stata semplicemente il tentativo di coniugare queste tematiche con la riesumazione dei princìpi di legalità e di responsabilità che in Italia erano morti e sepolti dopo l'effimera risurrezione degli anni di Mani Pulite. Si tratta, come vedi, di temi e valori trasversali, anzi prepolitici. In sostanza Beppe Grillo ha capito ciò che era sfuggito a Occhetto e Martinazzoli, ovvero che la politica prima di fare un passo avanti doveva fare un passo indietro per rifondarsi su principi e valori universali. Dal che non è nato un nuovo partito tra i tanti, innumerevoli della Seconda Repubblica (anche il proliferare delle sigle è un sintomo della paurosa degenerazione della politica italiana) bensì un movimento fortemente identitario, rigido negli schemi interni, irriducibile agli schemi politici tradizionali, fortemente contrapposto a tutti partiti esistenti. Con il contratto di governo con l'antipodale Lega di Salvini il Movimento non ha dilapidato eredità politiche, non avendone ricevuta alcuna, piuttosto ha in parte snaturato se stesso. Per loro natura e per la radicalità dei loro programmi i pentastellati non possono allearsi con nessuno, se non, forse, con movimenti altrettanto antagonisti e fuori dagli schemi (penso a Luigi de Magistris: a mio avviso un patto nazionale a trazione meridionale DeMa-5Stelle può essere l'unico antidoto al populismo nordista, becero e fascistoide di Salvini). Ma dobbiamo pur riconoscere che andando al governo qualche oggettiva e positiva novità l'hanno portata. Molti italiani, oscurati e obnubilati dai media dei poteri forti e della conservazione, non se ne sono accorti. Ma se n'è accorto il corrotto Formigoni finito dietro le sbarre grazie allo Spazzacorrotti del ministro Bonafede. E senza lo stop alla riformaccia del Pd che voleva limitare l'uso dei trojan nelle intercettazioni oggi non sapremmo NULLA del merdaio Pd-CSM e degli spudorati renziani che insieme a traditori della magistratura tramavano per "sistemare" a loro piacimento la procura di Roma e molte altre. E Repubblica oggi non uscirebbe con questo titolone virgolettato a tutta pagina:

"COSÌ  AGGIUSTIAMO  CONSIP"

Naturalmente quella di Di Maio & C. è una mission impossible. Un po' sono inesperti, ingenui e pasticcioni di loro. Poi hanno per alleato un furbone messo dai poteri forti nel governo del cambiamento per impedire il cambiamento. Poi hanno il 99% dei media contro. Poi devono rimediare ai disastri lasciati dai predecessori (in primis il debito pubblico e un apparato produttivo che ha perso competitività ed efficienza). Infine vanno a sbattere contro il muro di gomma di un paese largamente depresso e rassegnato sotto il profilo etico. A partire dall'alto cioè dalle istituzioni. Vedasi il caso del Csm e del deputato Lotti che viene addirittura ringraziato da quella macchietta del suo segretario. In altre epoche ben altro trattamento avrebbe ricevuto da ben altri leader un politico imputato per favoreggiamento che intrallazza con un magistrato a sua volta indagato per corruzione. Per finire con il popolo bue che si fa illudere dal pifferaio di turno, nonostante il carrozzone di inquisiti e condannati che si tira dietro e i 49 milioni spariti nel nulla. Ho letto oggi il titolo di una discussione in questo forum: BRAVO LUCA LOTTI! Ma che bravo, non è vero? Ma che cosa deve fare un politicante dei miei stivali per riuscire a cavare, non dico un moto di indignazione, ma almeno una parola di critica dal popolo bue?

Saluti 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo41 ha scritto:

La novità di Grillo

è stat quella di trasferirsi in Svizzera prima di iniziare, cosi il suo conto in banca è al sicuro da tasse, si è servito della credulità degli Italiani per arricchirsi ulteriormente, l'incompetenza dei suoi adepti ha fatto il resto...

 

1 ora fa, fosforo41 ha scritto:

pentastellati non possono allearsi con nessuno, se non, forse, con movimenti altrettanto antagonisti e fuori dagli schem

e per farlo si sono alleati con un partito dove il suo leader è inquisito, tra l'altro, di sparizioni di milioni.....comunque avevano il plauso dell'innovatore grillo...

 

1 ora fa, fosforo41 ha scritto:

degli spudorati renziani che insieme a traditori della magistratura

giusto...mah...sicuramente altrettanti inquisiti negli stessi grillini....

comunque il nuovo che avanza mi sembra porti con se un esagerazione di vecchio...anche salvando l'inquisito salvi in Parlamento....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il Cazzaro  di Napoli insiste ?? Bene , bene e poi ancora bene !! Ed allora riferisca immediatamente senza dare sfogo ad emissioni puzzolenti con il qulo , dove e’ codificato , visto che ama e difende la Cistituzione ,  il reato di “politicamente scorretto “. In subordine il reato di “ non opportunità politica “ . Scommetto un milione ad uno che si terrà il kuletto stretto stretto !! Anzi, io dirò di più : Un politico che non coglie le opportunità politiche ( chiaramente non a titolo personale senno’ e’ reato ) cambi mestiere . E’ uno  scappato da casa che , al grido di onesta’ onesta’ si mette in tasca 15.000 euro al mese pescando tra gli storioni . Oramai il giornaletto che legge e’ diventata un’arma da repubblica delle banane . Oramai si pubblicano notizie tipo gossip che prevedono processi mediatici in piazza sulla base di mezze frasi che non sono altro che millantate verità . Le verità “vere” sono solo quelle dei giudici , credo !!  Vediamo un po’ se al ventesimo post sull’argomento , il Cazzaro di Napoli Fosforo 41 riesce , invece di sparare Mer da , a riferire notizie più ...corpose . Ne dubito altamente .

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, sempre135 ha scritto:

è stat quella di trasferirsi in Svizzera prima di iniziare, cosi il suo conto in banca è al sicuro da tasse, si è servito della credulità degli Italiani per arricchirsi ulteriormente, l'incompetenza dei suoi adepti ha fatto il resto...

 

e per farlo si sono alleati con un partito dove il suo leader è inquisito, tra l'altro, di sparizioni di milioni.....comunque avevano il plauso dell'innovatore grillo...

 

giusto...mah...sicuramente altrettanti inquisiti negli stessi grillini....

comunque il nuovo che avanza mi sembra porti con se un esagerazione di vecchio...anche salvando l'inquisito salvi in Parlamento....

In questa discussione si parlava di ben altro, ovvero di FATTI ACCERTATI, come li definisce l'ex procuratore nazionale antimafia Franco Roberti, e di una GRAVITÀ INAUDITA. Tu invece mi parli di PRESUNTE E FANTASIOSE EVASIONI O ELUSIONI FISCALI DEL CO-FONDATORE DEL M5S. E allora sgomberiamo il campo dagli equivoci, dalle falsità e dalle calunnie. Beppe Grillo ha sempre pagato le tasse in Italia. Nel 2008 comprò un appartamento (non una villa) a Lugano, dove non si è mai trasferito e che poi ha venduto. In vita sua non ha MAI subito procedimenti amministrativi né giudiziari per evasione o per frode fiscale. Non lo dico io, lo dice una sentenza del 2015 del Tribunale di Genova. Non risultano procedimenti negli anni successivi. A suo carico risultano solo l'adesione a un condono fiscale del 2003 per la modestissima somma di 500 euro (probabile errore del fiscalista) mentre i giornali berlusconiani parlano di un paio di condoni edilizi per variazioni non autorizzate in immobili di sua proprietà. Risulta inoltre la dichiarazione di un impresario che dopo alcuni decenni "si ricorda" di avere pagato in nero 4 o 5 serate del comico genovese. Probabile faziosità politica dell'impresario ma scagli la prima pietra l'uomo (o la donna) di spettacolo che in Italia non è mai stato pagato in nero. Nel 2017 Grillo ha dichiarato un reddito imponibile di 420.000 euro, molto meno cioè di quanto dichiarava negli anni in cui faceva solo il comico (fino a circa 4 milioni). Non essendo un evasore, ciò vuol dire che con la politica Grillo non si è arricchito, ma al contrario SI È IMPOVERITO. Ovvio, avendo rinunciato a ogni incarico istituzionale e a ogni poltrona e avendo dedicato al blog e alla politica buona parte del tempo che in precedenza poteva dedicare ai suoi lucrosi spettacoli in tv o in tournée. 

Grillo diede il suo assenso all'accordo di governo con la Lega ma in ogni caso non avrebbe potuto impedirlo avendo ceduto a Di Maio il ruolo di capo politico del Movimento. Come ho scritto innumerevoli volte e in tempi non sospetti (cioè fin da prima che l'accordo venisse siglato sotto forma di "contratto"), Di Maio commise un grave errore politico, peraltro in chiara buona fede e con molte attenuanti (si pensi alle pressioni di Mattarella per uscire dal drammatico stallo istituzionale in cui eravamo precipitati grazie a quella porcheria di legge elettorale chiamata Rosatellum). L'errore di Grillo a mio modesto avviso fu un altro: al suo posto io avrei scelto Di Battista. Tutta la vita. E Salvini avrebbe trovato pane per i suoi denti, ma è anche possibile che l'oltranzismo del Dibba avrebbe allontanato elettori. L'ideale sarebbe stato Di Maio a guidare la campagna elettorale e il Movimento, e il Dibba a fare il vicepremier e il ministro per mettere a cuccia Salvini. Ma del senno di poi son piene le fosse. 

Di inquisiti nel M5S ce ne sono per ora ben pochi rispetto agli altri grandi partiti. E il primo ed unico grillino arrestato per corruzione (in 10 anni) è stato espulso dal Movimento nel giro di minuti.

Saluti

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, fosforo41 ha scritto:

discussione si parlava di ben altro

Tu hai preso fuori il grillo, menzionandolo come portatore di novità, ma non è mica una novità che lo abbia fatto per uno interesse, e penso che con un pò di logica lo si capisca bene...

8 ore fa, fosforo41 ha scritto:

Grillo diede il suo assenso all'accordo di governo con la Lega ma in ogni caso non avrebbe potuto impedirlo

uno che pretende di vedere in streaming l'incontro tra i suoi adepti e Bersani?....diciamo che gli andava benissimo una collaborazione tra i due, lui stesso disse che di salvi ci si poteva fidare perchè uno di parola...

 

8 ore fa, fosforo41 ha scritto:

ma al contrario SI È IMPOVERITO. Ovvio, avendo rinunciato a ogni incarico istituzionale e a ogni poltrona e avendo

uno che si mette in politica per impoverirsi proprio...eh....comunque anche l'appendino ha ricevuto un altro avviso....il nuovo dei grilli è come il nuovo della lega....bisogna saperlo raccontare...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora