Scontrini pazzeschi, ma come fanno i turisti a Roma?

La denuncia arriva da Facebook, più precisamente dalla scenografa e costumista Paola Comencini e mostra un conto davvero sorprendente: 4 euro per il pane, 55 euro per tre porzioni di prosciutto e melone, poi 12 euro per una bottiglia d'acqua e due Coca Cola e in più 10,97 di conto. Il totale 75 euro e qualche spicciolo per un magro pasto.  "Eravamo al lavoro. Non avevamo alternative e siamo finite in questo covo di ladri. Abbiamo una fame tremenda. (Il prosciutto citato erano due minuscole fettine). Mi fanno pena i turisti", non usa mezzi termini la Comencini per denunciare quello che a suo avviso non è prezzo fuori mercato, ma un vero e proprio latrocinio perpetrato ai danni di turisti ignari dei rischi in cui incorrono quando si siedono a consumare un pasto nel centro della capitale. Tra i commenti al post della due volte vincitrice del David di Donatello molti romani e non che raccontano disavventure in tutto e per tutto simili.

Davvero un conto assurdo per quello che hanno mangiato e bevuto, strano perchè Roma era famosa per le porzioni abbondanti e il buon mangiare

https://roma.fanpage.it/san-pietro-lo-scontrino-da-capogiro-in-un-bar-75-euro-per-prosciutto-e-melone-e-bevande/

scontrino-choc-638x425.jpg

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

3 messaggi in questa discussione

In un sistema di libero mercato può accadere anche di peggio. A una mia figlia che per motivi di studio aveva preso un monolocale in affitto a Bologna, zona periferica, un idraulico chiese 50 euro (fatturati) per sostituire un flessibile sotto un lavandino. Costo approssimativo del materiale 3 euro, durata dell'intervento 5 minuti. Fossi stato presente, a quel ladro avrei dato 20 euro e lo avrei messo alla porta. Io sono per l'abolizione del libero mercato, ma in attesa del comunismo (vero) non possiamo fare altro che esigere i preventivi ed eventualmente denunciare questi casi sui social. Ma in modo ben dettagliato indicando in modo chiaro il nome del tecnico o del ristorante che spenna i ***. Quando mi capita di mangiare in ristoranti, trattorie o pizzerie che non conosco chiedo sempre il menù con i prezzi. Se mi viene detto che al momento è indisponibile, alzo i tacchi, saluto e me ne vado. Se i prezzi li trovo esagerati, ringrazio, saluto e me ne vado.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Da un Gov. dove siede uno che afferma che chi guadagna di più non è giusto paghi di più, come si pensa possa andare meglio?....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Voi sapete che ci sono negozi e attività che non fanno lo scontrino; leggevo tempo fa di un negozio che invece gli scontrini li faceva regolarmente solo che alla sera  scaricava il registratore di cassa e buttava via tutto senza versare allo stato nemmeno un centesimo di iva ; forse l'arrivo dello scontrino fiscale con i registratori di cassa collegati in rete che ogni sera trasmettono tutti i dati all'agenzia delle entrate sarà un passo avanti, anche se molti negozianti con mille scuse sono contrari e ne sono terrorizzati; poi da tempo si parla della  lot te ria degli scontrini, uno scontrino parlante come quello che emettono le farmacie cioè con il codice fiscale dell'acquirente e una estrazione a sorte a livello nazionale fra tutti gli scontrini emessi nel corso della giornata con premi sia per l'acquirente che per il negozio che ha emesso lo scontino; poi andrebbe premiato l'uso della moneta elettronica, si potrebbero per esempio tassare di un euro tutti gli scontrini emessi, esentando quelli di piccolissimo importo e rendere esenti da questo balzello tutti gli scontrini a fronte dei quali il pagamento è avvenuto con carte o bancomat in modo da rendere non conveniente il pagamento in contanti che come tutti sappiamo è all'origine del nero; per quanto riguarda poi i negozi che fanno prezzi esosi ci dovrebbero essere i comitati provinciali di controllo a vigilare sui prezzi; ricordo che questi comitati erano previsti anche quando arrivò l'euro, ma  che non furono mai istituiti.....

Modificato da etrusco1900

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora