Orlando , Le bufale e ...il Falso Quotidiano!!

Andrea Orlando sta combattendo la sua battaglia per la segreteria del Pd con coraggio e determinazione. E se ogni tanto, nonostante sia universalmente riconosciuta la sua mitezza, gli scappa qualche forzatura polemica all’indirizzo di Matteo Renzi, è perché così funzionano le primarie: i candidati se le danno di santa ragione fino al giorno del voto, e dal giorno successivo lavorano tutti insieme con il vincitore. Tuttavia, un errore blu anche Orlando l’ha commesso: rilasciare un’intervista al Falso Quotidiano.Il quale Falso, essendo appunto falso, ha pubblicato una falsa intervista ,  o meglio: il buon Fabrizio D’Esposito ha giustamente cercato per buona parte della conversazione di spingere Orlando a dire una sciocchezza; e siccome non c’è riuscito, la sciocchezza, vogliamo essere buoni, l’ha detta il Falso, attribuendola però al ministro. Eccola :  "Consip , contro i pm Renzi si scelga un altro ministro”, titola fra virgolette a tutta pagina il Falso di oggi. Le virgolette, com’è noto, servono ad informare il lettore che si stanno riportando le parole esatte dell’interessato, che in questo caso è per l’appunto il ministro della Giustizia. Il quale, dunque avrebbe affermato, secondo il titolo virgolettato del Falso, 1) che Renzi gli ha chiesto di prendere provvedimenti disciplinari contro i pm che indagano sul caso Consip, 2)  che il ministro si è rifiutato, e 3) che gli ha suggerito di cambiare ministro se proprio insiste nell’intralciare l’inchiesta che coinvolge anche suo padre. Non è vero niente: Orlando non è impazzito e Renzi non è un criminale che abusa del proprio potere per impedire alla giustizia di compiere il proprio dovere. Basta leggere il testo dell’intervista: “Si parla di pressioni su di lei per mandare  spezioni a Napoli e punire i pm”, chiede l’intervistatore (che a quanto pare non sa che le ispezioni non puniscono nessuno, ma garantiscono il corretto funzionamento della macchina giudiziaria).   Nessuno , risponde Orlando , si è mai permesso di chiedermelo di persona. L’intervistatore insiste: “Renzi, meglio, qualche renziano pretendeva un’attenzione maggiore”. E Orlando replica: “Precisiamo: qualche renziano”. Che è molto diverso dal dire “Renzi”, come invece falsifica il titolo di prima pagina. Cosa fatta capo ha, il Falso anche oggi ha trovato il modo di dire il falso, e non è il caso di accanirsi su Orlando. La prossima volta, però, si scelga un giornale vero. A noi forumisti , invece , spetta il compito di stare bene in campana appena il bufalaro Fosforo , un giorno nemmeno tanto lontano ci dirà :" In un Paese serio , un Caudillo ed ex presidente del consiglio che si rivolge al ministro della giustizia suo compagno di partito affinché intervenga per " punire" quei magistrati che hanno osato indagare sul di lui padre , andrebbe preso a calci in Ku.lo e bla bla bla ... Capito come nascono , prolifichino e si estendono le bufale ??  Saluti 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963