L'estate porta un milione di posti di lavoro

Inviata (modificato)

Buone notizie sul fronte del lavoro. Tra giugno e luglio si registrano quasi 934 mila nuovi ingressi nel mercato del lavoro secondo le previsioni di assunzione programmate dagli imprenditori italiani.

Lo afferma la Cgia di Mestre secondo cui tra questi, 2 su 3 ossia circa il 66% troveranno lavoro in una piccola impresa con meno di 50 dipendenti. Con gran sorpresa, è il Sud a segnare il maggior numero di neo assunti con oltre 258mila assunzioni, pari al 27,6% del totale. Il settore che vedrà il maggior numero di neo assunti è quello dei servizi (677.550 addetti), il 20% nell’industria (186.580 unità) e, infine, il rimanente 7,5 per cento nelle costruzioni (69.890 lavoratori).

A livello regionale sarà la Lombardia a assicurare le maggiori opportunità di impiego (165.400), a seguire scorgiamo il Lazio (88.190) e il Veneto (87.950). Tra le province, invece, svetta Milano (70.240) e subito dopo individuiamo Roma (69.590) e Napoli (32.340).

“Ancora una volta sono le piccole aziende a dare una risposta importante a chi aspira a trovare un posto di lavoro. E nei prossimi mesi lo faranno soprattutto quelle presenti nel Mezzogiorno. In Calabria, ad esempio, l’85,1 per cento dei nuovi ingressi sarà garantito da queste realtà produttive, in Puglia dal 77,6 per cento e in Sicilia e in Campania dal 75,4 per cento. Risultati straordinari che dimostrano che anche nelle regioni maggiormente in difficoltà economica, la stragrande maggioranza dei piccoli imprenditori sono in grado di offrire una chance soprattutto ai giovani”.

Forza ragazzi! E' il vostro momento per cominciare e fare esperienza

https://www.wallstreetitalia.com/lavoro-in-estate-boom-di-assunzioni-specie-al-sud/

Immagine correlata

 

Modificato da anniblu

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

Interessante il tema del settore ferie e vacanze. Non si tratta solo di alberghi e navi da crociera. Ma anche il settore delle varie agenzie, dei negozi, del settore svago ed intrattenimento, ma anche di storia, cultura, istruzione. A metà settembre proviamo a fare un bilancio di fine stagione e di programmi per il futuro. Ricordiamo che dove noi ci divertiamo, altri lavorano per noi. Poi nei mesi di non turismo, altri lavoreranno per i preparativi e gli aggiornamenti del settore.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora