Tradimento, la pensate come la Maionchi? "Cosa vuoi che sia un corno!"

“Le corna che mi ha fatto mio marito? Non ricordo più quando ne ho parlato, ma volevo dare una mano a chi si è trovata o si trova nella stessa situazione. Non è stato grave. Cosa vuole che sia un corno? E un po’ è stata anche colpa mia, guardavo le bambine più di lui. Certo, se fosse stata una storia lunga magari due anni sarebbe stato diverso, ma così per fortuna non è stato. Ho perdonato naturalmente e non mi sono sognata di vendicarmi”

I due stanno insieme da ormai 47 anni. Un’unione duratura fatta di compromessi, per riuscire a trovare il giusto equilibrio. 

“Ci vuole pazienza, ragionevolezza e consapevolezza che il matrimonio è davvero. Il momento più difficile è quando se ne vanno i figli, quando si resta soli, ma ce l’abbiamo fatta; io lavoro tutto il giorno, lui è un nullafacente felice”

https://www.huffingtonpost.it/entry/mara-maionchi-il-tradimento-di-mio-marito-cosa-vuoi-che-sia-un-corno_it_5cceada0e4b04e275d4b9613

Insomma voi passereste sopra a un tradimento per salvare il vostro matrimonio?

Immagine correlata

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

9 messaggi in questa discussione

Se mia moglie mi tradisse, la prima cosa sulla quale dovrei riflettere è se non sia stato io la causa del suo cercare altrove.

Se mai dovesse succedere e fosse una cosa sporadica, credo ci passerei sopra, a condizione che lo venga a sapere da lei stessa.

In ogni caso sono certo di non avere fino a oggi, e di non avere neanche in futuro, tale prolema.

Rimane il fatto che mia moglie mi appartiene (ci apparteniamo) affettivamente, ma non sono il suo proprietario e non dovrebbe esistere nessuna persona "proprietaria" di un'altra.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

C'è una frase particolare della canzone "soldi" di Mahmood che calza a pennello:

Quote

"ciò che devi dire non l'hai detto, tradire è una pallottola nel petto."

Questa citazione descrive bene o male la mia situazione a casa che non colpisce direttamente me, ma mia madre. Non mi dilungherò molto nel raccontare questa esperienza che purtroppo ho vissuto male, ma il fatto è che bisogna essere sinceri sempre. Bisogna trovare il coraggio di parlare, di assumersi le proprie responsabilità e affrontare l'argomento con la persona interessata trovando un compromesso, così nessuno soffrirebbe. 

In conclusione, la mia risposta è questa: 

no, non perdonerei mai un tradimento, ma apprezzerei la sincerità.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, itsmara ha scritto:

C'è una frase particolare della canzone "soldi" di Mahmood che calza a pennello:

Questa citazione descrive bene o male la mia situazione a casa che non colpisce direttamente me, ma mia madre. Non mi dilungherò molto nel raccontare questa esperienza che purtroppo ho vissuto male, ma il fatto è che bisogna essere sinceri sempre. Bisogna trovare il coraggio di parlare, di assumersi le proprie responsabilità e affrontare l'argomento con la persona interessata trovando un compromesso, così nessuno soffrirebbe. 

In conclusione, la mia risposta è questa: 

no, non perdonerei mai un tradimento, ma apprezzerei la sincerità.

Ma la vita non è una canzone. Le persone non sono tutte uguali: c'è chi resiste meglio ai richiami del sexxo (io penso di essere uno di questi, senza esagerare) e c'è chi resiste molto meno. Ma non è una questione di merito o demerito, succede e basta, così come può succedere che uno abbia una certa malattia e un altro no, pur avendo fatto una vita sregolata.

A me stava per succedere con una mia amica di ben 21 anni meno di me. C'è mancato molto poco e la ragione ha prevalso solo all'ultimo momento. Poi ne parlai anche con mia moglie, con la quale ho un ottimo rapporto. Ma questa esperienza mi è servita per trattenermi dal condannare chi invece alla fine ci casca. E ho capito che non ho un merito particolare, ma magari solo un maggiore controllo anche a causa di un desiderio non estremo come invece capita ad altre persone, non per loro demerito. Non essere drastica/o: tutti abbiamo qualcosa da farci perdonare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Il 6/6/2019 in 14:56 , lupogrigio1953 ha scritto:

Ma la vita non è una canzone. Le persone non sono tutte uguali: c'è chi resiste meglio ai richiami del sexxo (io penso di essere uno di questi, senza esagerare) e c'è chi resiste molto meno. Ma non è una questione di merito o demerito, succede e basta, così come può succedere che uno abbia una certa malattia e un altro no, pur avendo fatto una vita sregolata.

A me stava per succedere con una mia amica di ben 21 anni meno di me. C'è mancato molto poco e la ragione ha prevalso solo all'ultimo momento. Poi ne parlai anche con mia moglie, con la quale ho un ottimo rapporto. Ma questa esperienza mi è servita per trattenermi dal condannare chi invece alla fine ci casca. E ho capito che non ho un merito particolare, ma magari solo un maggiore controllo anche a causa di un desiderio non estremo come invece capita ad altre persone, non per loro demerito. Non essere drastica/o: tutti abbiamo qualcosa da farci perdonare.

Ognuno la pensa diversamente e agisce come meglio crede, non c'entra nulla "essere drastici" o meno. Ma soprattutto, cosa vuol dire in una situazione di tradimento "succede basta" e paragonarla ad una malattia? La malattia capita, per l'appunto "succede e basta", il tradimento se uno non vuole evitarlo lo fa tranquillamente, senza troppi giri di parole. Dipende anche dalla situazione, questo è ovvio! :)

Modificato da itsmara

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
59 minuti fa, itsmara ha scritto:

Ognuno la pensa diversamente e agisce come meglio crede, non c'entra nulla "essere drastici" o meno. Ma soprattutto, cosa vuol dire in una situazione di tradimento "succede basta" e paragonarla ad una malattia? La malattia capita, per l'appunto "succede e basta", il tradimento se uno non vuole evitarlo lo fa tranquillamente, senza troppi giri di parole. Dipende anche dalla situazione, questo è ovvio! :)

Non so, magari forse sarò troppo buonista. Ma non sono disposto a cancellate 32 anni di matrimonio per un fatto occasionale e sporadico (come stava per succedere a me). La domanda iniziale chiedeva cosa ne pensiamo; e io la penso così.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 7/6/2019 in 17:56 , robyrossa236 ha scritto:

Il tradimento è diverso a seconda dell'età...quindi,non c'è una regola..

a 20 anni ti trovi subito un altro-

a 30 gli spacchi la faccia lo molli e poi lui ritorna pentito-

a 40 sei indecisa perchè gli anni vanno su..

a 50 sei tu che lo mandi con le altre per rinnovare la coppia..

a 60..non lo so ..ma si pensa di piu alla salute..

a 70..si presume che aumenti la gelosia verso le giovani..

a 80--si spera di continuare il cammino insieme..augurandosi che la badante non te lo porti via!!

a 90 /100 ...si è nel MONDO di PATTY e li è tutto surreale...

...e poi c'è il Life 120..haha!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Basta che non sia una relazione fissa, non manderei all aria un matrimonio per una scappatella! Mi andrebbe giu male ma piano piano la digerirei… 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, dunya5 ha scritto:

Basta che non sia una relazione fissa, non manderei all aria un matrimonio per una scappatella! Mi andrebbe giu male ma piano piano la digerirei… 

Viva la sincerità!

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora