Marco Carta arrestato per furto, processo a Settembre

E' stata fissata a settembre la prima udienza del processo a Marco Carta, arrestato venerdì alla Rinascente per furto aggravato insieme a una donna di 53 anni e che resta indagato. Il giudice non ha convalidato l'arresto del cantante, al contrario di quello della donna. Per nessuno dei due sono state disposte misure cautelari. "E' totalmente estraneo. Marco è una bravissima persona - ha detto il suo avvocato, Simone Ciro Giordano, ai microfoni dopo l'udienza -. Il giudice ha acclarato ciò nell'ordinanza in cui non ha convalidato l'arresto e non ha applicato alcuna misura cautelare". "Carta è felice - ha aggiunto - E' stato contentissimo".

Poi parla lo stesso cantante: "Un vecchio proverbio diceva "male non fare, paura non avere", ho continuato a ripetermelo in attesa di vedere il magistrato e ho fatto bene a ripetermelo e ad aver fiducia nella magistratura che ha riconosciuto la mia totale estraneità ai fatti", dice Carta, che sottolinea: "Sono onesto, non rubo". E lancia un appello: "Sono molto scosso spero e mi auguro con tutto il cuore che la stampa e il web diano alla notizia della mia estraneità al reato di furto aggravato la stessa rilevanza che hanno dato all'arresto".

"Le magliette - ha detto ancora - non le ho prese io, l'hanno visto tutti. Il giudice ha capito, ora sono un po' scosso perché non sono abituate a questa cose", ha detto ancora, uscendo dall'aula del Tribunale di Milano dove si è tenuta l'udienza.

Ma chi le ha rubate? Gli hanno chiesto i giornalisti. "Non mi va di dirlo. Non faccio la spia. 

Ecco perchè hanno arrestato anche lui

Nel verbale d'arresto viene riportata in particolare la testimonianza di un addetto alla sicurezza della Rinascente, venerdì sera particolarmente affollata (e aperta fino all'una di notte) per gli sconti del black friday primaverile. L'addetto ha dichiarato di avere notato Carta e l'amica aggirarsi tra gli scaffali al primo piano, prendere le magliette e salire poi al terzo piano verso i camerini. All'interno degli stessi, la donna dall'esterno ha passato le magliette a Carta una per una e infine la borsa, poi il giovane è uscito senza le t-shirt in mano. In seguito i due sono saliti al quarto piano, dove si trovano i bagni per il pubblico, e Carta è entrato e uscito in fretta. Poi si sono recati al secondo piano a prendere due costumi che hanno regolarmente pagato alle casse, infine hanno imboccato l'uscita, dove però l'allarme è suonato. Alle magliette era stato tolto l'antitaccheggio, ma non la placchetta flessibile. Successivamente, nei bagni del quarto piano sono state trovate le placche antitaccheggio rigide.  Sembra che sia questa testimonianza ad avere procurato anche a Carta l'arresto, nonostante le magliette fossero nella borsa della donna che era con lui. E a farlo restare imputato di furto in concorso, in attesa delle immagini di sorveglianza che la polizia locale ha acquisito e sta esaminando

https://gds.it/articoli/cronaca/2019/06/02/marco-carta-arrestato-per-furto-il-processo-a-settembre-chi-ha-rubato-le-t-shirt-non-sono-una-spia-5fa5f603-5d34-4637-bfd6-451a40a8080b/

Risultati immagini per marco carta arrestato

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

Ma capirai se Carta non sa ' niente...

lui è ben consapevole che bisogna essere sul pezzo per "RILANCIARSI"...

va'di moda  "LO SFI-GA-TO"!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora