SOLDI NOSTRI PER UN IMPRESA PRIVATA

L'immagine può contenere: una o più persone, meme e testo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

15 messaggi in questa discussione

1 ora fa, fosforo41 ha scritto:

Insisti? Quante volte devo ripetertelo? Le somme versate dai parlamentari grillini per coprire le spese del Movimento (l'unica forza politica che non ha mai preso un euro di soldi pubblici e nemmeno i contributi volontari del 2 per mille) SONO SOLDI PRIVATI. Esattamente come lo stipendio di un dipendente pubblico che lo ha guadagnato con il proprio lavoro: sono SOLDI SUOI e ha tutto il diritto di spenderli come meglio crede. E lo Stato, che gli ha versato quello stipendio in cambio di quel lavoro, non ci rimette una lira.  Ben diverso il caso del finanziamento pubblico ai partiti (come quello che Zanda, tesoriere del Pd, proponeva di ripristinare per i partiti presenti in parlamento e per un importo di 90 milioni a legislatura). In questo caso si tratta di un ONERE AGGIUNTIVO PER LO STATO (e in definitiva per noi contribuenti). D'altra parte quasi tutti i partiti prevedono che gli eletti versino una quota dello stipendio. E i partiti sono ASSOCIAZIONI PRIVATE. Per esempio per il Pd fino a qualche anno fa questa quota era di circa 1500 euro al mese per i parlamentari. Ma il Pd prende anche soldi dal 2 per mille (oltre 7 milioni di euro nel 2018), dalle fondazioni, dal tesseramento, etc. Mentre l'iscrizione al M5S (che avviene on line tramite la piattaforma Rousseau) è completamente GRATUITA. Inoltre i bilanci di Rousseau, con tutte le entrate e tutte le uscite, sono pubblicati in chiaro sulla piattaforma stessa. 

 

SEMBRA CHE QUEL SIG. NE RACCONTI DELLE "FREDDURE" , FORSE UN PO' TROPPO SPESSO. DAI PORTI, A CONTRIBUTI

INPS , ECC, ECC. CONTRADDIRSI GIA' , NEL PROPRIO POST  E' COSA USUALE .

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

mi scusi signor fosforo, ma in questo caso il sig pm  non si lamentava che i soldi dei grillini versati alla Casaleggio fossero soldi nostri, ma si chiedeva se al guru conveniva far cadere il governo.

Il sig pm però dovrebbe anche chiedersi: "ma se cade il governo i grillini smetterebbero di versare i 350 eu al mese alla Casaleggio?"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma   guarda  questi  grulli  che   dicono  pur  di  non ammettere   che  i parlamentari  sono  sotto  contratto  di  un capo  azienda  con  conflitto  d'interessi e la  cosidetta  piattaforma    Rousseau  ha  come  presidente   e  padrone inamovibile e  autonominatosi   lo stesso casapeggio... che  ordina  e  decide  tramite   il casalino.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo41 ha scritto:

Insisti? Quante volte devo ripetertelo? Le somme versate dai parlamentari grillini per coprire le spese del Movimento (l'unica forza politica che non ha mai preso un euro di soldi pubblici e nemmeno i contributi volontari del 2 per mille) SONO SOLDI PRIVATI. Esattamente come lo stipendio di un dipendente pubblico che lo ha guadagnato con il proprio lavoro: sono SOLDI SUOI e ha tutto il diritto di spenderli come meglio crede. E lo Stato, che gli ha versato quello stipendio in cambio di quel lavoro, non ci rimette una lira.  Ben diverso il caso del finanziamento pubblico ai partiti (come quello che Zanda, tesoriere del Pd, proponeva di ripristinare per i partiti presenti in parlamento e per un importo di 90 milioni a legislatura). In questo caso si tratta di un ONERE AGGIUNTIVO PER LO STATO (e in definitiva per noi contribuenti). D'altra parte quasi tutti i partiti prevedono che gli eletti versino una quota dello stipendio. E i partiti sono ASSOCIAZIONI PRIVATE. Per esempio per il Pd fino a qualche anno fa questa quota era di circa 1500 euro al mese per i parlamentari. Ma il Pd prende anche soldi dal 2 per mille (oltre 7 milioni di euro nel 2018), dalle fondazioni, dal tesseramento, etc. Mentre l'iscrizione al M5S (che avviene on line tramite la piattaforma Rousseau) è completamente GRATUITA. Inoltre i bilanci di Rousseau, con tutte le entrate e tutte le uscite, sono pubblicati in chiaro sulla piattaforma stessa. 

 

Ammetterò che sputtanare le bufale che il Cazzaro di Napoli immette giornalmente sul forum mi da una gioia infinita . Prendiamo , per esempio quest’ultima !! A parte la comicità di vedere un idio ta che ci ha fatto e fa quotidianamente la “pubblicità “ al pubblico contro il privato e ritrovarlo ora su posizioni “privatistiche “ solo perché l’azienda , in questo caso , si chiama Casaleggio &C e , conseguentemente , quindi , piattaforma Rousseau, braccio armato e digitale della Casaleggio , sarebbe , già da sola, una constatazione che spinge ad una potente ed innaturale comicità . Ma ovviamente non basta ed allora addentriamoci nei meandri del ridicolo , nonche’ interessato , ragionamento del Cazzaro di Napoli . Detto subito che ha ragione l’amico PM quando parla di soldi pubblici in una impresa privata , andiamo a spiegare . Prima di tutto , nel caso del M5S non sono affatto danari che i propri rappresentanti in parlamento possono spendere come gli pare e piace perché , almeno in parte (3.600 euro l’anno) sono obbligati , e ripeto obbligati , a versarli sui conti e nelle casse della Casaleggio &C Srl che e ‘ una impresa privata a tuttotondo. E lo fanno perché vi e’ tanto di contratto scritto , accettato e firmato dai parlamentari del M5S . Nel contratto vi e’ addirittura una penale di  100.000 nel caso il parlamentare grillino non ottemperi ciò . Ovviamente , quindi , l’esempio che il Cazzaro fa coni danari che i parlamentari del Pd versano nelle casse del PD e’ fuori luogo e non c’entra una cippa lippa. Perché?? Perché mentre le somme incamerate dalla Casaleggio non si sa bene a cosa servono e serviranno , quelle dei rappresentanti del PD servono solo ed escludivamente per sostenere le spese e la sussistenza del partito stesso . Chi potrebbe affermare :” e chi mi dice che e’ così “?? Informo che i bilanci sono pubblici , ma per trasparenza massima , divrebbero essere certificati dalle societa’ indipendenti specializzate. Quelli del PD ( e di altri) lo sono , quelli del M5S , chiatamente ...No !! Quindi nessuno può sapere con esattezza che fine fanno gli eventuali utili e come verranno investiti . Ci penserà la piattaforma Rousseau che e’ il braccio armato ed insindacabile del M5S .  C’e’ poi un altro aspetto fondamentale . Quello dello Statuto che ogni partito ha o divrebbe avere !! Gli statuti , a differenza dei Bilanci , non sono pubblici e nessun partito e’ tenuto , per legge , a pubblicarli . Il PD lo fa , il Mivimento no !! Perché ?? Perché dallo statuto si leggono le modalità effettive dei partiti , le regole interne , le forme di controllo dei propri iscritti verso il partito stesso , le modalità di elezione degli iscritti alle cariche direttive , i regolamenti delle Assemblee “istituzionali “ dove vengono prese le decisioni Etc Etc .  Ora , cari forumisti , pensate davvero che nel M5S , tuttocio’ possa avvenire ?? Io un credo che la vostra risposta sia un secco No e ciò determina che non sono gli iscritti ed i militanti  che controllano la vita democratica e quindi anche dei propri parlamentari come fa il PD , ma che nel M5 sia proprio tutto l’opposto , ovvero succede che sia una società privata ed il suo proprietario che controlla un partito e chi ne fa parte . E che con questo controllo può fare e disfare a proprio piacimento ed in base agli interessi privati che più lo soddisfino . Chiudo con lo sputtanare l’ultima bufala del Cazzaro di Napoli quando dice che i partiti sono Associazioni Private . No , Cazzaro !! I partiti sono associazioni libere che hanno lo scopo e la finalità di concorrere e determinare la politica nazionale , regionale e locale . Allo scopo invio testo a sostegno di quella che non e’ una mia convinzione bensì la verità . Quella che il Cazzaro di Napoli di Napoli non vi dirà mai . Tralascio Zanda perché con i casi umani e sociali non ci si può fare niente se non perdere inutilmente tempo. 

o I

NATURA GIURIDICA DEI PARTITI POLITICI

Art. 1.

(Definizione e natura giuridica
dei partiti politici)

    1. I partiti politici sono libere associazioni aventi la finalità di concorrere a determinare la politica nazionale, regionale e locale.

    2. I partiti politici hanno natura di associazioni riconosciute, dotate di personalità giuridica ai sensi dell’articolo 1 del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 10 febbraio 2000, n.  361. Unitamente alla domanda di riconoscimento, i soci fondatori depositano il nome, il simbolo e lo statuto contenente il progetto politico del partito.

Art. 2.

(Definizione di metodo democratico)

    1. L’attività e l’organizzazione interna dei partiti politici si conforma, secondo le modalità specificate nello statuto, al metodo democratico di cui all’articolo 49 della Costituzione, affinché sia assicurata a tutti i cittadini la possibilità di partecipare alla vita pubblica.

    2. Ai fini della presente legge, elementi costitutivi del metodo democratico ai sensi dell’articolo 49 della Costituzione, sono:

        a) il riconoscimento, a ciascun iscritto al partito, degli stessi diritti e degli stessi doveri;

        b) l’attribuzione, a ciascun iscritto, del diritto di concorrere in egual misura alla determinazione e all’attuazione della linea politica del partito;
        c) la partecipazione di ciascun iscritto agli organi collegiali secondo le modalità previste nello statuto;
        d) il riconoscimento, a ciascun iscritto, del diritto di parola, di proposta e di voto nell’ambito degli organi collegiali di cui fa parte, nonché del diritto di presentare ordini del giorno e mozioni, secondo le modalità stabilite nello statuto;
        e) la partecipazione, anche con modalità telematiche, di ciascun iscritto alle votazioni con voto libero ed eguale;
        f) la previsione di azioni volte al riequilibrio della rappresentanza in attuazione dell’articolo 51 della Costituzione;
        g) il diritto al formale riconoscimento delle minoranze e l’assicurazione della loro presenza, ove formalmente costituite, in tutti gli organi collegiali e degli organi di garanzia, secondo il criterio proporzionale;
        h) l’attribuzione alle minoranze formalmente costituite del diritto a presiedere, con i propri esponenti, gli organi di garanzia, nonché del diritto ad ottenere quote delle risorse pubbliche conferite al partito, in misura corrispondente alla loro consistenza;
        i) l’attribuzione alle minoranze del diritto di essere presenti, con i propri esponenti, nelle candidature del partito nelle competizioni elettorali;
        l) la previsione del carattere temporaneo delle cariche di partito e la previsione di un limite massimo di mandati nella medesima carica;
        m) l’assicurazione dell’effettivo rispetto dei quorum strutturali e funzionali per le delibere degli organi collegiali;
        n) la previsione di un referendumgenerale tra gli iscritti, secondo le modalità previste dallo statuto, su richiesta di un numero di iscritti non inferiore al 10 per cento del totale, che provvedono anche a definire il quesito referendario;
        o) la previsione per tutti gli organi collegiali e monocratici del partito dell’obbligo di osservanza ed attuazione del voto referendario.

Art. 3.

(Requisiti costitutivi del partito politico)

    1. Sono requisiti costitutivi del partito politico:

        a) la pluralità di persone;

        b) il patrimonio;
        c) il nome;
        d) il simbolo;
        e) il progetto politico.

    2. Il simbolo deve essere identificativo in modo univoco del partito e non deve essere suscettibile di essere confuso con il simbolo di altri partiti.

    3. Il progetto politico definisce gli obiettivi politici, i valori ideali e il programma.
    4. Il nome, il simbolo e il progetto politico possono essere modificati successivamente alla costituzione, secondo le modalità specificate nello statuto. La competenza a deliberare le modifiche è attribuita all’assemblea generale degli iscritti. La modifica del nome e del simbolo può essere oggetto di quesito referendario ai sensi dell’articolo 2, comma 2, lettera o).

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

mi scusi signor fosforo, ma in questo caso il sig pm  non si lamentava che i soldi dei grillini versati alla Casaleggio fossero soldi nostri, ma si chiedeva se al guru conveniva far cadere il governo.

Il sig pm però dovrebbe anche chiedersi: "ma se cade il governo i grillini smetterebbero di versare i 350 eu al mese alla Casaleggio?"

Caro Ahahah, forse ti è sfuggito il titolo della discussione: SOLDI NOSTRI PER UNA IMPRESA PRIVATA. In ogni caso quello che incassa la Casaleggio (circa un milione per la gestione di Rousseau e le altre spese del Movimento) è una cifra irrisoria o quasi rispetto a ciascuna delle singole voci di entrata del Pd: 2 per mille (oltre 7 milioni di euro), quote sugli stipendi dei parlamentari e di tutti gli eletti a livello europeo, nazionale e locale, quote sul tesseramento. 

Ricordo infine al falsario ignorante del forum quello che dice la Treccani sullo status giuridico dei partiti politici:

http://www.treccani.it/enciclopedia/partito-politico/

In Italia i partiti politici sono, fino a prova contraria, associazioni private riconosciute dalla Costituzione (che si limita a garantire il diritto dei cittadini ad associarsi in partiti) ma prive di personalità giuridica. Il falsario rimedia l'ennesima figura di letame copiando e incollando, dopo il solito pistolotto di sproloqui e insulti, un vecchio e ammuffito disegno di legge depositato al Senato, trascurando il lieve dettaglio che il provvedimento non è mai stato approvato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ora  pur   di restare  sulla  poltrona   si terranno  Rixi  neo  condannato celoduro  che   sempre  per  i nostri  soldi  è stato  condannato

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
25 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Caro Ahahah, forse ti è sfuggito il titolo della discussione: SOLDI NOSTRI PER UNA IMPRESA PRIVATA. In ogni caso quello che incassa la Casaleggio (circa un milione per la gestione di Rousseau e le altre spese del Movimento) è una cifra irrisoria o quasi rispetto a ciascuna delle singole voci di entrata del Pd: 2 per mille (oltre 7 milioni di euro), quote sugli stipendi dei parlamentari e di tutti gli eletti a livello europeo, nazionale e locale, quote sul tesseramento. 

Ricordo infine al falsario ignorante del forum quello che dice la Treccani sullo status giuridico dei partiti politici:

http://www.treccani.it/enciclopedia/partito-politico/

In Italia i partiti politici sono, fino a prova contraria, associazioni private riconosciute dalla Costituzione (che si limita a garantire il diritto dei cittadini ad associarsi in partiti) ma prive di personalità giuridica. Il falsario rimedia l'ennesima figura di letame copiando e incollando, dopo il solito pistolotto di sproloqui e insulti, un vecchio e ammuffito disegno di legge depositato al Senato, trascurando il lieve dettaglio che il provvedimento non è mai stato approvato.

Ahahahahah , ma credi ci colloquiare con Sasa’ Esposito ?? Ma quando pensi di essere arrivato al fondo del pozzo del ridicolo ?? Vuoi scendere ancora ?? Scendi , allora !! Ed io sarò sempre lì a percuoterti come meritano gli idio ti ed i vanitosi come te . Sei un idio ta perché propri la Treccani ti smentisce dandomi ragione . E sai perché ?? Perché e non  prova contraria esiste la differenza tra Associazioni e Società . E così come i partiti ( e quindi anche il PD) ovviamente , sono formati da persone (e quindi ovviamente privati cittadini ) il M5S delega ad una Società privata ( la Casaleggio Srl , dove Srl significa Società responsabilità limitata ) , la gestione di tutta la attività inerente a quel partito . E mentre nel primo caso non c’eo scopo di lucro e gli introiti servono a scopi ben precisi , nel secondo , quello della Casaleggio e’ completamente opposto è differente ed il lucro e’ la caratteristica primaria . Ci sei , ebe te rintronato ?? 

“ lo scopo di lucro costituisce il principale fattore di differenziazione tra l’associazione e la società. L’associazione è un ente che ha come obiettivo il perseguimento di finalità altruistiche, mentre la caratteristica fondamentale della società è quella di perseguire uno scopo di natura economica”. 

 
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io  chiedo   è legale    tenere  sotto  contratto  un   parlamentare   che  dovrebbe   rispondere  solo a  chi lo ha  eletto ?  La  democrazia  dei grilli è nelle  mani  della  casaleggio & co  questo  è Casalino  docet.  Ma   se  fosse il piddi  in  quei  panni  cosa  avrebbe  da  dire  il  fosforoso... uuuhhhmmmmmm

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Urka !!  L’hanno capito anche i Verdi Europei chi e’ comanda al M5S ...!! 

30/05/2019 12:47 CEST | Aggiornato 2 ore fa

Philippe Lamberts (Verdi europei): "Rousseau è autocrazia: no a un gruppo con M5S"

Colloquio con l'europarlamentare belga: "No euro, anti-immigrati, li comanda Casaleggio e poi si sono messi con Salvini. Ora sono disperati, perché dovremmo salvarli?"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ormai l'unica ragione per leggere qualche post del guitto ridicolo pisano è farmi due risate insieme ai forumisti seri. Dopo avere allegato a conforto dei suoi consueti sproloqui (e insulti) un testo di legge come se fosse vangelo (e invece era un vecchio ddl in letargo in Senato da non so quante legislature e mai approvato) il guitto sembra avere finalmente appreso dal sottoscritto che i partiti sono associazioni private prive di personalità giuridica. Si sente pago dell'ennesima figuradicacca? Chiede scusa ai forumisti e torna a cuccia? Macché: ne vuole ancora! Ora sostiene che il M5S si appoggerebbe per la gestione a una società privata, la Casaleggio Srl (probabilmente il disinformato si riferiva alla Casaleggio Associati Srl, ma non sottilizziamo). Ed enfatizza per misteriose ragioni la differenza tra associazioni e società: le prime non hanno scopo di lucro. E con ciò? Che un grosso partito politico non faccia tutto in house e in modo artigianale ma si appoggi per attività gestionali, consulenze, propaganda, servizi informatici etc. a una o più società di servizi è cosa normalissima. Lo fanno un po' tutti. Forse il nostro guitto vive sulla Luna ma questo non ci interessa. Il punto è che questo sfortunato e fantozziano allievo di Renzi si è dato l'ennesima zappata sui piedi e deve aggiornare il suo inseparabile contatore a 8 cifre delle figuredicacca. Perché, come tutti sanno eccetto lui, il M5S per la sua gestione non si appoggia alla Casaleggio Associati Srl bensì alla Associazione Rousseau. La quale è per l'appunto un'associazione privata senza fini di lucro, come da Statuto (art.4): 

L'Associazione ha lo scopo, senza il perseguimento di alcuna finalità di lucro, di promuovere lo sviluppo della democrazia digitale nonché di coadiuvare il Movimento 5 Stelle e i suoi esponenti nell'organizzazione, promozione e coordinamento delle attività e dei servizi necessari e utili per l'esercizio dell'azione politica e culturale e il perseguimento dei suoi obbiettivi... 

Superfluo precisare che l'Associazione Rousseau pubblica in Rete i suoi bilanci. Naturalmente, come tutte le associazioni private, essa può avvalersi dei servizi a pagamento di società esterne. Nulla osta che tra queste ci sia la Casaleggio Associati. Parliamo in sostanza di una piattaforma informatica e i servizi informatici costano. È del tutto logico e plausibile che il dr. Davide Casaleggio, presidente dell'Associazione e primogenito del cofondatore del M5S, il compianto Gianroberto, metta a disposizione l'azienda lasciatagli dal padre per erogare questi servizi a prezzi scontati o comunque non superiori a quelli di mercato. Giova sempre ricordare che tra le maggiori forze politiche il M5S è senza dubbio e di gran lunga quella con le minori possibilità economiche non avendo mai preso un euro di finanziamento pubblico, né dal 2 per mille, né dal tesseramento (on line e gratuito), né da fondazioni. Sta di fatto che tutte le quote versate dai suoi parlamentari (appena 350 euro al mese contro i circa 1500 dei parlamentari del Pd e gli oltre 2000 di quelli della Lega) e tutte le donazioni dei privati cittadini non vanno alla Casaleggio Associati, come vuol far credere il FALSARIO pisano, bensì all'Associazione Rousseau. Le somme sono rendicontate nella massima trasparenza. Al momento in cui scrivo, 31/5 ore 11:40, le donazioni per il 2019 ammontano a 659.633€. Ai sensi di legge tutti i nomi dei donatori sopra i 500 euro e le relative quote sono pubblicati nel Registro Contributi accessibile a tutti. Mentre l'amico pm610 a inizio discussione ci informava che il contributo annuo complessivo dei parlamentari ammonta a 999.600€. Cari forumisti seri, converrete con me che sono somme relativamente modeste per il sostentamento di un grande partito nazionale. Nemmeno lontanamente paragonabili ai famosi 49 milioni fatti sparire dalla Lega e agli oltre 7 milioni incassati dal Pd dal solo 2 per mille nel 2018. Ma ovviamente ci sono le spese. Un piccolo esempio. Per la chiusura della campagna elettorale del M5S per le europee, su invito un amico militante ho partecipato con mia moglie a un buffet in un noto ristorante con alcuni candidati. I quali hanno parlato di programma e iniziative, ma tutti potevano avvicinarsi al microfono e parlare liberamente, come sempre accade nelle manifestazioni grilline. Sono intervenuto brevemente anch'io. C'erano un centinaio di persone e tanta roba buona. Più che un buffet è stata una deliziosa cenetta all'impiedi. Tranci di pizza di svariati gusti, frittini all'italiana, crostini con ricottine di Agerola profumate e olive condite e, dulcis in fundo prima del tiramisù, anche un assaggio di pasta e fagioli con le cozze (che avrei volentieri bissato senza l'impietoso veto di mia moglie). Per almeno un 20 euro a testa ma tutto a carico del Movimento. Nel ristorante non c'era nessun Buzzi e nessun mafioso a versare 20.000 euro di "erogazione liberale". Signori miei, se Grillo e Casaleggio si sono arricchiti con la politica, io mi mangio questo tablet.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Ormai l'unica ragione per leggere qualche post del guitto ridicolo pisano è farmi due risate insieme ai forumisti seri. Dopo avere allegato a conforto dei suoi consueti sproloqui (e insulti) un testo di legge come se fosse vangelo (e invece era un vecchio ddl in letargo in Senato da non so quante legislature e mai approvato) il guitto sembra avere finalmente appreso dal sottoscritto che i partiti sono associazioni private prive di personalità giuridica. Si sente pago dell'ennesima figuradicacca? Chiede scusa ai forumisti e torna a cuccia? Macché: ne vuole ancora! Ora sostiene che il M5S si appoggerebbe per la gestione a una società privata, la Casaleggio Srl (probabilmente il disinformato si riferiva alla Casaleggio Associati Srl, ma non sottilizziamo). Ed enfatizza per misteriose ragioni la differenza tra associazioni e società: le prime non hanno scopo di lucro. E con ciò? Che un grosso partito politico non faccia tutto in house e in modo artigianale ma si appoggi per attività gestionali, consulenze, propaganda, servizi informatici etc. a una o più società di servizi è cosa normalissima. Lo fanno un po' tutti. Forse il nostro guitto vive sulla Luna ma questo non ci interessa. Il punto è che questo sfortunato e fantozziano allievo di Renzi si è dato l'ennesima zappata sui piedi e deve aggiornare il suo inseparabile contatore a 8 cifre delle figuredicacca. Perché, come tutti sanno eccetto lui, il M5S per la sua gestione non si appoggia alla Casaleggio Associati Srl bensì alla Associazione Rousseau. La quale è per l'appunto un'associazione privata senza fini di lucro, come da Statuto (art.4): 

L'Associazione ha lo scopo, senza il perseguimento di alcuna finalità di lucro, di promuovere lo sviluppo della democrazia digitale nonché di coadiuvare il Movimento 5 Stelle e i suoi esponenti nell'organizzazione, promozione e coordinamento delle attività e dei servizi necessari e utili per l'esercizio dell'azione politica e culturale e il perseguimento dei suoi obbiettivi... 

Superfluo precisare che l'Associazione Rousseau pubblica in Rete i suoi bilanci. Naturalmente, come tutte le associazioni private, essa può avvalersi dei servizi a pagamento di società esterne. Nulla osta che tra queste ci sia la Casaleggio Associati. Parliamo in sostanza di una piattaforma informatica e i servizi informatici costano. È del tutto logico e plausibile che il dr. Davide Casaleggio, presidente dell'Associazione e primogenito del cofondatore del M5S, il compianto Gianroberto, metta a disposizione l'azienda lasciatagli dal padre per erogare questi servizi a prezzi scontati o comunque non superiori a quelli di mercato. Giova sempre ricordare che tra le maggiori forze politiche il M5S è senza dubbio e di gran lunga quella con le minori possibilità economiche non avendo mai preso un euro di finanziamento pubblico, né dal 2 per mille, né dal tesseramento (on line e gratuito), né da fondazioni. Sta di fatto che tutte le quote versate dai suoi parlamentari (appena 350 euro al mese contro i circa 1500 dei parlamentari del Pd e gli oltre 2000 di quelli della Lega) e tutte le donazioni dei privati cittadini non vanno alla Casaleggio Associati, come vuol far credere il FALSARIO pisano, bensì all'Associazione Rousseau. Le somme sono rendicontate nella massima trasparenza. Al momento in cui scrivo, 31/5 ore 11:40, le donazioni per il 2019 ammontano a 659.633€. Ai sensi di legge tutti i nomi dei donatori sopra i 500 euro e le relative quote sono pubblicati nel Registro Contributi accessibile a tutti. Mentre l'amico pm610 a inizio discussione ci informava che il contributo annuo complessivo dei parlamentari ammonta a 999.600€. Cari forumisti seri, converrete con me che sono somme relativamente modeste per il sostentamento di un grande partito nazionale. Nemmeno lontanamente paragonabili ai famosi 49 milioni fatti sparire dalla Lega e agli oltre 7 milioni incassati dal Pd dal solo 2 per mille nel 2018. Ma ovviamente ci sono le spese. Un piccolo esempio. Per la chiusura della campagna elettorale del M5S per le europee, su invito un amico militante ho partecipato con mia moglie a un buffet in un noto ristorante con alcuni candidati. I quali hanno parlato di programma e iniziative, ma tutti potevano avvicinarsi al microfono e parlare liberamente, come sempre accade nelle manifestazioni grilline. Sono intervenuto brevemente anch'io. C'erano un centinaio di persone e tanta roba buona. Più che un buffet è stata una deliziosa cenetta all'impiedi. Tranci di pizza di svariati gusti, frittini all'italiana, crostini con ricottine di Agerola profumate e olive condite e, dulcis in fundo prima del tiramisù, anche un assaggio di pasta e fagioli con le cozze (che avrei volentieri bissato senza l'impietoso veto di mia moglie). Per almeno un 20 euro a testa ma tutto a carico del Movimento. Nel ristorante non c'era nessun Buzzi e nessun mafioso a versare 20.000 euro di "erogazione liberale". Signori miei, se Grillo e Casaleggio si sono arricchiti con la politica, io mi mangio questo tablet.

 

Ahahaha , ma voi guardate un po’ che razza di idio ta !! E magari c’ è stato tutta la notte per scrivere un post caga ta del genere . Siori e siore , ecco qua che il Cazzaro di Napoli ha finalmente spiegato , dall’alto della sua sapienza , che la Casaleggio & C Srl ed il suo braccio armato , la piattaforma Rousseau, sono associazioni filantropiche che per fini prettamente e puramente di beneficienza e gratuitamente , prestano i loro servizi , le loro strutture ed i loro consulenti al M5S .  Ahahaha 😂😂😂. Si rinnova la richiesta alla famiglia del Cazzaro di Napoli affinché destini un tempo maggiore a quello attuale per cercare di lenire le turbe psichiatriche di cui e’ affetto . Un abbraccio per quel che potrete fare ...!! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Una breve postilla al mio post precedente. A beneficio di chi si scandalizza per i rapporti tra il M5S e società private esterne che erogano servizi (rapporti di routine, come ho scritto, per tutti i grandi partiti) ho scoperto in Rete che alcuni partiti, in particolare il Pd e la Lega non il M5S, addirittura possiedono aziende di servizi. Parliamo cioè di associazioni politiche senza fini di lucro che controllano direttamente società con fini di lucro! Tipico ed enorme (ma poco noto) paradosso all'italiana. Come potete leggere, il Pd possiede (o possedeva almeno fino al 2014) ben tre srl per un valore complessivo iscritto a bilancio di oltre 300.000 euro: la Eventi Italia Feste srl, la Eventi Italia Servizi srl e la Eyu srl. Le prime due società operano nell'organizzazione di manifestazioni ed eventi, la terza nell'editoria. La Lega controlla (o controllava) quasi il 100% di due società immobiliari per un valore di oltre 7 milioni di euro.

https://blog.openpolis.it/2016/06/09/partiti-e-aziende-partecipate/8498

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

No, non conviene...cosi come non conveniva al berlu, che nonostante fossero in tanti a decantare che era solo suo, si metteva in secondo piano il fatto che usufruisce del di tutti per aumentare quello che si diceva fosse solo suo....un ipocrisia estrema adatta solo a coloro che vogliono credere alle illusioni, stessa cosa dei grillini ed in particolare del grillo, che nonostante sia in Svizzera in barba alle regole Italiane, sfrutta ogni cosa dell'Italia per aumentare il suo conto in banca Svizzera...alla faccia di chi ancora si nasconde dietro l'assurdo del....il blog non è suo....xD

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

7 ore fa, fosforo41 ha scritto:

Una breve postilla al mio post precedente. A beneficio di chi si scandalizza per i rapporti tra il M5S e società private esterne che erogano servizi (rapporti di routine, come ho scritto, per tutti i grandi partiti) ho scoperto in Rete che alcuni partiti, in particolare il Pd e la Lega non il M5S, addirittura possiedono aziende di servizi. Parliamo cioè di associazioni politiche senza fini di lucro che controllano direttamente società con fini di lucro! Tipico ed enorme (ma poco noto) paradosso all'italiana. Come potete leggere, il Pd possiede (o possedeva almeno fino al 2014) ben tre srl per un valore complessivo iscritto a bilancio di oltre 300.000 euro: la Eventi Italia Feste srl, la Eventi Italia Servizi srl e la Eyu srl. Le prime due società operano nell'organizzazione di manifestazioni ed eventi, la terza nell'editoria. La Lega controlla (o controllava) quasi il 100% di due società immobiliari per un valore di oltre 7 milioni di euro.

https://blog.openpolis.it/2016/06/09/partiti-e-aziende-partecipate/8498

 

Ah Ahahaha , il Cazzaro di Napoli , entrato nel labirinto nonche’ ginepraio cosparso di Mer da , nella spasmodica ricerca di trovare qualcosa che metta in difficoltà  il PD , finisce per smerdar si lui stesso dalla testa ai piedi . Sienti a me , Cazzaro : La Eventi Feste e la Eventi Servizi , non sono 2 società distinte ma sono la stessa che si occupa di 2 differenti filoni . Una si occupa della organizzazioni di manifestazioni congressuali , feste di partito e tuttocio’ ad esso collegate , l’altra dei viaggi e degli spostamenti dei parlamentari del PD e dei dirigenti del partito anche non parlamentari . Sono di proprietà del PD che le controlla direttamente e che ha provveduto ad iscriverle regolarmente a bilancio ( bilancio certificato , idio ta , ... certificato ) e su cui il PD paga le tasse allo Stato . La Eyu Srl i,nvece , e’ una società , sempre di proprietà del PD e da questo anch’essa controllata ed iscritta a bilancio e che  si occupa dell’editoria del partito . Ti e’ chiaro , ebe te ?? Quindi non sono società private che controllano il partito ma e’ il partito stesso che le controlla . E questa procedura e’ totalmente opposta a quella del M5S dove e’ quest’ultimo ad essere controllato dalla Casaleggio &C Srl.  .  Ti e’ Chiara la differenza , co@lione ?? 

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Ah Ahahaha , il Cazzaro di Napoli , entrato nel labirinto nonche’ ginepraio cosparso di Mer da , nella spasmodica ricerca di trovare qualcosa che smette di il PD , finisce per smerdar si lui stesso dalla testa ai piedi . Sienti a me , Cazzaro : La Eventi Feste e la Eventi Servizi , non sono 2 società distinte ma sono la stessa che si occupa di 2 differenti filoni . Una si occupa della organizzazioni di manifestazioni congressuali , feste di partito e tuttocio’ ad esso collegate , l’altra dei viaggi e degli spostamenti dei parlamentari del PD e dei dirigenti del partito anche non parlamentari . Sono di proprietà del PD che le controlla direttamente e che ha provveduto ad iscriverle regolarmente a bilancio ( bilancio certificato , idio ta , ... certificato ) e su cui il PD paga le tasse allo Stato . La Et   Invece e’ una società , sempre di proprietà del PD e da questo anch’essa controllata ed iscritta a bilancio e che  si occupa dell’editoria del partito . Ti e’ chiaro , ebe te ?? Quindi non sono società private che controllano il partito ma e’ il partito stesso che le controlla . E questa procedura e’ totalmente opposta a quella del M5S dove e’ quest’ultimo ad essere controllato dalla Casaleggio &C Srl.  .  Ti e’ Chiara la differenza , co@lione ?? 

Li  è  chiaro  ma  come  fa a  sparare ad  alzo  zero  sul  Piddi  altrimenti  ?  Comunque    ora  sta  digerendo tutto  il peggio dai  suoi  beniamini  ma  se  ne  sta  zitto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora