Quando la mancanza di coerenza non paga e ora i conti si fanno e si chiudono coi conti.

Cade l'assunto dello scarso radicamento nel territorio. Prima il M5S vinceva anche a livello locale, Roma, Torino e Livorno ne sono l'esempio. Ora non è più questione di elezioni locali o nazionali o sovranazionali, è piuttosto questione che si sono volatilizzati i voti, i voti non ci sono più. 

Il M5S aveva sdegnosamente negato di voler procedere a qualsiasi "contaminazione" e lo fece in maniera pesante con Bersani (cercare di fare credere chissà cosa lascia il tempo che trova. Fu così.). Dopo il 4 Marzo è successo esattamente il contrario di quanto dichiarato in campagna elettorale con un cambiamento di strategia che definire incredibile è dir poco. Dalle dichiarazioni di teorica e assoluta "impossibilità di contaminazione" si è passati all'alleanza indifferenziata. Dopo il 4 Marzo andava bene chiunque, la Lega, il PD e Salvini, perfino Renzi e forse (chissà perché non ci sono le controprove) chiunque facesse alla bisogna. Questo fatto, volenti o nolenti, è stato percepito come mancanza di coerenza e questo Di Maio e altri non hanno capito fino in fondo. 

Sembrerà strano ma, seppur facendo come il marito che se li taglia per far dispetto alla moglie, non ritengo sbagliato affermare che lo stesso Renzi si è vendicato degli streaming di non tanto remota memoria. E questo perché, se si fa i puri e duri con gli streaming, coerenza e ragionevolezza vuole che lo si faccia sempre, contro tutto e tutti altrimenti la conseguenza diretta della mancanza di coerenza è quella che porta alla mancanza di credibilità ed è quello che poi si è verificato nei fatti.

Qualcuno dirà che anche la Lega non è stata coerente, essendosi presentata come centro destra e facendo poi tutt'altre cose. Verissimo però la Lega può contare su un elettorato molto differente, pronto a sopportare qualsiasi "nefandezza" pur di arrivare allo scopo, caratteristica che invece non ha l'elettore che non sia celoduro o maldestro.

Tanto per fare un esempio, la Lega ha vinto in Lombardia nonostante Formigoni, la Sinistra in Umbria e in altre parti non ha gradito. Stiamo parlando di altre sensibilità.

Se poi la frenesia di alleanze è caduta per forza di cose proprio su Salvini, questo fatto si è dimostrato esiziale sia per loro sia per l'Italia perché è stata la scelta peggiore che si potesse fare.

Che il Capitano si sarebbe buttato a pesce sulla questione migranti, unica arma di propaganda di massa a sua disposizione e soprattutto a costo zero, lo sapevano anche i sassi perché si percepiva lontano un miglio che l'Italia, a torto o a ragione, è diventata sempre più intollerante giusto per non dire altro.

Rimangono i conti e qui viene il bello perché che i conti quasi sicuramente fra un po' presenteranno i conti lo sanno, ancora e allo stesso modo, anche i sassi.

E questa probabilmente sarà la botta più tremenda perché, purtroppo per i 5s, essendo quasi tutti i ministri economici non leghisti, il passo successivo sarà quello di addossare, con bacioni e fonte coccole, tutte le colpe ai 5s (il Capitano doveva occuparsi di altro).

In definitiva e in sintesi, vero che è stato inferto un colpo tremendo al PD ma altrettanto vero che,insieme al Pd, il colpo letale è stato inferto soprattutto a se stessi.

Ora il M5S ha praticamente l'obbligo di non farsi incartare quando arriverà il momento "dei conticini" e quella sarà la sua unica possibilità di sopravvivenza. Ma, in questo clima di esaltazione e fede nella Divinità, "dell'eroe mitologico che, secondo percezione consolidata, ha salvato la patria dal nemico", del dagli all'untore solo contro uno e uno solo, in questo clima di fake new che si contribuito in maniera pesante ad alimentare, oltre a questo clima del dagli al Papa e alla Magistratura cattivi all'inverosimile, non sarà per niente facile soprattutto nell'immediato.

Non c'è stato, fino a quando il M5S ha avuto voce in capitolo, un solo ballottaggio in cui il M5S non abbia fatto vincere la destra (l'importante era far fuori il PD) sempre e comunque, contribuendo in maniera costante e metodica a far crescere la b.estia. Ora però la b.estia ha presentato il conto.

E così gira il mondo e l'umanità: prima Papy ora il Capitano. 

Auguri e figli maschi e, se poi saranno femminucce belline belline, con le treccine e le lentiggini, va bene lo stesso.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963